Alexa Unica Radio
sanità eucoop ocse

Sanità: UECOOP, -46,4% infermieri in Italia su media Paesi OCSE

Al summit sull’Organizzazione Mondiale della Sanità di Roma allarme del Governo sull’Assistenza. In Italia il numero degli infermieri è inferiore alla media degli altri Paesi.

E’ in negativo di oltre il 46% (-46,4%) il differenziale dell’assistenza infermieristica in Italia rispetto alla media degli altri Paesi Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico). E’ quanto emerge da un’elaborazione dell’Unione europea delle cooperative Uecoop su dati Ocse in relazione all’allarme lanciato dal ministro della Salute Giulia Grillo al summit dell’Oms a Roma sulle carenze nel sistema sanitario nazionale di medici e infermieri.

Nonostante 443.838 infermieri – rileva Uecoop – in Italia il rapporto fra la popolazione degli assistenti sanitari e i medici è di 1,5 molto lontano dal 2,8 che è la media Ocse ed è la metà di Paesi come Germania e Francia con 3 infermieri per ogni dottore e addirittura un terzo di quanto invece avviene Finlandia, Giappone e Danimarca dove si sale a quasi 5 infermieri per ogni medico. La sfida del futuro – continua Uecoop – è quella di potenziare l’assistenza pubblica e privata attraverso il meglio delle professionalità che si potranno mettere in campo a fronte di una spesa sanitaria delle famiglie che nell’ultimo anno è già salita dell’8% arrivando a 123 euro al mese, mentre – conclude Uecoop – ci sono 12,2 milioni di italiani che, secondo il Censis, rinunciano a curarsi per difficoltà economiche, oltre 7 milioni che si sono indebitati per farlo e 2,8 milioni che hanno venduto casa per pagarsi delle cure mediche.

Di fronte a un trend di invecchiamento che negli ultimi dieci anni ha portato a un aumento del 13% delle persone sopra i 65 anni la richiesta di assistenza non potrà che aumentare – sottolinea Uecoop – ed è quindi necessario garantire numeri e professionalità sempre maggiori sia nelle strutture sanitarie che in quelle residenziali per la terza età che nelle case dove ci sono malati o anziani curati a domicilio come già fanno – conclude Uecoop – quasi 9.700 cooperative sociali e di assistenza che impiegano oltre 328mila addetti fra italiani e stranieri.

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

radio masts 600837 1920

Come in due anni il 5G cambierà l’Italia

Get Widget Secondo i dati (aggiornati a marzo 2022) dell’Osservatorio 5G della Commissione europea il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.