Alexa Unica Radio
Covid-19

Ailun realizza dispositivi di protezione per personale sanitario

Da Nuoro al resto dell’isola realizzati i dispositivi di protezione individuali per medici e infermieri. Per il 25 aprile saranno 2000 i prototipi distribuiti

Sinergie, competenze, cuore e solidarietà per combattere il virus ed affrontare l’emergenza quotidiana con le opportune protezioni. La tecnologia e il know out acquisito dai tecnici Ailun – Make in Nuoro (progetti finanziati dalla Camera di Commercio di Nuoro) sta inoltre facendo la differenza per quanto riguarda la distribuzione dei dispositivi di protezione individuali.
Dall’inizio dell’emergenza COVID 19, i professionisti della Libera Università nuorese hanno iniziato a realizzare, in tempi rapidissimi, modelli utili nell’affrontare la mancanza di DPI. L’esperienza di procedure in ambito sanitario sviluppate nel Centro di Simulazione SIMANNU, hanno dunque aiutato i tecnici a concentrarsi su prototipi di presidi che rispondessero ai requisiti in uso nei reparti dove la lotta al coronavirus è particolarmente serrata.
In contemporanea anche l’ambiente dei maker nazionali ha iniziato a condividere su internet  progetti, file e tecnologie, dalle maschere fatte con stampa 3D in materiale gommoso, alle valvole Charlotte (sono quelle da sub che vengono modificate e usate dentro gli ospedali).  Un’esperienza in continuo sviluppo, che ha coinvolto professionisti e istituzioni che hanno un’unica missione: non rimanere indietro e senza protezioni davanti al nemico.

Rete dei Makers Pro

I tecnici di Nuoro collaborano insieme agli altri Fab Lab della Sardegna, con aziende private che mettono a disposizione i loro macchinari, competenze organizzative e fornitori. Sardegna Ricerche mette a disposizione un budget per l’acquisto di alcuni materiali indispensabili.  Si costruisce cosi la rete dei Makers Pro Sa Sardigna, dove ragazzi con stampanti 3D, progettisti e artigiani mettono a disposizione competenze e attrezzatura. Dopo alcuni giorni si testa il prodotto, si inizia a lavorare su un progetto di protezione facciale e infine stampato in 3D con visiera in PVC.
AILUN diventa il centro di riferimento per Nuoro, produce e raccoglie le maschere realizzate dai maker nuoresi e assemblate con le visiere tagliate a Sassari. La rete di collaborazioni si estende a commercianti, artigiani, scuole cittadine che offrono il loro supporto. L’ Ordine  dei Medici di Nuoro riceve 180 prototipi di protezioni facciali. In Sardegna prima di Pasqua verranno distribuiti 1000 prototipi, obiettivo: altri 1000 entro il 25 aprile.

L’emergenza non ammette pause, infatti i tecnici AILUN continuano a realizzare i progetti e a velocizzare la produzione con le tecnologie e materiali disponibili. La battaglia è ancora in corso e analogamente agli operatori sanitari, ci sono altre professionalità a rischio.



About Chiara Pongelli

Studentessa di Scienze della Comunicazione dell'Università degli studi di Cagliari e amante degli animali. Mi piace molto leggere i libri soprattutto i thriller e gli horror, inoltre, essendo appassionata di fotografia, mi diletto nel fare le foto.

Controlla anche

Donazioni di sangue in Ogliastra

Emergenza sangue in Ogliastra, appello Asl per donazioni

Get Widget Accorato appello dell’Asl Ogliastra per le donazioni di sangue: necessaria la prenotazione telefonica. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.