Alexa Unica Radio
Ferragosto

Ferragosto 2018 ai Musei Civici di Cagliari

Il Ferragosto a Cagliari è all’insegna dell’offerta culturale dei Musei Civici, la Galleria Comunale d’Arte e lo spazio Cartec, il Palazzo di Città e il Museo d’Arte Siamese “Stefano Cardu”. Grazie agli ampi e comodi orari (10 – 20), è possibile scoprire il ricco patrimonio storico artistico dell’Otto – Novecento in Città.

Il  Ferragosto al Palazzo di Città è una grande occasione per immergersi nei mitici anni Sessanta e Settanta, con ’68 Materiali per un Museo Progressista , mostra a cura di Paola Mura e Ugo Ugo. Inserita tra le
iniziative di CagliariPaesaggio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari in collaborazione con la Fondazione di Sardegna, l’esposizione ripercorre quel progetto innovativo e visionario, che raccolse attorno alla Galleria Comunale d’Arte energie e talenti di artisti, curatori, storici e critici d’arte, ma soprattutto mette in luce il lavoro del suo determinato direttore dell’epoca, Ugo Ugo, al quale si deve la realizzazione di un museo progressivo “centro pubblico d’arte contemporanea”. È possibile ammirare cinquanta opere, tra cui quelle realizzate da Bonalumi, Castellani, Griffa, Gilardi, Arroyo, Hsiao Chin, Muscu, Rossi e Antico.
Alla Galleria Comunale si trovano le ”Collezioni di un secolo breve”, raccolte nei tre nuclei Collezione
Sarda, Collezione Contemporanea e Collezione Ingrao, che testimoniano l’arte del XX secolo in Italia e in
Europa. Capolavori di Giacomo Balla e di Umberto Boccioni, Giorgio Morandi e Carlo Carrà; ma ancora, le sculture in gesso di Francesco Ciusa, tra le quali spicca “La madre dell’ucciso”. Le sperimentazioni accolte da Ugo Ugo fra il 1968 e il 1974, sono invece opere di Vincenzo Agnetti, Giulio Paolini, Mimmo Rotella, Davide Boriani e Primo Pantoli, per citarne alcuni.
Nell’adiacente spazio Cartec, fino al 2 settembre 2018, è possibile visitare Space Memory Materiali sonori per un museo progressivo, progetto corollario a ’68 – Materiali per un museo progressivo, in mostra a Palazzo di Città e nelle sale del primo piano della Galleria Comunale d’Arte. Si tratta di un’installazione sonora interattiva, prodotta da Spaziomusica e curata dal compositore Fabrizio Casti che si ispira alle opere della Collezione Contemporanea dei Musei Civici, “trasformando” le opere in dispositivi sonori.
Il Museo d’Arte Siamese “Stefano Cardu” è il gioiello d’Oriente all’interno della Cittadella dei Musei. Al suo
interno sono esposti oggetti preziosi provenienti in larga parte dal Siam, dall’India, dalla Cina, dal Giappone e dalla Malesia. Un luogo dove poter conoscere culture diverse e raffinate, piene di fascino, soprattutto per noi occidentali. Il museo osserva l’orario spezzato, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.
Dieci ore a disposizione, durante le quali ognuno potrà dedicarsi, con calma e tranquillità, al piacere di
trascorrere tutto il tempo che si desidera immersi nella bellezza del patrimonio storico-artistico della nostra
suggestiva città.

About Simona Tessitore

Controlla anche

Diodato

Grande notte di Ferragosto con Diodato al Parco dei Suoni di Riola Sardo

Get Widget Nel cuore del Sinis, Terra dei Giganti al Parco dei Suoni e delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.