Janas
roberto usai

Non Siamo Umani, nuovo singolo del cantautore sardo Roberto Usai

Lo storico frontman Roberto Usai degli Almamediterranea riparte dal progetto solista Almo Project

Esce ufficialmente mercoledì 27 febbraio”Non Siamo Umani”, il nuovo singolo del cantautore cagliaritano Roberto Usai, storico frontman della band folk rock Almamediterranea, che intraprende il percorso da solista con il suo Almo Project.

Il progetto nasce dalla personale esigenza dell’artista di affrontare nuove sfide artistiche, continuando a credere nella musica come veicolo imprescindibile per raccontare e analizzare le tematiche di stretta attualità.

Il brano è scritto, suonato e arrangiato da Usai, con la collaborazione del batterista Maurizio Vizilio e Stefano Casti al basso e al mastering. Il videoclip è stato diretto, invece, da Robert Gallese negli scorsi 18 e 22 febbraio presso la spiaggia di Terra Mala, in provincia di Cagliari.

“Ho sempre pensato di portare avanti anche un progetto solista – afferma Usai -, intenzione che che ho potuto realizzare quando ho deciso di sospendere il progetto Almamediterranea, del quale sono il fondatore e che mi ha accompagnato per un lungo periodo della mia vita.

Chi mi ha sempre seguito, innegabilmente riconoscerà in questo progetto solista il personalissimo stile che da sempre imprimo alle mie composizioni. Provenendo da 15 anni di folk rock – continua il musicista -, ritengo che la musica sia soprattutto un veicolo per offrire dei costanti spunti di riflessione sulle tematiche di stretta attualità con le quali ci confrontiamo giorno dopo giorno.

Gli artisti riportano nelle proprie opere il mondo che li circonda: per questo motivo mi discosto da quelli che dicono che la musica non dovrebbe parlare di politica e di sociale.

Sole, cuore e amore non fanno per me. Come ho sempre fatto anche con gli Almamediterranea sono sempre stato piuttosto autonomo nella composizione, nei testi, negli arrangiamenti e nella realizzazione dei brani.

Con questo progetto ho ampliato questa mia caratteristica, cimentandomi con nuovi strumenti digitali e acustici. Girando il video mi sono reso conto di quanto possa essere terribile finire in acqua, destino troppo comune a sempre più migranti.

Probabilmente le persone non ci pensano. Non Siamo Umani è un brano di denuncia e riflessione e contiene un esplicito riferimento al fatto che il nostro pianeta si stia ribellando ai maltrattamenti che l’essere umano gli riserva ogni giorno.

Ringrazio, infine, la mia isola, la Sardegna, per avermi permesso di girare sott’acqua, a febbraio.”

About Marco Meli

Marco Meli
Un giovane imprenditore laureato in economia e management. Appassionato di sport (work out) ed arte contemporanea. Per via della mia scelta lavorativa passo gran parte del tempo nel locale che da poco ho aperto in centro a Cagliari, frutto di tanto impegno e grande passione per il mestiere. Nel frattempo sono riuscito ad ottenere l'attestato di Sommelier per soddisfazione strettamente personale. Avendo un socio in azienda in sede distaccata, approfitto periodicamente per viaggiare nel nord Italia, precisamente a Como dove abbiamo un attività di abbigliamento in condivisione.

Controlla anche

Uomo

Stay a casa & press play Ramprasad di Flavio Secchi

Oltre la vibrazione: Ramprasad di Flavio Secchi Suoni che profumano di cultura indiana, synth e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *