Alexa Unica Radio
Criminal Nightmares: Edmund Emil Kemper III

Criminal Nightmares: Edmund Emil Kemper III

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Criminal Nightmares: Edmund Emil Kemper III
/

Edmund Emil Kemper III è un assassino seriale statunitense, autore di omicidi di numerose giovani donne negli Stati Uniti tra il 1972 ed il 1973.

Conosciuto anche semplicemente come «Ed Kemper» o il “Killer delle studentesse”, è uno degli assassini seriali più efferati della storia americana. Attivo nei primi anni settanta, iniziò la sua vita criminale sparando ad entrambi i suoi nonni quando aveva quindici anni. Successivamente Kemper uccise e smembrò sei autostoppiste nella zona di Santa Cruz. Infine assassinò sua madre e una delle amiche di lei, prima di costituirsi egli stesso alla polizia poche ore dopo gli omicidi. Kemper era l’unico figlio maschio nato dall’unione tra Edmund Emil Kemper Jr. e Clarnell Strandberg. Da bambino era estremamente brillante, ma manifestò sintomi di disturbi psichici fin dalla giovane età: si divertiva a torturare e uccidere gli animali, faceva strani giochini sessuali con le bambole delle sorelle.

Edmund Emil Kemper III USA assassino killer

Era un piromane e mostrava segni di necrofilia; una volta, quando sua sorella gli disse di dare un bacio a una insegnante, ebbe una crisi di rabbia e le rispose: «Per baciarla dovrei prima ucciderla». Kemper era molto attaccato al padre e rimase devastato dal divorzio dei suoi genitori avvenuto nel 1957, essendo stato affidato alla madre, che lo portò a vivere nel Montana. Aveva un rapporto pessimo con sua madre, Clarnell, una donna violenta che lo picchiava e lo umiliava di continuo. Clarnell faceva spesso dormire il figlio chiuso in cantina, perché temeva che potesse violentare la sorella più piccola.

Nell’estate del 1963 Kemper scappò di casa.

Andò a cercare il padre in California. Una volta lì, scoprì che il padre si era risposato e non voleva avere più niente a che fare con lui; Kemper padre piazzò il figlio dai nonni, Edmund e Maude Kemper, affinché si occupassero di lui. I nonni vivevano in un ranch sulle montagne nel North Fork, in California. Kemper trovò deprimente vivere lì, specialmente perché detestava sua nonna. Il 27 agosto 1964 Kemper sparò alla nonna mentre la donna era seduta al tavolo della cucina intenta a scrivere le pagine conclusive del suo libro di fiabe. Quando suo nonno rincasò, Kemper sparò anche a lui. Poi telefonò alla madre, che lo convinse a chiamare la polizia. Interrogato, disse che «voleva solo sentire cosa si provasse a uccidere la nonna» e che uccise anche il nonno perché sapeva che si sarebbe arrabbiato con lui per quello che aveva fatto.

Ascolta il podcast per saperne di più!

About Andrea Quartu

Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

USA: maggiori libertà a chi è pienamente vaccinato

Get Widget Niente più mascherine e distanziamento sociale per chi è vaccinato. Le città USA …