Janas
laboratorio 28

1 ottobre a LaboratorioVentotto “La noire de…”

Prosegue martedì 1 ottobre alle 20.30 in Via Montesanto 28 a Cagliari, con la proiezione del film La noire de… di Ousmane Sembene (Senegal – Francia 1966, 65′), la rassegna cinematografica organizzata dal Circolo del Cinema FICC LaboratorioVentotto “A CASA LORO.

Percorso cinematografico nei colonialismi del passato e del presente, portato avanti da LaboratorioVentotto, che si svolgerà tra settembre e dicembre 2019. Il film racconta la storia di Diouana, una donna senegalese che, partita dal Senegal per lavorare ad Antibes come domestica per dei cooperanti francesi, scivola in una depressione senza salvezza. Noto come il primo film della cinematografia africana, è stato girato da Sembene come atto di denuncia: “In questo film denuncio tre cose: il neocolonialismo (mi chiedo, perché la tratta degli schiavi continua ancor oggi?), la nuova classe africana composta generalmente da burocrati e una certa forma di assistenza tecnica”.

Il programma La parte sul postcolonialismo proseguirà ad ottobre con la proiezione di quattro film che raccontano l’Africa postcoloniale: La noire de… di Ousmane Sèmbene (Senegal 1966), Hyènes di D. Diop Mambety (Senegal 1992), Bamako di A. Sissako (Mali 2007) e Teza di Haile Gerima, Etiopia 2008). Sarà inoltre ospite Leonardo De Franceschi, autore de “Lo schermo e lo spettro. Sguardi postcoloniali su Africa e afrodiscendenti”. Il percorso della rassegna.

Il percorso proposto mira ad approfondire aspetti diversi di ciò che storicamente viene definito “colonialismo: lo “sguardo coloniale” si costruisce in un rapporto di dominazione materiale sull’altro, al servizio della quale agisce una costante  rimodulazione del mondo “a propria immagine” che giustifica culturalmente il progetto di conquista ed istituisce una barriera irriducibile tra chi guarda e chi è guardato, tra chi agisce come soggetto storico e chi “è agito” come oggetto espositivo prima, poi suddito, infine bisognoso e necessitante dei cosiddetti aiuti.

È lungo questa trama di relazioni, che riguarda interessi economici e politici tanto quanto l’immaginario, che si dipana il filo della rassegna, lungo la quale ci proponiamo di approfondire tre momenti in particolare: il colonialismo italiano, il postcolonialismo, il neocapitalismo estrattivista. Parallelamente proveremo a innestare una riflessione critica e aperta con chi parteciperà (come ospiti e come pubblico) sullo “sguardo” ovvero un percorso critico e di decostruzione di quell’altra forma di dominio che è stata e continua ad essere la rappresentazione dell’altro a nostro uso e consumo. Come partecipareL’ingresso a tutte le iniziative è libero con tessera annuale 2019 del Circolo del Cinema FICC Laboratorio Ventotto.

La tessera ha un costo di 5€, ridotti a 2,50€ per studenti e studentesse, precari/e, disoccupati/e, giovani sotto i 30 anni.Ad ogni proiezione seguirà la discussione. 

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

laboratorio 28

Queeresima a LaboratorioVentotto: proiezione di Go Fish

Martedì 4 giugno si proietta e si discute “Go fish” di Rose Troche al Circolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *