Alexa Unica Radio
dessi fondazione

Doppio appuntamento alla Fondazione G. Dessì di Villacidro

Presentazione del L’albero d’olivo di A. Huxley e firma per la costituzione del Parco Letterario Giuseppe Dessì a Villacidro.

Doppio appuntamento giovedì 28 febbraio a Villacidro nella sede della Fondazione Giuseppe Dessì. Il pomeriggio si apre
alle 17 con la presentazione del libro “L’albero d’olivo, di Aldous Huxley, nell’ambito del settimo seminario sull’opera di Andrea Camilleri, promosso dal Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali dell’Università di Cagliari e il Gruppo di ricerca del Progetto “Isole” in collaborazione con la Fondazione Dessì e la Fondazione di Sardegna. Segue poi alle 18la firma della convenzione fra ilParco geominerario storico e ambientale della Sardegna, la Fondazione Dessì e Paesaggio Culturale Italiano Srl per la costituzione del Parco Letterario intitolato a Giuseppe Dessì.

Si comincia, dunque, con l’ultimo atto del fitto cartellone del seminario camilleriano in programma da lunedì scorso a Cagliari: quattro giornate di incontri e riflessioni letterarie tra Sicilia e Sardegna sotto il titolo “Isole e olivi”. Pubblicato per la prima volta nel 1936 (e in Italia da Laterza nel 1939), “L’albero d’olivo (“The Olive Tree”) è considerato come una delle migliori raccolte di saggi di Aldous Huxley. Si tratta di una meditazione che spazia da un argomento all’altro, sull’ulivo e le associazioni che ha per lo scrittore inglese. Alla presentazione del libro parteciperanno Paolo Lusci, presidente della Fondazione Dessì, Giuseppe Barbera, scrittore e professore di Colture arboree all’Università di Palermo, Giuseppe Marci, docente di Filologia Italiana e Letteratura sarda nella Facoltà di Studi Umanistici dell’Università di Cagliari, Stefano Salis, giornalista culturale del quotidiano II Sole 24 Ore, Vincenzo Campo, raffinato bibliofilo e fondatore delle Edizioni Henry Beyle, che ha pubblicato il libro di Huxley nella sua collana HB.

L’olivo ha un valore speciale nelle letterature siciliana e sarda: in Luigi Pirandello, ad esempio, e in Giuseppe Dessì, che nel suo “Paese d’ombre” eleva quasi a protagonista l’oliveto di Balanotti: “Il ragazzo camminava nell’oliveto silenzioso, e camminando contava gli olivi. A vederli dalla strada, sembravano tutti uguali; ora invece, per la prima volta, si accorgeva che erano diversi: avevano ognuno una fisionomia particolare, come persone. Se guardi da lontano la gente che affolla una piazza, o una processione che ti viene incontro, ti sembra che tutte le persone siano uguali: se invece ci vai in mezzo ti accorgi che si assomigliano, ma nella somiglianza sono diverse. Così anche per quegli alberi di cui si percepiva il silenzio, non come si percepisce il silenzio delle cose, ma come si percepisce il silenzio di persone che stanno zitte e pensano”.

E l’oliveto di Balanotti sarà una delle tappe del Parco Letterario intitolato a Giuseppe Dessì che alle 18 vede la sua costituzione: soggetti firmatari ilParco geominerario storico e ambientale della Sardegna, la Fondazione Dessì e Paesaggio Culturale Italiano Srlorganismo – titolare del progetto e del marchio I Parchi Letterari® – nato nel 2009 con l’obiettivo di organizzare una rete nazionale, e internazionale, per mettere insieme e valorizzare gli elementi di eccellenza (culturali, produttivi e ambientali) presenti sui territori. Paesaggio Culturale Italiano si muove in linea con il piano di azione per il turismo sostenibile elaborato a Johannesburg nel 2002, con la Convenzione Europea del Paesaggio e con le Convenzioni Unesco finalizzate alla salvaguardia, alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale. È questo l’ambito in cui si inseriscono I Parchi Letterari®, già istituiti in diverse parti d’Italia: un progetto per la salvaguardia e la valorizzazione dei luoghi dell’ispirazione letteraria, nato dall’idea e dall’opera di Stanislao Nievo, scrittore e giornalista, pronipote di Ippolito Nievo, intuizione felice per promuovere la conoscenza del paesaggio culturale, facendone allo stesso tempo un motore economico.

Per la sottoscrizione della convenzione saranno presenti Tarcisio Agus, presidente del Parco Geominerario della Sardegna, Stanislao De Marsanich, presidente de I Parchi Letterari, Paolo Lusci, presidente della Fondazione Dessì, Ciro Pignatelli, direttore del Parco Geominerario della Sardegna, Mauro Pittau, direttore della Fondazione Dessì.

Il Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna e la Fondazione Dessì intendono così salvaguardare e valorizzare con I Parchi Letterari® Giuseppe Dessì, i luoghi di ispirazione dell’autore e delle figure più importanti della storia letteraria, artistica e scientifica, il patrimonio culturale e ambientale del territorio dei comuni di Villacidro, Arbus, Buggerru, Fluminimaggiore, Guspini, San Gavino, Gonnosfanadiga.

La gestione delParco Letterario è affidata alla Fondazione Giuseppe Dessì. Rispetto al Parco storico-culturale che prese le mosse circa quindici anni fa, la novità è rappresentata proprio dal fatto che questa volta nasce un parco letterario che parte dallo strumento operativo gestionale, la Fondazione Dessì, appunto. I comuni interessati saranno coinvolti direttamente nella “cabina di regia” per la gestione del Parco. Il valore aggiunto, poi, di particolare importanza, è costituito dalla presenza attiva del Parco Geominerario della Sardegna, che con le sue otto aeree racchiude ottantuno comuni, rappresentativi di tutto il territorio regionale.

La convenzione che verrà sottoscritta consentirà al Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna e alla Fondazione Dessì di ottenere da Paesaggio Culturale Italiano Srl l’utilizzo dei marchi I Parchi Letterari®, Parco Letterario®, I Viaggi Sentimentali®, Locanda della Sapienza®, Le Pagine Incantate®, I Sentieri del Duemila® e la denominazione I Parchi Letterari® per ottimizzare la valorizzazione e la promozione dei progetti culturali legati al Parco Letterario Dessì. I marchi potranno essere utilizzati su tutti i servizi, beni e prodotti (merchandising, servizi e attività culturali a pagamento) riferibili direttamente a I Parchi Letterari®. Inoltre, tutte le iniziative relative allo sviluppo del Parco potranno essere inserite nel sito www.parchiletterari.com.

Altro aspetto importante è quello legato alla commercializzazione dei servizi turistici relativi a I Parchi Letterari®. La promozione del Parco Letterario Dessì verrà realizzata, laddove possibile, tramite il supporto di uno o più tour operator. E per la valorizzazione e promozione dei territori ci si potrà avvalere anche della collaborazione con le realtà turistiche locali. 

About Eleonora Piu

Studentessa al terzo anno in Scienze della Comunicazione. Amante della buona compagnia e della buona musica.

Controlla anche

paolo lubino

Presentazione del libro “Vampiri Urbani”di Paolo Lubinu

Get Widget Saranno presenti assieme all’autore: Mary Jo Intermontes Cherchi, Francesca Arca e Manuela Muzzu …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.