Janas
Teatro

CeDAC: spettacoli sospesi fino al 13 aprile 2020

Il CeDAC, Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna, annuncia la sospensione di tutte le manifestazioni programmate dal 4 fino al 13 aprile 2020

Il CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 e successivi, e in particolare al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 aprile 2020 annuncia la sospensione di tutte le manifestazioni programmate dal 4 fino al 13 aprile 2020.

Infatti il D.P.C.M. del 1 aprile stabilisce (Art. 1 – Misure urgenti di contenimento del contagio) che «1. L’efficacia delle disposizioni dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8, 9, 11 e 22 marzo 2020, nonché di quelle previste nell’ordinanza del Ministro della Salute del 20 marzo 2020 e dall’ordinanza del 28 marzo 2020 adottate dal Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ancora efficaci alla data del 3 aprile 2020 è prorogata fino al 13 aprile 2020».

Spettacoli e concerti sospesi

Tutti gli spettacoli e i concerti in programma dal 5 marzo fino al 3 aprile, e dal 4 aprile fino al 13 aprile sono quindi “sospesi” e rimandati a nuove date. Sono in via di (ri)definizione, con una rimodulazione del calendario al fine di consentire a abbonati e spettatori la fruizione di eventi culturali di ampio respiro, che vedono la Sardegna inserita a pieno titolo nei circuiti nazionali e internazionali. (I biglietti già acquistati resteranno validi per le nuove date, che verranno comunicate quanto prima alla stampa e al pubblico).

«Stiamo attraversando un periodo particolarmente difficile”. Dichiara il presidente del CeDAC Antonio Cabiddu. “Sia sotto il profilo professionale, con una serie di problematiche che investono l’intero settore della cultura e delle arti performative, sia sul piano esistenziale. Usando una metafora teatrale “il palco è crollato”. “L’epidemia ci ha costretto a ripensare i nostri piani e le nostre priorità, a “restare a casa”. Proprio noi che viaggiamo per tutto il territorio fino a notte fonda. Abbiamo riflettuto sulla nostra vulnerabilità e fragilità. E in questa situazione così delicata e complessa, a fronte dei problemi dell’immediato e delle incertezze del futuro, il pensiero va alle migliaia di persone che lottano per sopravvivere ogni giorno nei reparti di terapia intensiva. L’antidoto allo smarrimento e alla paura potrà essere ricercato anche nel Teatro.

L’attività continua in rete

In attesa della riapertura dei teatri abbiamo temporaneamente trasferito parte della nostra attività e del nostro impegno in rete. Continuando a offrire attraverso i social network e il nostro canale YouTube una selezione “ragionata” di opere teatrali. Spaziamo dai grandi classici alla drammaturgia contemporanea, raffinati balletti e coreografie contemporanee, concerti e spettacoli di nouveau cirque oltre alla pubblicazione online degli incontri con gli artisti per tener viva la fiaccola della cultura; pur consapevoli che nulla possa sostituire l’emozione, il pathos e il coinvolgimento dello spettacolo dal vivo. Noi continuiamo a lavorare “dietro le quinte” per riprogrammare gli eventi e (ri)disegnare le nostre stagioni, le rassegne e i festival. Per poter ripartire quando l’emergenza sarà rientrata».  

About Edoardo Pinna

Edoardo Pinna
Studente di Mediazione Linguistica presso l'Università degli Studi di Cagliari

Controlla anche

2dd9c443f86a03cd44e915d325f1975d

Cedac, su il sipario su La Grande Prosa col pubblico in sala

Si riaccendono i riflettori su “La Grande Prosa”. Il Cedac riapre i teatri in Sardegna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *