Unica Radio Skill Alexa
nati per leggere

Nati per leggere e nati per la musica in Sardegna 2019

La guida nati per leggere e nati per la musica è già disponibile presso la Biblioteca dei Ragazzi

E’ stata presentata pochi giorni fa a Cagliari, durante un incontro molto partecipato presso la Sala Conferenze Lilliu della Biblioteca Metropolitana Emilio Lussu a Cagliari (Parco Monte Claro) la Guida bibliografica Nati per Leggere e Nati per la Musica in Sardegna 2019, un anno di storie per bambini.

La guida, sotto forma di calendario già disponibile gratuitamente alla Biblioteca Metropolitana Ragazzi sempre a Monte Claro, è l’esito dell’attività condotta da un gruppo di lavoro formato da bibliotecari, pediatri, librai ed esperti di letteratura per l’infanzia, che è stato coordinato dal Centro Regionale di Documentazione Biblioteche per Ragazzi e dalla Biblioteca Metropolitana Ragazzi.

Arricchita dalle illustrazioni di Ignazio Fulghesu, dalle poesie di Clara Ligas e filastrocche in lingua sarda, accessibile a tutti anche grazie alla presentazione dei mesi nella LIS (Lingua dei Segni), la guida offre, mese per mese, suggerimenti di lettura per bambini da 0 a 6 anni e un libro per adulti. Entrambi infatti sono i destinatari del programma nazionale di promozione della lettura “Nati per Leggere”, sorto dalla collaborazione tra l’Associazione Italiana Biblioteche, l’Associazione Culturale Pediatri ed il Centro per la Salute del Bambino.

Attivo su tutto il territorio nazionale, con circa 800 progetti locali che coinvolgono più di 2000 comuni italiani, è rivolto alle famiglie con figli in età prescolare e invita gli adulti a leggere e ascoltare musica con loro fin dalla nascita. E’ questo un gesto d’amore che rafforza il legame affettivo in un clima di protezione e di piacere, favorendo inoltre lo sviluppo cognitivo e le capacità relazionali dei più piccoli, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

Nel gennaio del 2019, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nella sezione dedicata all’Italia, ha indicato Nati per Leggere come Programma di livello Nazionale per la prevenzione della salute mentale di mamma e bambino, in quanto rafforza la relazione creando un ambiente favorevole per lo sviluppo del bambino.

Sulla scia del progetto Nati per leggere, ha preso forma anche “Nati per la musica”: frutto della collaborazione tra l’Associazione Culturale Pediatri e il Centro per la salute del Bambino, si propone di sostenere – con il coinvolgimento di pediatri, genitori, ostetriche, personale che opera in consultori, asili, scuole e biblioteche – attività che mirino ad accostare precocemente il bambino al mondo dei suoni e alla musica.

La guida è diretta soprattutto ai genitori di bambini in età prescolare, nella convinzione che la lettura ad alta voce e l’ascolto della musica, già dal momento della gravidanza, siano due azioni parnticolarmente determinanti sul piano relazione, emotivo e dello sviluppo”, ha spiegato la dottoressa Antonella Pinna, referente per i servizi bibliotecari della Città Metropolitana di Cagliari, “evidenze scientifiche hanno ampiamente provato che, già durante la gestazione, il bambino riconosca già i suoni e le voci: siamo convinti che la lettura ad alta voce e l’ascolto della musica siano un atto di cura pari all’accudimento fisico”

La lettura è un capanno, un rifugio, che ci mette in contatto con la nostra interiorità ma anche col mondo esterno”, ha ricordato Nicoletta Gramantieri responsabile della Biblioteca Salaborsa Ragazzi di Bologna, citando L’Elogio della Lettura di Michèle Petit, “Nati per Leggere promuove la lettura, anche in situazioni dove l’insicurezza culturale è più forte, o laddove non si legge affatto, affermando l’importanza e il diritto di leggere. E lo fa anche attraverso la guida bibliografica, nata dal confronto di molteplici professionalità e studiata tenendo al centro la coppia bambino – adulto. E’ uno strumento che, da un lato, consente a genitori e operatori di poter praticare la lettura ad alta voce con i libri più indicati e, dall’altro, costruisce le prime competenze dei piccoli lettori”

A concludere la serata, la lettura a due voci di un brano, in italiano e arabo, condotta da Nicoletta Gramantieri e Antonella Saracino, quest’ultima responsabile tra l’altro del progetto Mamma Lingua, diretto alle famiglie straniere residenti in Italia nell’ottica di una sempre maggiore integrazione culturale.

La guida è già disponibile in formato cartaceo presso la Biblioteca Metropolitana Ragazzi, mentre una copia sarà consultabile in tutte le biblioteche della Sardegna.

In allegato, la copertina della guida bibliografica e uno scatto della presentazione di ieri, libero da diritti.

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

I Musei Civici di Cagliari sono pronti alla riapertura

I Musei Civici di Caglari sono pronti alla riapertura

Dopo oltre due mesi di chiusura, i Musei Civici di Cagliari sono pronti alla ripartenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *