Alexa Unica Radio
tutela fornai

Tutela per i fornai della Sardegna: stop al pane surgelato

Il pane surgelato o precotto non potrà più essere venduto come fresco, norma nazionale per tutelare i 930 fornai sardi

Esultano i panificatori di Confartigianato Imprese Sardegna per il decreto interministeriale che, dal prossimo 19 dicembre, imporrà alle rivendite di separare i prodotti e di specificare il tipo di produzione e conservazione. Infatti, potrà chiamarsi “fresco”esclusivamente il pane “preparato secondo un processo di produzione continuo, privo di interruzioni finalizzate al congelamento o surgelazione, privo di additivi conservanti e di altri trattamenti aventi effetto conservante”.

Sono 930 le attività di panificazione presenti in Sardegna che,quotidianamente, sfornano Civraxiu, Coccoi, Moddizzosu ma anche rosette, schiacciatine, baguette, bananine e lingue senza dimenticare il pane alla ricotta o quello con le olive. Un sistema, quello dei panifici sardi, che quotidianamente sforna circa 3.000 quintali di prodotto, per un totale annuo che sfiora le 110 mila tonnellate, costantemente sotto attacco da parte del surgelato che arriva dall’estero o da altre regioni d’Italia, dalla concorrenza sleale e dagli abusivi.

“Finalmente i consumatori potranno scegliere tra il “pane fresco sardo” e quello proveniente da altre zone d’Europa, prodotto magari parecchi mesi prima e surgelato che peraltro ha spesso prezzi al consumatore più elevati – commenta Stefano Mameli, Segretario Regionale di Confartigianato Imprese Sardegna. “Dopo 12 anni di battaglie in Parlamento e nei Ministeri – continua Mameli- arriva una vittoria quanto mai attesa vista le difficoltà,dovute all’invasione del pane “non fresco”, che i panificatori vivono quotidianamente”.

Quindi, come impone il decreto 131 del 1° ottobre 2018, il pane confezionato che ha subito un“processo di congelamento o surgelazione” o contiene“additivi conservanti” non potrà essere venduto come fresco e in etichetta dovrà essere riportata l’indicazione“Conservato” oppure “A durabilità prolungata”. Cambierà anche la disposizione nei diversi scomparti: il prodotto“conservato” dovrà essere posizionato in scomparti diversi da quello dove si troverà il “pane fresco”. 

About Valentina Meloni

Ciao sono Valentina Meloni, ho 24 anni. Sono iscritta al corso di Laurea di Scienze della Comunicazione.

Controlla anche

white tailed eagle g2465bf2f7 1920

Pesca, consumatori e settore sempre più sostenibili

Get Widget Pesce e pescato sempre più sostenibile e la pandemia ha rafforzato l’attenzione dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.