Alexa Unica Radio

Criminal Quartet, il quartetto d’archi cagliaritano che suona pop

Si chiamano Criminal Quartet, il quartetto d’archi di Cagliari che riadatta i brani pop in chiave classica.

Si chiamano Criminal Quartet e sono un quartetto d’archi cagliaritano che suona un repertorio che va dai Beatles ad Ed Sheeran, passando poi per i Police, Queen e Michael Jackson. I Criminal Quartet sono musicisti professionisti che oltre ad arrangiare e ad adattare i brani rock e pop ai loro strumenti eseguono poi dal vivo i brani. Il risultato è una piacevole contaminazione di musica classica e pop orecchiabile con sonorità nuove.

Tra gli obiettivi dei Crimanal Quartet incuriosire il pubblico con brani pop e rock che hanno fatto la storia della musica, arrangiati da poter essere eseguiti da strumenti ad arco.

Il quartetto è composta da Marco Castro, da cui è partita l’idea di fondare il gruppo, al violino, Giorgio Castro alla viola, Massimiliano Marotto al violino e Massimo Battarino al contrabbasso. Un quartetto anomalo rispetto all’organico classico che prevede al posto del contrabbasso, il violoncello. I quattro musicisti provengono dal Conservatorio di Cagliari. Il nome, Criminal Quartet prende spunto dal loro primo brano con il quale si sono cimentati: Smooth Criminal di Michael Jackson.

Oltre ai Beatles e ai Queen, anche Lou Reed e i Police, ma non mancano esponenti del pop più recente come i Muse e i primi in classifica  Pharrell Williams o Ed Sheeran.

Leggi anche

http://www.unicaradio.it/wp/2018/01/criminal-quartet/ 

About Redazione

Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

Conferenza stampa dell'allenatore Ranieri: Tifosi venite allo stadio

Conferenza stampa dell’allenatore Ranieri: Tifosi venite allo stadio

Get Widget Ranieri: Con la Spal obiettivo solo la vittoria per coltivare il sogno serie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *