Alexa Unica Radio
Cult fiction

Cult Fiction episodio 17 del 16 giugno 2017

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Cult Fiction episodio 17 del 16 giugno 2017
/

Oggi su Cult Fiction : recensione di Wonder Woman, l’ospite di oggi e Fabrizio Pucci e il Racconto sonoro di oggi e la saga di Star Wars.

Tore Seduto, timoniere della rubrica di approfondimento cinematografico, Cult Fiction, giunto alla ventitreesima puntata, ha portato avanti il programma meglio del 3D, dalle 20 alle 21 su Unica Radio.

La recensione cult di oggi  : Wonder Woman.

La recensione di oggi su Cult Fiction è Wonder Woman  un film del 2017 diretto da Patty Jenkins.A Parigi, Diana Prince riceve da Bruce Wayne la foto originale di cui Lex Luthor aveva una copia digitale; nel biglietto egli chiede se un giorno gli racconterà la storia dietro alla foto.Risultato immagini per wonder woman film

Nell’antichità Zeus creò l’uomo affinché rispettasse e pregasse gli dei; però Ares, figlio di Zeus e dio della guerra, instillò sentimenti negativi nell’umanità, che avviarono conflitti e divisioni tra i popoli; per rimediare Zeus creò le Amazzoni, donne capaci di combattere ma anche di vivere pacificamente, e le mandò presso l’umanità per insegnare la pace e l’armonia. Ares fu talmente furioso che uccise gli altri dei. Zeus, rimasto solo, sconfisse alla fine il figlio ribelle, ma non poté ucciderlo; così lasciò alle Amazzoni due doni prima di morire: l’isola di Themyscira, dove le donne guerriere vivono in pace nascoste dal mondo, e un’arma capace di uccidere Ares se e quando fosse mai tornato.

Tempo dopo la piccola principessa Diana, figlia della regina Ippolita, sovrana delle Amazzoni, vive con le sue sorelle su Themyscira, desiderando ardentemente di diventare forte come loro, ma la madre rifiuta costantemente i desideri della bambina, che viene addestrata di nascosto da Antiope, sorella di Ippolita e condottiera dell’esercito. E un film molto bello secondo i nostri conduttori soprattutto nelle scene d’azione; forse è il migliore cinecomics della DC. Le parti più belle sono le scene delle amazzoni e quelle sul fronte della prima guerra mondiale.

Ospite  Cult di oggi : Fabrizio Pucci.

L’ospite di oggi su Cult Fiction è Fabrizio Pucci  doppiatore, direttore del doppiaggio, dialoghista, attore e regista italiano.Risultato immagini per fabrizio pucci

In un’intervista ha rivelato di essere nato il 31 dicembre 1956, ma è stato registrato il giorno e l’anno successivo. È noto soprattutto per essere la voce ufficiale di Hugh Jackman, per aver doppiato Brendan Fraser nella maggior parte dei suoi film, oltre che ai personaggi di Garfield nel primo doppiaggio dell’omonima serie e Joe il Condor in La battaglia dei pianeti.Tra gli altri attori doppiati figurano Russell Crowe, Dolph Lundgren, Josh Brolin e Jon Hamm.

Racconto sonoro  : Star Wars.

Oggi su Cult Fiction il nostro racconto sonoro è :Star Wars è un franchise creato da George Lucas, che si sviluppa da una saga cinematografica iniziata nel 1977 col film Guerre stellari, sottotitolato retroattivamente Episodio IV – Una nuova speranza. A questo film sono seguite altre due pellicole, distribuite a tre anni di distanza l’una dall’altra: L’Impero colpisce ancora (1980) e Il ritorno dello Jedi (1983). Questi tre film costituiscono la cosiddetta “trilogia originale”. Sedici anni dopo l’uscita dell’ultimo film, Lucas decise di girare una trilogia prequel, composta da La minaccia fantasma (1999), L’attacco dei cloni (2002) e La vendetta dei Sith (2005). Nel 2012 The Walt Disney Company acquistò i diritti della serie e avviò la produzione di una trilogia sequel con Il risveglio della Forza (2015).

Risultato immagini per star wars

Il maestro Jedi Qui-Gon Jinn e il suo padawan Obi-Wan Kenobi vengono inviati sul pianeta Naboo per mediare una disputa tra la Repubblica Galattica e la corrotta Federazione dei Mercanti, alle dipendenze del Signore Oscuro dei Sith Darth Sidious. Dopo il fallimento della mediazione, incrociano un gungan di nome Jar Jar Binks e decidono di aiutare la regina Padmé Amidala a lasciare il pianeta per denunciare la crisi al Senato della Repubblica. A causa di un guasto all’iperpropulsore, il gruppo deve atterrare sul pianeta desertico Tatooine, dove incontra Anakin Skywalker, uno schiavo di nove anni, che Qui-Gon crede essere il Prescelto, destinato a portare equilibrio nella Forza. Dopo aver riscattato la propria libertà in una gara di sgusci, Anakin lascia il pianeta insieme al gruppo, diretto verso la capitale della Repubblica, Coruscant. Tornati a Naboo, ormai teatro di battaglia tra la popolazione del pianeta e la Federazione, Qui-Gon viene ucciso nello scontro col Sith Darth Maul, che poco dopo viene sconfitto da Obi-Wan. Il padawan promette al maestro morente di addestrare Anakin affinché diventi un Jedi, nonostante il consiglio Jedi, guidato da Yoda, abbia delle riserve sul ragazzo. Pochi giorni dopo, Obi-Wan e Anakin vengono accolti come eroi su Naboo, onorati da Amidala e dal nuovo cancelliere della Repubblica, Palpatine.

Dieci anni dopo la battaglia di Naboo, Darth Sidious e il Jedi rinnegato Dooku creano la Confederazione dei Sistemi Indipendenti, un’alleanza di sistemi planetari che promuove la sua secessione dalla Repubblica. Nel frattempo il giovane Anakin viene assegnato come guardia a Padmé, diventata senatrice e vittima di numerosi attentati, mentre Obi-Wan si mette alla caccia del sicario. Anakin e Padmé si innamorano, nonostante il codice Jedi impedisca al ragazzo qualunque attaccamento amoroso. Obi-Wan scova il cacciatore di taglie su Kamino, dove è segretamente in corso la creazione di un massiccio esercito di cloni. Obi-Wan viene catturato dalla Confederazione, e in suo soccorso accorrono i Jedi, appoggiati da Palpatine, che, grazie ai nuovi poteri conferitigli dal Senato, ufficializza la creazione dell’esercito di cloni come armata della Repubblica. L’episodio segna l’avvio delle guerre dei cloni tra forze repubblicane e separatiste in tutta la Galassia. Intanto Padmé e Anakin si sposano con una cerimonia segreta su Naboo.

A tre anni dall’inizio delle guerre dei cloni, Anakin e Obi-Wan si recano in soccorso di Palpatine, il quale è stato catturato da Dooku e dal comandante dei droidi Generale Grievous. Anakin, intanto, ha continui sogni premonitori che presagiscono la morte di Padmé. Palpatine, il quale si rivela essere il Signore Oscuro dei Sith, cerca di attrarre Anakin dalla sua parte, convincendolo che il Lato Oscuro racchiude il potere di salvare la vita di Padmé. Disperato, Anakin cede agli insegnamenti di Palpatine e diventa suo allievo. Mentre Palpatine scioglie il Senato e instaura l’Impero Galattico, autoproclamandosi Imperatore, Anakin e l’esercito dei cloni sterminano i Jedi. Obi-Wan affronta il suo allievo sul pianeta vulcanico Mustafar, privandolo delle gambe e di un braccio e lasciandolo moribondo. Il ragazzo viene però salvato in tempo da Sidious, operato e dotato di uno scafandro salvavita, diventando Dart Fener. Frattanto, Padmé muore dando alla luce due gemelli, Luke e Leila, che vengono separati e nascosti su Tatooine e Alderaan, dove i due Sith non percepiranno la loro presenza. Ha così inizio lo squilibrio della forza profetizzato dai Jedi, causato dal maggior potere acquisito dai Sith e il loro utilizzo scellerato del Lato Oscuro, ma non v’è apparentemente nessun Prescelto pronto a ristabilire l’ordine delle cose.

Episodi IV-VIRisultato immagini per star wars ep 4

Sono trascorsi diciannove anni dalla fondazione dell’Impero Galattico. L’Imperatore Palpatine ha rafforzato il suo potere sulla Galassia, mentre Lord Dart Fener ha inseguito e ucciso gli ultimi Jedi sopravvissuti. Nel frattempo si è formata l’Alleanza Ribelle, la quale, sferrando un attacco a sorpresa alla flotta imperiale, è entrata in possesso delle planimetrie della Morte Nera, una stazione spaziale capace di distruggere con il suo cannone principale interi pianeti. La Principessa Leila, membro dell’Alleanza, viene raggiunta dagli agenti dell’Impero, ma riesce a trasferire i piani nella memoria del droide R2-D2, che, accompagnato dal droide C-3PO, sbarca sul pianeta Tatooine alla ricerca di Obi-Wan Kenobi. I due vengono catturati e venduti al contadino Owen Lars, che vive insieme con la moglie e il nipote Luke Skywalker; questi scopre la loro provenienza e missione, e li accompagna da Obi-Wan, il quale vive in esilio su Tatooine sotto l’identità di Ben Kenobi. L’anziano Obi-Wan racconta a Luke che suo padre è caduto per il tradimento di Dart Fener e lo introduce alla filosofia Jedi. Per consegnare i piani ai ribelli, Luke e Obi-Wan reclutano il contrabbandiere Ian Solo, pilota dell’astronave Millennium Falcon, e il suo co-pilota, lo wookiee Chewbecca. Il Millennium Falcon giunge sulla Morte Nera, dove Luke e Ian soccorrono la Principessa Leila mentre Obi-Wan affronta Dart Fener. Il gruppo si mette in salvo nella base ribelle sulla luna del pianeta Yavin e consegna i piani all’Alleanza. La Morte Nera viene dunque attaccata dai ribelli, e distrutta grazie all’intervento di Luke.

Tre anni dopo la distruzione della Morte Nera, le forze ribelli sono costrette a evacuare la loro base sul pianeta ghiacciato Hoth per sfuggire alla persecuzione da parte delle armate imperiali, sempre guidate da Dart Fener. Mentre Leila e Ian si dirigono verso il pianeta Bespin, Luke, guidato dallo spirito di Obi-Wan, fa rotta per Dagobah per sottoporsi all’addestramento dell’ultimo maestro Jedi ancora in vita, Yoda. Giunti a Cloud City, la capitale di Bespin governata da Lando Calrissian, Leila e Ian trovano Dart Fener ad attenderli e vengono imprigionati. Avvertendo il pericolo in cui si trovano i due amici, Luke parte in loro soccorso. Al termine di un lungo duello con Dart Fener, Luke perde una mano e scopre che Fener è suo padre, un ex cavaliere Jedi un tempo chiamato Anakin Skywalker. Il Sith invita il figlio a unirsi a lui ma Luke rimane fedele al lato chiaro. Lando riesce a soccorrere il ragazzo e a liberare Leila, Ian invece viene imprigionato e consegnato dal cacciatore di taglie Boba Fett a Jabba the Hutt, il capo di un vasto impero criminale e creditore di Ian.

Un anno dopo Luke e Leila escogitano un piano per liberare Ian dalle grinfie di Jabba the Hutt. Riusciti nel loro intento, Luke torna su Dagobah per completare il suo allenamento, ma scopre che Yoda è sul letto di morte. Il maestro Jedi gli rivela che Dart Fener, un tempo Anakin Skywalker, è realmente suo padre e che il giovane deve affrontarlo nuovamente per diventare finalmente un Jedi. Dallo spirito di Obi-Wan, inoltre, Luke scopre che Leila è sua sorella. Con l’Impero che ha messo mano alla costruzione di una nuova Morte Nera, Ian e Leila guidano un gruppo di ribelli sulla Luna boscosa di Endor, abitata dagli Ewok, per disattivare il campo di energia che alimenta lo scudo spaziale di protezione della stazione orbitante, mentre le forze aeree ribelli si preparano all’assalto. Nel frattempo sulla Morte Nera, Luke affronta Dart Fener e l’Imperatore. Luke viene sopraffatto da Palpatine con i poteri del Lato Oscuro, ma Fener, per proteggerlo, si scaglia contro l’Imperatore, uccidendolo e morendo poco dopo tra le braccia del figlio a causa delle ferite riportate. Poco prima di morire, Fener ha dunque rinnegato i Sith ritornando ad essere il Jedi Anakin Skywalker, provocando così la morte di Palpatine e il disfacimento dell’Impero. Ciò riporta l’equilibrio della Forza, confermando che Anakin era per davvero il Prescelto profetizzato dai Jedi anni prima. La stazione orbitante viene infine distrutta e Luke riesce a ricongiungersi con Ian e Leila. Mentre i ribelli festeggiano la loro vittoria sull’Impero, Luke sorride agli spiriti di Obi-Wan e Yoda, ai quali si è infine unito quello di suo padre, il Jedi Anakin Skywalker. Con la sconfitta dell’Impero, i Ribelli fondano la Nuova Repubblica.

Episodi VII-IXRisultato immagini per star wars ep 7

Trent’anni dopo la distruzione della seconda Morte Nera, Luke è sparito. I resti dell’Impero si sono riorganizzati nel Primo Ordine, guidato dal misterioso Snoke; che viene contrastato dalla Resistenza, un gruppo militare fondato da Leila in seguito allo stallo politico verificatosi nel Senato della Nuova Repubblica. Nonostante i Sith siano stati sconfitti, ciò compromette l’equilibrio della Forza ottenuto dal sacrificio di Anakin. Su Jakku, il pilota ribelle Poe Dameron ottiene una mappa indicante la posizione di Luke, ma, a causa di un attacco del Primo Ordine, viene catturato, riuscendo a nascondere la mappa all’interno del droide BB-8. Disgustato dall’uccidere vittime innocenti, lo stormtrooper del Primo Ordine Finn diserta e aiuta Poe a evadere e giungere a Jakku, dove i due sono separati. Finn trova BB-8 in compagnia di Rey, una ragazza che si guadagna da vivere rivendendo rottami. I tre fuggono a bordo di un’astronave in disuso, che si rivela essere il Millennium Falcon. Il gruppo, a cui si aggiungono anche Ian Solo e Chewbecca, riesce a consegnare la mappa alla Resistenza, ma Rey viene catturata da Kylo Ren, rivelatosi essere il figlio di Ian e Leila, Ben Solo, passato al lato oscuro e affiliato al Primo Ordine. Il Primo Ordine attacca la Repubblica tramite la sua nuova superarma, la base Starkiller, distruggendo la nuova capitale, Hosnian Prime, e il Senato. Per eliminare la minaccia, Ian, Chewbecca e Finn si infiltrano nella base Starkiller, sabotano gli scudi spaziali di protezione e trovano Rey. Ian tenta di convincere il figlio ad abbandonare il lato oscuro, ma Kylo Ren lo uccide per cercare di abbracciare completamente il Lato Oscuro e si scaglia poi contro Finn e Rey, la quale lo sconfigge grazie alla sua misteriosa predisposizione all’uso della Forza. Nel frattempo, le forze aeree ribelli attaccano la base e la distruggono, mentre Rey, Finn e Chewbecca riescono a mettersi in salvo sul Millennium Falcon. Combinando la mappa in possesso della Resistenza con quella contenuta in R2-D2, Rey riesce infine a raggiungere Luke.

Subito dopo la distruzione della base Starkiller, la Resistenza viene messa in fuga dalla loro base sul pianeta D’Qar e inseguita dal Primo Ordine, che le infligge pesanti perdite. In disaccordo con gli ordini impartiti, Poe Dameron, Finn, Rose Tico e BB-8 si avventurano in una missione segreta per reclutare un mastro apri-codici, intrufolarsi nella nave ammiraglia nemica e disattivare il localizzatore del Primo Ordine, che permette di tracciare i movimenti della Resistenza attraverso l’iperspazio; la missione tuttavia fallisce, e, solo grazie al sacrificio della vice-ammiraglia Amilyn Holdo, i superstiti della Resistenza riescono a raggiungere il pianeta Crait. Intanto Rey trova Luke Skywalker sul pianeta Ahch-To e lo convince a insegnarle la via dei Jedi. Tramite una connessione mentale con Kylo Ren, Rey scopre che il motivo per cui Luke si era esiliato era che, dopo aver avvertito il possibile destino oscuro che attendeva il nipote Ben, accese la spada laser per istinto in suo momento di debolezza, provocando così la sua ira omicida e di conseguenza la conversione al Lato Oscuro. In seguito a questa tragedia, decise allora di isolarsi dal mondo per espiare la sua colpa. La connessione mentale tra Rey e Ren si fa sempre più forte, lasciando intendere un avvicinamento tra i due, ma lei viene attirata in una trappola da Snoke; tuttavia invece di uccidere la giovane, Kylo, ancora preso dal rimorso per aver ucciso il padre e non pienamente convertito al Lato Oscuro, si ribella al suo maestro, lo uccide e assume il titolo di nuovo leader supremo. Durante la battaglia finale su Crait tra Primo Ordine e Resistenza, Luke appare in una proiezione e affronta Ren, dando così modo ai ribelli di evacuare il pianeta; in seguito il Jedi si lascia morire, diventando un tutt’uno con la Forza. Rey raggiunge il pianeta e si unisce alla Resistenza aiutandola a fuggire.

Un anno dopo la morte di Luke, Kylo Ren diventato il nuovo Leader Supremo continua a dare la caccia ai membri della Resistenza per completare la conquista della galassia. Allo stesso tempo, Rey diventata una Jedi sotto l’addestramento di Leila cerca di sconfiggere il Primo Ordine aiutando la Resistenza. I due tuttavia non sanno che un antico nemico è tornato, ovvero l’Imperatore Palpatine, creduto sconfitto trent’anni prima durante l’esplosione della seconda Morte Nera. Kylo, inseguendo la fonte del potere di Snoke, raggiunge il pianeta di Exegol nelle Regioni Ignote, un antico tempio Sith, dove trova Palpatine che, dopo essere morto, è riuscito con grande sforzo a trattenere il suo spirito nel mondo dei vivi. L’Imperatore rivela che dietro al Primo Ordine vi è sempre stato lui, intenzionato a ripristinare l’Impero, affermando che Snoke era una semplice marionetta al suo servizio da lui creata e che loro sarebbero soltanto stati l’avanguardia della grande Flotta Sith nascosta nelle Regioni Ignote. Ordina infine a Kylo di uccidere Rey, in quanto ultima Jedi, promettendogli di renderlo Imperatore, così lui accetta seppur con delle riserve. Mentre la notizia del ritorno di Palpatine si diffonde nella galassia, la Resistenza cerca di raggiungere Exegol. Il trio giunge prima su Pasaana dove incontrano Lando Calrissian e poi su Kijimi dove Kylo Ren rivela a Rey la verità sulle sue origini raccontatagli da Palpatine, ovvero che è la sua nipote, e che è stata nascosta su Jakku dai suoi genitori per impedire che la trovassero i seguaci dei Sith. In seguito Rey, Poe e Finn giungono ai resti della Seconda Morte Nera, dove la Jedi affronta Kylo. Dopo essere quasi stato ferito a morte, Kylo vede in una visione suo padre Ian, riconciliandosi così idealmente con lui e tornando ad essere Ben Solo. Allo stesso momento, Leila muore, pensando poco prima di morire a suo figlio. La battaglia finale ha luogo ad Exegol, dove la Resistenza affronta la Flotta Sith. Rey e Ben affrontano Palpatine, ma il ragazzo viene scaraventato in un baratro dall’Imperatore. Sidious, che possiede dentro di sé gli spiriti di tutti i Sith, e Rey, che ha il supporto degli spiriti di tutti i Jedi, hanno uno scontro finale, che si chiude con la morte definitiva del Sith ma anche della ragazza. Ben, riemerso dal baratro, si sacrifica cedendo tutta la sua forza vitale a Rey, che torna in vita al costo della morte del ragazzo. Con la sconfitta finale di Palpatine la Resistenza ha la meglio sulla Flotta Sith. Dopo la celebrazione per la vittoria con i suoi compagni della Resistenza, Rey raggiunge in compagnia del solo BB-8 la casa dei Lars nel pianeta Tatooine, il luogo in cui vissero i membri della famiglia Skywalker, dove seppellisce le spade laser di Luke e Leila e assume il cognome Skywalker.

 

 

 

 

About Pieregidio Porcu

Ragazzo della provincia di cagliari di professione faccio il barman mi piace molto visitare posti nuovi e conoscere nuove culture, le mie passioni sono la lettura di libri di storia antica oppure sulla mia professione e ovviamente il calcio

Controlla anche

e stata la mano di dio recensione film paolo sorrentino venezia 78 3

Oscar Week: miglior film internazionale

Get Widget La Oscar Week sta per concludersi, ma non senza parlare dei film internazionali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.