Janas
spiaggia covid

L’estate ai tempi del coronavirus: ancora tante incertezze

Gli unici punti fermi per l’estate sono due: mantenimento delle distanze e la sanificazione.

Con l’arrivo del caldo e l’allentamento delle misure di quarantena per l’emergenza coronavirus cresce la voglia di vacanza degli italiani che guardano con speranza all’imminente stagione estiva. Purtroppo un’idea chiara di come si svolgerà la stagione balneare in Italia ancora non c’è.

Per il resto le ipotesi sono tante e a volte anche fantasiose. Si va dal termo scanner all’ingresso degli stabilimenti balneari, all’autocertificazione degli utenti di non essere infetti. Ma si ipotizzano, laddove sia possibile, varchi separati per ingressi e uscite dagli stabilimenti, incentivi alle prenotazioni online e steward per l’accoglienza e l’accompagnamento. Per quanto riguarda le distanze, l’idea è di 4,5 metri tra gli ombrelloni e due metri tra sdraio e lettini, da sanificare ogni sera al momento della chiusura.

coronavirus spiaggia

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Centro Europeo Consumatori, chiarezza sui voucher

Nell’incertezza generale si provano a risolvere i problemi legati ai viaggi annullati per il Covid. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *