Alexa Unica Radio
Foto

Marc Aurelio e le “Varias Lunas” al Teatro di Sanluri

“Varias Lunas” a Sanluri: la pièce multimediale di Marc Aurelio – sabato 12 ottobre alle 20.30 e domenica 13 ottobre alle 19.30 apre il cartellone della Stagione Grecale 2019 a cura di Abaco Teatro

“Varias Lunas/ Estampas Flamencas in Concerto” di e con il danzatore e coreografo, nonché cantante e attore Marc Aurelio e la sua Compañia Baile Teatro Español apre il cartellone della Stagione Grecale 2019 firmata Abaco Teatro con un duplice appuntamento sabato 12 ottobre alle 20.30 (fuori abbonamento) e domenica 13 ottobre alle 19.30 al Teatro di Sanluri. Sotto i riflettori – oltre allo stesso Marc Aurelio, che ha curato drammaturgia, coreografie e regia dello spettacolo – le danzatrici di flamenco Silvia Di Sabatino, Francesca Carrino, Sara De Rosas, Roberta Sanna e la coppia di ballerini di danze latine Giuseppe Nonis e Sara Zuddas oltre agli attori Rosalba Piras e Tiziano Polese.

Viaggio tra le emozioni al ritmo del compás con l’avvincente racconto per quadri in cui intrecciano danza e teatro, il pathos del flamenco e la sensualità dei balli latini, la musica e la poesia: “Varias Lunas” è un’opera multimediale, impreziosita dalle opere scenografiche di Cristiano Castaldi, Francesco Palminteri e Giuseppe Cassibba e dalla colonna sonora eseguita al pianoforte da Salvatore Galante – con la partecipazione straordinaria, in occasione del duplice evento nell’Isola, della Complesso Strumentale a Fiati “Amilcare Ponchielli” di Sanluri.

Una pièce originale tra parole, note e visioni per raccontare quel che è “umano, troppo umano” con i versi di Tomás Borrás, Alda Merini e Jacques Prévert, tra le sequenze astratte e immaginifiche e le geometrie di corpi in movimento, la bellezza struggente del canto e il linguaggio fortemente simbolico e pregnante, evocativo ed enigmatico del flamenco inteso come “linguaggio teatrale”. «Il flamenco non è solamente una danza, ma un’attitudine nonché un modo per riconnettersi con il proprio sentire: ogni volta che si cerca di racchiuderlo in una definizione, inevitabilmente sfugge, per riapparire altrove» spiega Marc Aurelio: «il suo spirito vive in uno sguardo, un gesto, una figura, una “letra”, un ritmo: è l’anima di un popolo, arde e si consuma, muta e perdura, come emblema di libertà. L’universalità del flamenco è legata alle sue tematiche principali – Amore, Vita, Morte – che rendono quest’arte atemporale: un “sentire” individuale che diventa identità collettiva».

“Varias Lunas” esplora il lato oscuro, il volto nascosto della luna: «Il flamenco si associa solitamente al sole, al fuoco ma ho voluto attraversare questa dimensione più misteriosa, malinconica forse, perfino dolorosa, dell’amarezza e del disincanto, in quel tempo sospeso in cui ci si concentra sulle proprie ferite, sugli errori, sui rimpianti, preludio a una rinascita» rivela l’artista franco-spagnolo. «Una sfida interessante: il flamenco per me rappresenta un linguaggio teatrale attraverso il quale è possibile suggerire frammenti di vita, una certa dimensione dell’effimero… e interpretare tutte le emozioni – dall’amore al disincanto, dall’allegria al dolore, dal buio alla luce».

Il poliedrico danzatore e coreografo, formatosi al “Centro de Arte flamenca y Danza Española Amor de Dios” sotto la guida di mastri come Paco Romero e La Tati, con all’attivo un’intensa carriera con importanti collaborazioni con artisti e compagnie di respiro internazionale, con incursioni nel teatro e nel musical, nel cinema e sul piccolo schermo, ha danzato con Luciana Savignano e diviso il palco con Genevieve Page, ma è apparso anche in Cento Vetrine, ha partecipato a Italian Academy e al Festivalbar accanto a Rosario Flores. Tra i tanti spettacoli: “Passions latines” di Julia Migenes, “Mediterraneo le antiche sponde del futuro”, “Promenades Théatrâles: Quatre siècles de Théâtre Français”, “Fantasía de Cante Jondo” (di cui firma la coreografia), “Iskanderia, the rythms of the universe”, “Sendero flamenco, los temperamentos esenciales” , “Romance”, “Gypsies, memorias perdidas”, “Concierto flamenco” “La belle de Cadix”, “Le chanteur de Mexico“, “Carmen Ballet” (nel ruolo di Escamillo), “Mis ojos en tu mirada” con Caterina Costa, . “Encanto espanol flamenco show” e “Noche flamenca”, “Andalousie”. Tra i lavori recenti – “Gocce di Fuoco” con L’Effimero Meraviglioso».

“Varias Lunas” debutta nell’Isola in prima assoluta per proseguire la sua tournée oltremare: una creazione originale in cui emergono i molteplici talenti dell’artista cosmopolita – madrileno di nascita, cresciuto in Francia, ha scelto la Sardegna come patria d’adozione, ma vive e lavora tra l’Italia, l’Europa e il mondo. Un lavoro denso di suggestioni, una composizione evocativa ma mai didascalica in cui «ciascuno spettatore può riflettersi e ritrovare una parte di sé”.

Uno spettacolo di forte impatto per indagare le ragioni del cuore e i cangianti stati d’animo, mutevoli come l’astro notturno, ora splendente nel cielo ora ammantato di nubi, ora vicinissimo quasi a voler sfiorare la terra ora algido e distante, seducente e capriccioso, amante inafferrabile e sfuggente, e per ciò stesso eternamente desiderabile. Spazio alle segrete inquietudini che offuscano la felicità rendendola imperfetta, tra dubbi e incertezze, intime fragilità e ostentata sicurezza, in quell’altalena dei sentimenti che dalla vertigine del piacere precipita nell’indifferenza, dal riso al pianto, dall’estasi all’oblio.
“Varias Lunas” saprà ammaliare gli appassionati di flamenco con l’eleganza e il rigore delle coreografie, come coloro che prediligono le danze latine, ma anche gli amanti della prosa e della poesia che ritroveranno l’eco di celebri versi e perfino le tracce di una canzone “cult” ma potranno anche ricostruire tra i vari frammenti, rimandi, citazioni e interpretazioni possibili la trama di una, cento, mille storie d’amore tra il colpo di fulmine e la fine di tutto, quando restano soltanto ricordi e rimpianti, ma è già tempo di ricominciare… a vivere e a danzare…

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

castle g053a49327 1920

Festival “Rete dei Castelli”, domani l’ultimo appuntamento

Get Widget Ultimo appuntamento, domani alle ore 19 a Sanluri, per la quarta edizione del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.