Alexa Unica Radio
aperitivo

Aperitivo? Anche in quarantena si può

Il Decreto del 12 marzo impone la chiusura di bar e ristoranti. Ciò però non ferma gli amanti dell’aperitivo.

Le nuove disposizioni presenti nel decreto emanato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 12 marzo sono chiare: tutto resta chiuso ad eccezione dei negozi di alimentari, di farmacie e di tutti gli esercizi commerciali che offrono servizi di prima necessità. Oltre che penalizzare alcuni settori lavorativi, che dovranno affrontare un periodo di difficoltà, il nuovo decreto lascia a bocca asciutta anche gli amanti dell’aperitivo.

Il periodo di quarantena sarà decisamente più duro da affrontare per coloro che, prima di questo decreto si recavano al bar. Per chi amava rifugiarsi in uno Spritz, o per chi trovava conforto in un Campari, l’ansia generata dall’emergenza coronavirus veniva alleggerita dalla spensieratezza dell’aperitivo in compagnia degli amici. Esiste, però, un modo che permette di superare questa mancanza e, la necessità di stare a casa mette gli italiani nella condizione di dover trovare delle soluzioni alternative e reinventare la loro vita sociale. Grazie alla tecnologia di cui disponiamo, questo processo innovativo diventa più semplice, e si può,dunque dare il via all’ “Apericam” (neologismo da me inventato per aiutarvi nella comprensione di ciò che segue)

Che cos’è l’Apericam

Le restrizioni che ci impongono di stare a casa lontano da amici e parenti, generano in noi un forte senso di nostalgia. Per questo motivo, il cambio repentino delle abitudini impaurisce tanti cittadini. Ma l’italiano che per natura è creativo e innovativo, riesce ad adattarsi anche in questi momenti, facendo nascere (creando) così l’Apericam: l’alternativa all’aperitivo durante la quarantena. Basta davvero poco per gustare l’happy hour direttamente a casa vostra: un computer, una webcam e il vostro aperitivo preferito sono gli unici ingredienti necessari (per questa nuova ricetta) ( della novità), che vi permetterà di non rinunciare al gossip su Lucia, alla battuta di Giovanni o alle storie imbarazzanti di Francesca. E’ così che gli italiani si stanno riunendo per il tipico appuntamento della sera, in videochiamata con gli amici, gustandosi un bicchiere di prosecco, del salame appena tagliato e del buon formaggio.

E se non avessi gli ingredienti per l’aperitivo?
Nessun problema!
Moltissimi bar in tutta italia si stanno mobilitando per aiutare gli italiani a non dover rinunciare al gusto di un happy hour al bar stando comodamente nel divano di casa. Questi locali infatti vi consegneranno l’aperitivo direttamente a casa!
“Anche noi abbiamo delle spese da sostenere e anche noi vogliamo lavorare. Vogliamo aiutare i nostri clienti a sentirsi meglio seppur rinchiusi tra le quattro mura di casa. Noi commercianti ci rendiamo conto di quanto possa essere frustrante stare sempre a casa, soprattutto per le persone che, prima della quarantena erano abituate ad uscire tutti i giorni. Per questo motivo vogliamo fare il possibile per mantenere anche solo un po’ di normalità.” – queste le parole di un commerciante di Gonnesa.

About Federica Mezzano

Mi chiamo Federica Mezzano, vengo da Gonnesa. Studio lingue e culture per la mediazione linguistica a Cagliari.

Controlla anche

quarantena

Quarantena covid, nuove regole. “Omicron sfugge a immunità ma con booster protezione”

Get Widget Circolare del ministero della Salute: “Promuovere dose di richiamo e differenziare la quarantena …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.