Alexa Unica Radio
Uomo con poster di macchine dietro

Walter Falgio professore e ricercatore

Walter Falgio è uno studioso che ha pubblicato moltissimi lavori nel corso della sua ormai sempre più lunga carriera

Biografia

Walter Falgio nasce a Quartu Sant’ Elena nel 1970. Dottore di ricerca in Storia moderna e contemporanea, Università di Cagliari, XVIII Ciclo. Laurea in Filosofia, con la votazione di 110/110 lode.

Libro e università nel 700 sardo

Università, l’ era delle riforme. Uno studio di Walter Falgio analizza la “Rivoluzione delle idee” nel Settecento.

La storiografia sarda sul Secondo Settecento ha da tempo distrutto un immagine tradizionale. Quella di un’ isola estranea alle correnti di pensiero e ai moti dell’ Ottantanove. La ricerca sul riformismo sabaudo, gli interlocutori e le conseguenze nel quadro sardo, evidenzia una classe dirigente e intellettuale attenta. Ma con una volontà di modernizzazione che individua nel sistema feudale il bastione da abbattere.

Walter Falgio


Il lavoro di Walter Falgio (Libro e Università nella Sardegna del ’700, AM&D, pp. 242, euro 35), giornalista e studioso della storia della cultura, è costruito su un’ accurata documentazione e anche un rigoroso apparato critico. Nell’ ambito della riflessione sul riformismo sabaudo focalizza alcuni nodi. Il primo è il dibattito sulla “rifondazione” dell’ Università di Cagliari (1755-1764): l’ Ateneo presenta numerose criticità, dalla sede alla qualità dell’ insegnamento. Per metterlo in grado di formare anche tecnici ed intellettuali autoctoni.

Carlo Emanuele III

Carlo Emanuele III istituisce inoltre una Giunta che esamina numerose proposte di intervento su finanziamento. Strutture e anche strumenti. Impianto dei corsi, equilibrio tra docenti sardi e anche forestieri. Dotate inoltre di risorse umane e finanziarie le Università si aprono al confronto tra intellettuali sardi e non. Dei primi è figura esemplare Gemiliano Deidda, docente di Geometria, poi tra i secondi spicca Michele Antonio Plazza, professore di Chirurgia e autore della “Flora Sardoa”.

La rifondazione degli atenei

La “rifondazione” degli Atenei sardi riesce inoltre nell’ intento di formare una nuova classe dirigente. Anche se gli siti sono lontani dalle intenzioni: larga parte dei leader del triennio rivoluzionario è costituita da nobili e borghesi cresciuti nelle due università. I fenomeni di acculturazione nell’ Isola sono profondi e diffusi: alla “rivoluzione delle idee” è anche dedicato un denso capitolo. Per quest’ ultimo si parte quindi dalle ricerche sulla diffusione del libro in Francia. E anche attraverso una minuziosa ricerca tra gli atti notarili degli inventari di libri compresi in cause di successione. Cosi vengono anche analizzati struttura e patrimonio di dieci biblioteche sarde. Tra il 1773 e il 1839. Fra i proprietari, nobili ed ecclesiastici, figurano anche personaggi centrali degli ambienti riformatori.

Inoltre la consistenza va da poche decine a diverse centinaia di volumi (la Biblioteca Universitaria cagliaritana ne possedeva 8.000). L’ analisi tematica mostra inoltre il passaggio dalla prevalenza di testi teologici a quella di libri tecnici, filosofici, giuridici, letterari. Lo spagnolo cede poi all’ italiano, per effetto della politica linguistica boginiana, ed è significativa la presenza del francese.
Interessante anche la diffusione delle opere sulla Sardegna. argomento scientifico (Cetti). Poi tecnico – economico (Manca dell’ Arca e Gemelli). Anche linguistico (Madao) e storico (da Vico a Manno).

I repertori bibliografici attestano anche una presenza numerosa di autori e testi dell’ Illuminismo, dall’ “Émile” di Rousseau a diverse edizioni dell’ “Encyclopedie”. Oltre a dimostrare la vitalità dell’ apporto della giovane generazione di studiosi, il lavoro rilancia un tema centrale. Le vicende dell’ Isola inoltre non si comprendono senza il contesto italiano, mediterraneo ed europeo. In esso si sono sviluppate e di esso portano i segni investigabili, anche quando ne appaiono del tutto avulse.

About Stefano Conti

22 anni. Vive a Gonnosfanadiga. Studente di beni culturali presso l' università di Cagliari. Diplomato al liceo linguistico E. Piga di Villacidro nel 2017. Inizia li studi universitari nel 2017. Ama ascoltare musica, guardare serie tv, leggere, scrivere (ha pubblicato 7 delle sue poesie nella raccolta "Le tue parole 6" della casa editrice Pagine).

Controlla anche

Innovazione e Nuove Tecnologie: Il 1° Dicembre a Cagliari l’agricoltura 5.0 D’israele incontra la Sardegna

Get Widget L’iniziativa “agriVerso Agricoltura 5.0, Israele incontra la Sardegna”, dedicato ai temi dell’automazione, controllo …