Alexa Unica Radio
Le visiere protettive

[email protected] per l’Italia: visiere protettive per medici e infermieri

Dall’8 aprile 2020 ci saranno a disposizione file di stampa e istruzioni per assemblare visiere protettive per medici e infermieri

Il progetto “[email protected] per l’Italia” è stato realizzato dal gruppo Indire con l’obiettivo di contrastare l’emergenza Coronavirus. Il progetto sfrutta il lavoro di una settimana del gruppo Indire, che si è occupato e si sta occupando di fare didattica con le stampanti 3D.

Indire 3D Print Squad

La squadra di Indire è composta da Luca BassaniGianmarco BeiLorenzo CalistriAlessandro FerriniLorenzo Guasti e Gabriele Pieraccini. In pochi giorni hanno progettato e realizzato, proprio grazie alla stampa 3D, un numero sempre maggiore di visiere protettive. Queste saranno destinate a medici e infermieri impegnati nei reparti Covid-19 di alcuni ospedali toscani.

Parla Lorenzo Guasti: “Abbiamo diviso il lavoro in due fasi. Come prima cosa abbiamo iniziato a progettare, stampare e testare visiere molto semplici, ergonomiche e ragionevolmente sicure da poter consegnare subito al personale che ne aveva bisogno. In parallelo siamo però anche entrati in contatto con medici che lavorano nei reparti Covid-19 e, in base ai loro suggerimenti, abbiamo ideato un secondo modello di visiera, ancora più funzionale e sicura”.

Avendo ottenuto ottimi risultati con questo prototipo, adesso i ricercatori hanno deciso di metterlo a disposizione della comunità. Questo gesto è frutto della filosofia “Maker” basata sulla condivisione della conoscenza.
Da oggi, sulla pagina dell’iniziativa, si possono infatti scaricare liberamente i file di stampa, i file di taglio della visiera e le istruzioni per l’assemblaggio del nuovo modello. In questo modo anche gli altri potranno produrre questi schermi facciali e farli arrivare a un numero sempre più alto di strutture sanitarie nazionali.

Si tratta di presìdi realizzati in proprio che non possiedono i requisiti di certificazione di quelli prodotti dalle aziende specializzate. Tuttavia, nell’emergenza sono comunque degli strumenti utili per fronteggiare la mancanza di materiale di protezione.

Le scuole in possesso di stampanti 3D che volessero aderire a questa iniziativa possono farlo scrivendo a [email protected] per avere informazioni più dettagliate.

About Alberto Pitzalis

Nato nel 1999 a Cagliari. Diplomato al liceo linguistico "De Sanctis-Deledda". Appassionato di cinema da qualche anno e di videogiochi fin da piccolo. Il tennis è il mio sport preferito e lo seguo costantemente dal 2014.

Controlla anche

“Società scientifiche sempre al fianco dei medici in prima linea”

Domenico Gabrielli, consigliere nazionale della Federazione Italiana Società Medico Scientifiche, afferma come le società scientifiche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *