Alexa Unica Radio
Dei legumi

La spesa intelligente secondo il Ministero della Salute

Con il Coronavirus, fare la spesa può essere un compito arduo. È per questo che il Ministero della Salute ha deciso di dare qualche consiglio

Con l’emergenza Coronavirus, fare la spesa è più complicato: solo per entrare nei supermercati ci vuole parecchio tempo e occorre fare lunghe file.
A questo proposito, il Ministero della Salute ha deciso di dare una mano a tutti i cittadini che si sentono disorientati mentre fanno la spesa. L’obiettivo sarà quello di offrire consigli utili per fare una spesa intelligente, sana e che sia duratura.

Cosa comprare?

Si inizia con frutta e verdura. Quella che si dovrebbe comprare è ovviamente è quella di stagione, meno costosa e con valori nutrizionali più elevati. Chiaramente, è preferibile comprare prodotti italiani.

Che frutta si dovrebbe comprare esattamente?
Data la stagione, sarebbe meglio acquistare mele e arance che sono ricche di vitamina C.

Per quanto riguarda le verdure, invece?
Stesso discorso per le verdure, meglio quelle di stagione. Si possono scegliere asparagi, oppure ortaggi come i peperoni (verdi, gialli o rossi). Ottime anche le verdure come insalata e radicchio.

Occhio a non dimenticare i legumi. Questi, infatti, fanno parte della dieta mediterranea e sono numerosi: ceci, fagioli, cicerchie, lenticchie ecc.

Quando si vogliono acquistare frutta e verdura, soprattutto in questo periodo, bisogna ricordarsi di maneggiare gli alimenti sono se provvisti di guanti, che sono ormai obbligatori e che vengono forniti dai supermercati.

Molto importanti anche i formaggi, soprattutto quelli stagionati che si possono conservare anche per periodi prolungati; lo yogurt anche può essere un alimento molto buono se accompagnato a una dieta sana ed equilibrata.

Le cose che non possono assolutamente mancare a casa sono l’olio extravergine d’oliva, la pasta e certamente le uova, molto nutrienti e alla base di tantissime ricette. Anche la farina potrebbe tornare utile soprattutto in caso si volessero preparare dolci, impasti ecc., senza dimenticarsi del lievito, quando necessario.

Cosa fare dopo la spesa?

Una volta finita la spesa e ritornati a casa, la prima cosa da fare è lavare accuratamente i prodotti acquistati. Successivamente vanno asciugati e poi eventualmente messi in frigo. Il sacchetto nel quale abbiamo trasportato la frutta o la verdura va buttato nella spazzatura per questioni di igiene e per evitare, soprattutto, contaminazioni.

Il virus, infatti, può rimane attaccato alle superfici delle confezioni dei prodotti da qualche ora a qualche giorno. Per sicurezza, è meglio disinfettarle con sostanze a base di cloro e alcol.

Con tutti questi ingredienti e consigli su come trattare gli alimenti consigliati dal ministero, si può fare la spesa una volta alla settimana e, il resto dei giorni, rimanere a casa (#iorestoacasa).

About Alberto Pitzalis

Nato nel 1999 a Cagliari. Diplomato al liceo linguistico "De Sanctis-Deledda". Appassionato di cinema da qualche anno e di videogiochi fin da piccolo. Il tennis è il mio sport preferito e lo seguo costantemente dal 2014.

Controlla anche

spesa bambini

“TiAbbraccio”, a Cagliari solidarietà per 5mila poveri

Get Widget Solidarietà soprattutto a Cagliari e dintorni, ma latte e pasta sono arrivati persino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *