Janas
lancioni
Carving the delicious pig roast

Lancioni: riconoscimento del marchio Porcetto sardo

Un marchio per tutelare le tradizioni ed evitare importazione di maialetti dai paesi dell’Unione Europea: migliaia di suini arrivati durante le festet natalizie

L’avvio dell’iter per il riconoscimento del marchio Porcetto Sardo e la rivisitazione della legge che vieta la produzione dei suini negli allevamenti a conduzione familiare. Sono gli strumenti proposti dal consigliere regionale Nanni Lancioni (Psd’Az) per contrastare l’invasione in Sardegna di maialetti provenienti da Olanda e Germania.

Gli ultimi casi durante le feste di fine anno: l’esponente dei quattro mori, che ha presentato un’interrogazione urgente sulla tematica spiega che secondo diverse associazioni dei consumatori, durante le festività natalizie, i sardi hanno acquistato nei punti vendita della Grande Distribuzione organizzata migliaia di suinetti provenienti da Paesi dell’Unione Europea, ritenendoli allevati in Sardegna.

Un consumo inconsapevole della produzione, che è stato dettato dall’omessa informazione obbligatoria del Paese di provenienza dei maialetti e che quindi è stato disatteso l’obbligo di indicazione dell’origine delle carni, unica vera barriera a tutela del prodotto locale. La produzione sarda è stata così soppiantata da quella proveniente dagli altri Paesi dell’Unione Europea ai quali il nostro mercato è stato offerto su un piatto d’argento, anche a causa del programma di eradicazione della peste suina.

Conclude Lancioni aggiungendo che al riconoscimento di un marchio per il porcetto sardo si deve aggiungere ad un decreto del ministero delle politiche agricole, analogo a quello previsto per le carni bovine che preveda, nel sistema di etichettatura dei maialetti e l’obbligo di indicare nei cartellini il Paese d’origine sia per le carni vendute al taglio nel punto vendita che in quelle preimballate per la vendita diretta.

About Eleonora Pisano

Eleonora Pisano
Sono una studentessa di beni culturali e spettacolo, appassionata di cinema, arte, musica e teatro. Vivo a Cagliari da un anno e mezzo e adoro scrivere e leggere: mi definisco "una discepola del Vate".

Controlla anche

norme, riservatezza, e-privacy

Il Consiglio Europeo approva le norme sulla riservatezza

E-privacy: il Consiglio Europeo approva le norme sulla riservatezza delle comunicazioni elettroniche Gli Stati membri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *