Janas
borone teatro

“Teatros a Iscracaglios”: al via a Borore la rassegna di teatro comico

Domenica 3 novembre si alza il sipario al Salone Parrocchiale Don Gianni Casti sulla rassegna della compagnia “I Barbariciridicoli”

Grazie all’impegno della Pro loco di Borore e all’intraprendenza e alla passione per il teatro dell’Assessora Azzurra Fancellu, a Borore prenderà avvio a partire da domenica 3 novembre, presso il Salone Parrocchiale Don Gianni Casti, una nuova e inedita manifestazione teatrale denominata “Teatros a Iscracaglios!”, una piccola ma intensa rassegna, interamente gratuita,  che sarà organizzata dalla Compagnia I Barbariciridicoli con la direzione artistica di Tino Belloni, e che presenterà nell’arco di tre settimane altrettanti spettacoli di qualificate compagnie professionali della Sardegna, impegnate sul versante del teatro comico e della non facile arte della risata.

A tentare di far ridere “a crepapelle” (“a iscracaglios!” appunto, anche se la traduzione non rende la pregnanza sonora del termine sardo) i cittadini di Borore e dintorni sarà innanzitutto la Compagnia di Cagliari Intrepidi Monelli che aprirà la rassegna, domenica 3 novembre alle ore 18,00 con Mistero Buffo, l’opera più famosa di uno straordinario artista teatrale quale Dario Fo, nell’interessantissima versione che ne dà la bravissima e pluripremiata attrice sarda Elisa Pistis, che, ripercorrendo il lavoro di Fo con sensibilità femminile, si interroga sull’attualità di questioni (quali il potere e l’ingiustizia sociale) poste negli anni ’60 dal Maestro e Giullare Dario Fo attraverso il suo particolare racconto della vita di Gesù Cristo.

Sabato 9 novembre ad aprire il sipario del Salone intitolato a Don Gianni Casti, sarà invece la compagnia di Mogoro Teatro Tragodia, che proporrà la sua esilarantissima produzione dal titolo Estrogenia 2.0, uno spettacolo tutto al femminile che racconta, in forma ironica e demenziale, quello che è la “donna” nelle sue tante sfaccettature: pregi, difetti, insicurezze e, soprattutto, “sbalzi ormonali”! Il titolo infatti oltre al rimando ai noti ormoni femminili, fa riferimento alla fantasia e alla creatività (l’estro), e naturalmente alla razza e alla stirpe  (la genia), una “stirpe estremamente creativa”.

Concluderà la terna di questa piccola ma interessantissima prima edizione della Rassegna, la Compagnia organizzatrice I Barbariciridicoli di Ottana, che, con l’irresistibile comicità popolare che la contraddistingue, presenterà Skabaretch, lo storico spettacolo di improvvisazione in cui, oltre alle esilaranti e costitutive improvvisazioni teatrali, verranno allestiti gli sketch più comici e divertenti della recente produzione della compagnia, a partire da L’epoca del Ri-touch e dallo sketch in limba Sa tzuccada de su fumu! – I viaggi in-continenti di Tzia Peppanna Culimanna e Bobbore Preda Ischippiumeda.

Dopo tutte le rappresentazioni si terrà Oltre il Sipario, un incontro degli artisti con il pubblico, che, oltre che a far conoscere gli artisti dietro la maschera, ha l’obiettivo di socializzare le esperienze e facilitare la comprensione dei linguaggi e delle tecniche teatrali.

La manifestazione è organizzata con il contributo della Proloco e del Comune di Borore, che, insieme all’Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna e alla Fondazione di Sardegna, contribuiscono alla manifestazione, consentendone il suo svolgimento interamente gratuito.  

Per info: www.barbariciridicoli.it, tel. 393.9013607.

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Classe 1993. Giornalista pubblicista, ha conseguito la laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. Dai tempi dell'università collabora con Unica Radio, per cui si occupa della produzione di articoli e interviste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *