Alexa Unica Radio
giulio biddau

Musica tra le righe, Giulio Biddau in concerto a Palazzo Siotto

Martedì 9 luglio il terzo appuntamento della rassegna Musica tra le righe 2019, con il recital di pianoforte di Giulio Biddau

Proseguono gli appuntamenti della nuova stagione di Musica tra le righe, rassegna promossa dall’Associazione Culturale Ponticello e caratterizzata quest’anno in particolare dalla musica pianistica. Protagonista del terzo incontro, Giulio Biddau con un recital di pianoforte sulle note di Scarlatti e Ravel. L’appuntamento è per martedì 9 luglio, alle 20.30, a Palazzo Siotto.

Giulio Biddau – Nato a Cagliari nel 1985, ha intrapreso a dodici anni lo studio del pianoforte con Arlette Giangrandi Eggmann e si è diplomato presso il Conservatorio della sua città. Ha proseguito i suoi studi pianistici a Parigi sotto la guida di Jean Marc Luisada all’École Normale, dove ha ottenuto il Diplome Supérieur de Concertiste e privatamente con Aldo Cic­colini. In seguito ha conseguito con lode il diploma di perfezionamento dell’Ac­cademia Nazionale di Santa Cecilia nella classe di Sergio Perticaroli. Attualmente studia alla Hochschule für Musik “Hanns Eisler” di Berlino con Fabio Bidini. Nel 2001 ha esordito nel Concerto n. 3 di Beethoven alla Berwaldhallen di Stoc­colma, vincendo il secondo premio allo Stockholm Young Pianist International Competition. Laureato di prestigiosi con­corsi internazionali, fra cui il Concorso Casagrande di Terni, Porrino di Cagliari, Iturbi di Valencia etc., nel 2009 la vit­toria del Primo Premio al Concorso Les Nuits Pianistiques – Lauréats Spedidam di Aix-en-Provence lo porta ad essere invitato da alcuni dei piú importanti festival francesi, tra cui il Festival Radio France di Montpellier, il Festival Pablo Casals e il Festival Piano en Valois. Ha tenuto numerosi concerti, suonando in Italia per istituzioni quali l’Accademia di Santa Cecilia a Roma, il Teatro Lirico di Cagliari, Festival Dino Ciani a Cortina, Teatro Verdi di Trieste; in Francia alla Salle Cortot di Parigi, al Grand Theatre de Provence di Aix-en-Provence, a Pon­toise, Nancy, Rouffach, Gerberoy e poi in Spagna al Palau de la Musica di Valencia e a Leon, e ancora Slovenia, Austria, Svezia e Cina (Oriental Art Center di Shanghai e Auditorium della Tsinghua University di Pechino). Ha suonato diretto da Lawrence Foster, François-Xavier Roth, Tan Dun e Max Bragado con orchestre prestigiose quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Orche­stre National de Montpellier, Orchestra del Palau de la Musica di Valencia, Or­chestra del Teatro Lirico di Cagliari, Les Siècles, Sinfonica Abruzzese etc. Il suo impegno nella musica contemporanea lo ha visto protagonista nel marzo 2010 della creazione del Banquet Concerto di Tan Dun per pianoforte coro e orchestra commissionato dall’Accademia di Santa Cecilia e ritrasmesso poi da Rai Radio Tre. Emissioni anche per France Musique e la televisione giapponese NHK. Nel gennaio 2012 è uscito il suo primo disco interamente dedicato a Gabriel Fauré, di cui interpreta l’integrale delle Barcarole e il Thème et Variations, edito dalla casa francese Aparté e distribuito anche in Italia da Harmonia Mundi. Nel 2013 ha suonato al Festival di Salisburgo ed ha vinto il premio Stenway di Berlino ed all’International piano Competition di Tbilisi.

Associazione Culturale Ponticello – Nata con l’idea di proporre al pubblico cagliaritano alcuni giovani artisti, l’associazione si estende anche oltre i confini dell’Isola: lo scorso 15 maggio, a Milano, gli studenti del Conservatorio di Cagliari Leonardo Atzori, Michele Calia, Giorgia Pinna e Filippo Piredda hanno partecipato alla prima esecuzione integrale della raccolta “Corde e Martelletti” del Maestro Alessandro Solbiati. La raccolta è composta da cento piccoli brani, suddivisi in tre libri, pensati per essere eseguiti da musicisti giovanissimi: ogni brano, della durata media di poco più di un minuto, è introdotto da un titolo utile a guidare il musicista, ma anche l’ascoltatore, nell’interpretazione che è stata data al pezzo. “Corde e Martelletti”, nata per iniziare i giovani musicisti ai linguaggi contemporanei, è stata suonata per la prima volta in assoluto dagli allievi dei Conservatori di Bari, Bergamo, Cagliari, Milano, Novara e Piacenza grazie al coordinamento della responsabile nazionale del progetto Maria Grazia Bellocchio e di Divertimento Ensemble. Nelle settimane precedenti al concerto, gli allievi del Conservatorio di Cagliari hanno studiato la raccolta, assieme alle professoresse Cogliandro, Giangrandi, Mereu e Murgia, e hanno partecipato a una serie di incontri con il compositore. L’organizzazione del progetto, l’inclusione di Cagliari nel concerto milanese e la trasferta dei ragazzi sono merito di Giulio Biddau, che per primo ha creduto nella potenzialità dell’iniziativa e portandola a compimento.

I prossimi appuntamenti della rassegna

Gli incontri di Musica tra le righe continuano nei prossimi mesi. Per le domeniche del 29 settembre, del 20 ottobre e del 3 novembre l’appuntamento si terrà alle 11 a Palazzo Siotto: in concerto i giovani musicisti Martina Piroddi, Federico Melis e Matteo Cabras. Domenica 17 novembre, alle 20.30 a Palazzo Siotto, sarà invece la volta del vincitore della borsa Eggmann, Giangrandi; infine mercoledì 4 dicembre, alle 18 presso l’Auditorium del Conservatorio, va in scena la novità di quest’anno: il Gala Lirico conclusivo della stagione, che vedrà per protagoniste le voci di Vittoria Lai, Ilaria Vanacore e Francesco Leone.

Abc Musica La musica come non l'avete mai sentita!

About Simone Cadoni

Classe 1993. Giornalista pubblicista, ha conseguito la laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. Dai tempi dell'università collabora con Unica Radio, per cui si occupa della produzione di articoli e interviste.

Controlla anche

orchestra 1

Concerto Conservatorio Canepa: la musica classica è tornata

Grande successo per il concerto di maggio del Canepa. Il pubblico è tornato al Comunale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *