Alexa Unica Radio
ITALIA DICE NO

Addio all’ora legale? L’Italia dice no

Comunicata a Bruxelles la volontà di mantenere in vigore la variazione di orario ogni sei mesi

A partire dal 2021, ogni Paese dell’Unione Europea dovrà decidere se adottare l’ora legale o solare per tutto l’anno. Il governo italiano ha già inviato una richiesta formale a Bruxelles per mantenere l’alternanza tra i due diversi orari: in questo modo, ogni sei mesi, si continuerebbero a spostare avanti o indietro di un’ora le lancette dell’orologio. I motivi della decisione si baserebbero prevalentemente su fattori economici e di risparmio energetico.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l’Italia ha depositato il documento a giugno, durante il primo governo Conte. E dal momento che il nuovo esecutivo non ha apportato alcuna modifica, la posizione del Paese resta invariata.

Le ragioni principali al “no” all’abolizione dell’ora legale sarebbero tre:

  • Assenza di una valutazione precisa su vantaggi e svantaggi del cambio di orario. Ad oggi mancano infatti le prove scientifiche sul fatto che il passaggio dall’ora solare a quella legale possa comportare un disequilibrio psico-fisico;
  • L’abolizione dell’ora legale potrebbe danneggiare il corretto funzionamento del mercato interno, a causa della differenza di fuso orario con gli altri Paesi dell’Unione Europea;
  • L’ora legale consente di ritardare l’accensione delle luci per sei mesi all’anno. Di conseguenza, si assiste non solo a un risparmio energetico, ma anche economico. I soldi risparmiati annualmente ammonterebbero a 100 milioni di euro.

La discussione proseguirà nei prossimi mesi sia al Parlamento che alla Commissione Europea. Al momento la situazione sembrerebbe dividere gli Stati Membri: quelli del Nord sarebbero contrari al mantenimento dell’ora legale, mentre quelli del Sud la terrebbero in vigore. La possibilità di avere più luce disposizione avvantaggia soprattutto i paesi europei del Sud. Nel Nord, al contrario, le giornate estive sono già molto lunghe a causa della vicinanza con il Polo Nord.

About Simone Cadoni

Classe 1993. Giornalista pubblicista, ha conseguito la laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. Dai tempi dell'università collabora con Unica Radio, per cui si occupa della produzione di articoli e interviste.

Controlla anche

Alexa da quattro anni nelle case degli italiani

Alexa da quattro anni nelle case degli italiani

Get Widget Alexa è da quattro anni nelle case degli italiani. Quattro anni di richieste …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *