Alexa Unica Radio

Cresce il giacimento dell’alimentare artigiano made in Sardegna

Food Economy: cresce il giacimento dell’alimentare artigiano made in Sardegna e vola l’economia dei consumi tipici natalizi

 Cresce il “giacimento” dell’alimentare artigiano “made
in Sardegna”
e vola l’economia dei consumi tipici natalizi: 198
prodotti d’eccellenza, 3.600 imprese, 5.700 addetti e 400 milioni di
euro di acquisti. L’appello di Mameli (Confartigianato) ai
consumatori: “Anche a Natale comprate la qualità alimentare artigiana
e dite NO agli abusivi: danneggiano l’economia e la salute”.

Sono 198 prodotti agroalimentari tradizionali, 8 eccellenze a marchio
europeo, 3.616 imprese artigiane alimentari, 5.703 addetti e, nel solo
mese di dicembre, quasi 400 milioni di euro di spesa delle famiglie. Sono questi i numeri principali dell’immenso “giacimento” della food
economy artigiana in Sardegna che, soprattutto sotto le festività di
Natale, registra sostanziose crescite di produzioni e vendite. L’analisi è dell’Osservatorio per le PMI di Confartigianato Imprese
Sardegna che, nel dossier “L’artigianato alimentare e le eccellenze
del food made in Sardegna”, ha rielaborato i dati di Istat,
UnionCamere-Infocamere e MIPAAF, su imprese e produzioni alimentari e
consumi delle famiglie.

Le festività legate al Natale modificano notevolmente le abitudini di
spesa anche dei consumatori sardi, tanto che a dicembre il valore
delle vendite al dettaglio di prodotti alimentari e bevande supera del
19,8% la media mensile annua. In Sardegna il 95,4% della spesa
riguarda prodotti alimentari e bevande analcoliche e il restante 4,6%
le bevande alcoliche. I prodotti artigianali più acquistati sono
formaggi e latticini (6,1% della spesa), salumi (4,9%), pane (4,8%) e
altri prodotti di panetteria e pasticceria, che comprendono i dolci da
ricorrenza (4,2%), prodotti in cui manualità e tipicità rappresentano
importanti fattori di qualità.

Da sempre le famiglie sarde si affidano, per festeggiare degnamente il
Natale, alla sapienza e alla cura che gli artigiani mettono nel creare
i cibi della tradizione. In Sardegna si stima per dicembre una spesa delle famiglie in prodotti alimentari e bevande di 398 milioni di euro, più alta di 66 milioni rispetto al consumo medio mensile. Inoltre, considerato come nella nostra regione una fetta consistente della spesa alimentare sia
intercettabile dalle imprese artigiane, si stima che in Sardegna
vengono spesi circa 158 milioni di euro per prodotti da forno, salumi,
latticini, formaggi, olio di oliva, dolci, gelati, condimenti e
alcolici prodotti da artigiani. A livello provinciale si stima una
spesa delle famiglie di prodotti alimentari e bevande di 122 milioni
di euro di acquisti nel nord Sardegna (Sassari-Olbia), 106 a Cagliari,
83 nel Sud Sardegna, 50 a Nuoro e 37 a Oristano.

About Valentina Meloni

Ciao sono Valentina Meloni, ho 24 anni. Sono iscritta al corso di Laurea di Scienze della Comunicazione.

Controlla anche

wine 2408620 1920

Coldiretti Sardegna: via alla vendemmia

Get Widget Sardegna controcorrente con +15% di grappoli È partita con qualche giorno di anticipo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.