Alexa Unica Radio
Karel Music EXPO’ 2016: intervista a Niccolo Francisci

Karel Music EXPO’ 2016: intervista a Niccolo Francisci

Unica Radio Podcast
Unica Radio Podcast
Karel Music EXPO' 2016: intervista a Niccolo Francisci
/

Intervista a Niccolo Francisci: lo spettacolo al Karel e l’avventura a X Factor

Intervista di Luca Piras dal Giardino sotto le Mura per il Karl Music EXPO’ 2016 a Niccolo Francisci

Come ti stai trovando in Sardegna? Ti ha fatto una buona impressione Cagliari?

“Bellissima. Sono stato accolto come un Vip. Io quasi non me lo aspettavo” 

Che tipo di spettacolo porterai in scena questa sera al Karel?

“Il solito- dice Niccolo- quello che in realtà parte dall’idea di Alice nel paese delle meraviglie poi si sposta verso altre canzoni che ho scritto nel tempo e quindi sarà quello sono”.

Come è nata questa idea di portare una fiaba e fare questa trasposizione dalla letterarietà alla musica?

Non lo so. E’ nato che avevo voglia solo della musica e quando cadono queste cose non puoi programmarle. Sostanzialmente ci sono dei bivi nella vita e a un certo punto lo prendi, quello che è veramente tuo. Infatti, io con Alice, porterò un messaggio, non solo estetico per come mi ha vesto ma voglio dire alle persone che veramente devono credere in se stesse e devono prendersi la loro vita perchè è l’unica cosa che conta visto che ne abbiamo una sola.

Il Karel è un festiva culturale che comunque ha un occhio di riguardo importante sulle tematiche sociali. Purtoppo ci sono tante notizie tristi che stiamo ascoltando in questi mesi. La musica, anche tramite lo steccalo di Alice che porterai tu in scena deve essere un modo per comunicare e aprire le persone e stimolarle?

Sai che cosa fanno alcuni? – continua Niccolo- Mi dicono “Tu dovresti fare attenzione”. Non dovrei andare a dire alle persone quello che io sento, che devono credere in se stesse. Siamo sotto il terrore quotidiano dei mass media. Ovunque, siamo sempre sotto un bombardamento negativo e quindi i giovani devono ricordarsi chi siamo, dove siamo e guardare tutto con una prospettiva diversa. Come un falco che vede tutto da una prospettiva più ampia.Il  messaggio di Alice è questo.

Il progetto di Alice 

Ho rivisitato le canzoni e i personaggi, ognuno con un genere musicale differente. Alice fa un percorso di identità all’interno della favola e questo si evince sopratutto nel film di Burton che ha voluto togliere fuori questa immagine, che oltretutto è la più semplice. Io ho semplicemente messo me stesso ed è uscito un percorso coerente con quello che sono. Io mi sono ispirato un po qui e un po la-conclude Niccolo- e ho quello che poi alla fine era nel mio destino. Forse però me lo sono andato a cercare, ci ho messo parecchio

E quando metti in scena questo spettacolo ti senti libero di dire quello che pensi e di portare il tuo pensiero tramite la musica andando contro quindi queste strutture mediatiche che a volte si creano?

Sicuramente Alice non è un disco commerciale, per cui parto già benino. Dopo mesi e mesi di lavoro posso dire che adesso ho un po la quadratura, però ho sperimentato tantissimo. Mi sono sempre cercato situazioni che potessero darmi carta bianca. Facendo così ho avuto la possibilità di ridare la fiducia delle persone che mi avevano dato questa possibilità. Per me non era scontato. Quindi molte sperimentazioni che ho fatto sono nate un po dalla necessità di esprimermi ma anche dalle canzoni, dal palco, dalla gente. Io volevo coinvolgere il pubblico a tutti i costi. Io ho portato la mia vita sul palco.

La scelta del look

Anche il tuo look è particolare, oltre che lo spettacolo e il tuo modo di pensare, è un ricordo ad Alice e al Capepllaio matto, ti fanno osservazioni strane ogni tanto?

Strano, mi guardano, vorrebbero dire qualcosa, però a volte a me fa ridere che cosa potrebbe pensare la gente. Sono entrato in un meccanismo di sicurezza tale che anche se non sono sicuro al 100%, sul palco sono comunque il Cappellaio matto che ti porta cercando di farti vedere la mia verità. Il look è solo un pretesto.

Sul palco

La mia serata questo anno è stata il 2 gennaio- riferisce Niccolo. In un posto sperduto a Roma. La seconda a metà gennaio. Vado al mercatino per comprare un po di cose. Volevo impersonare tutti i personaggi. In futuro vorrei fare un vero spettacolo teatrale. Quella sera non ho messo il cappello. A carnevale invece, l’ho messo, e da li è nata tutta questa follia. 

L’esperienza a X factor

Questo progetto e il tuo look lo hai portato anche a X factor, alle audizioni, raccontaci un po la tua esperienza, che forse non è stata capita?

No no è stata capita. Doveva essere quello che avete visto. Io sono andato li e ho detto “Faccio esattamente ciò che faccio nei locali, senza cambiarmi”. Io avrei potuto portare un pezzo più commerciali, invece volevo andare li, avevo un obbiettivo, e ho fatto la mia scena. L’hanno capita. Non sono andato a sponsorizzare. Ho aspettato che qualcuno fosse stato colpito e tanta gente mi ha scritto. E’ stato veramente bello. Le persone mi dicevano che ero un matto e io gli dicevo che ciò che hanno visto è niente. Io non volevo entrare nel programma, volevo solo fargli sapere che esistevo. 

Ho visto gente pregare per entrare lì dentro. Mi hanno detto ” Come ti senti adesso che la tua vita cambierà”. La mia vita cambia perchè sono io che gli do quella direzione. E’ questo il messaggio. Niccolo conclude affermando che “Non dovete mai andare con la convinzione che un programma ti possa cambiare la vita, semmai te la stravolgono in senso negativo. Fateci molta attenzione” 

 

About Roberta Dessì

Sono una studentessa di Scienze della Comunicazione all'Università di Cagliari. Ho 21 anni e vivo a Cagliari. Mi piace studiare ma in particolar modo mi piacciono materie che riguardano la comunicazione pubblica, d'impresa e la pubblicità. Inoltre, in linea con il percorso di studi che ho scelto, seguo molto volentieri le lezioni sul marketing e la comunicazione. Non sto mai ferma e nel tempo libero mi piace fare sport, ascoltare musica o seguire serie TV e film. Adoro viaggiare e mi piacciono molto gli animali.

Controlla anche

chitarra

Il chitarrista australiano Tommy Emmanuel in concerto a Cagliari

Get Widget Unica data in Sardegna per il chitarrista australiano Tommy Emmanuel in concerto all’Auditorium del Conservatorio …