Unica Radio Skill Alexa
femminicida

Femminicidi, Sardegna seconda regione in Italia

Secondo il report dell’Istat, nell’isola i casi di femminicidio sono in aumento

Mariti, partner e fidanzati. Sono loro la causa principale di femminicidio tra le mura domestiche in Sardegna, seconda regione d’Italia in questa triste classifica. Così riporta l’analisi Istat condotta sul triennio 2016-2019.

Nonostante un “leggero” calo complessivo – 345 femminicidi nel 2018 e 357 nel 2017 – la Sardegna rimane sopra la media. Con una incidenza del 0,38% su un campione di 100 mila abitanti.

La Sardegna si aggiudica anche un’altro record negativo. Se infatti nel resto d’Italia i femminicidi sono in calo, la Sardegna assieme a Valle d’Aosta, Ligura e Veneto vanno controtendenza.

Progetto d’arte pubblica di Elina Chauvet a cura di Francesca Guerisoli Elina ha realizzato il progetto, nel 2009, proprio a Ciudad Juárez.

I principali responsabili di questa ecatombe sembrano essere mariti, partner, fidanzati. A essi si aggiungono ex partner che non hanno accettato la conclusione della relazione. Un’altra percentuale è rappresentata dai femminicidi perpetrati dai parenti.

Il campione d’età maggiormente colpito da questo triste fenomeno sembra essere quello delle over 65, con una incidenza del 0,55%. Purtroppo anche per quanto riguarda le donne straniere, la percentuale di donne uccise violentemente rimane più alta (23,1%), rispetto agli uomini (20,2%).

About Giovanni Podda

Giovanni Podda
Nato a Cagliari il 14/10/95. Studente di Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Amante di libri, sport e tutto ciò che ha a che fare con la tecnologia. Musica? Tutto tranne la Trap.

Controlla anche

Assessore Regionale Sanità

Covid: la Sardegna resta regione in giallo

 Covid: Sardegna zona gialla insieme a Campania, Basilicata, Toscana, Provincia Trento, Molise Entra in vigore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *