Unica Radio Skill Alexa
Tartarughe marine

Le tartarughe marine possono trasportare sul guscio oltre 100.000 minuscoli animali

Lo studio delle numerose creature che vivono sulle tartarughe marine potrebbe aiutare gli scienziati a tracciare e conoscere meglio questi rettili.

Le tartarughe marine percorrono migliaia di chilometri nelle loro migrazioni tra gli oceani del mondo. Ma non viaggiano da sole. La ricerca mostra che esse trasportano sul carapace un sorprendente numero di diverse popolazioni di minuscole creature.

Un nuovo articolo pubblicato il 20 maggio sulla rivista Diversity mostra che le tartarughe marine comuni (Caretta caretta) trasportano una media di 34.000 esemplari di meiofauna. Piccolissimi organismi di dimensioni inferiori a un millimetro. Su una tartaruga sono stati rilevati quasi 150.000 piccoli individui, inclusi nematodi, larve di crostaceo e gamberetti.

Un intero mondo sul carapace delle tartarughe

“C’è letteralmente un intero mondo sul carapace di una tartaruga”. Afferma Jeroen Ingels. È incredibile trovare “una tale diversità di esseri su un altro organismo vivente”. Ingels e il suo team hanno scoperto oltre un centinaio di nuove specie di meiofauna, principalmente nematodi. Che non erano mai state trovate sulle tartarughe Caretta caretta né su altre tartarughe.

Il team ha fatto questa scoperta analizzando 24 tartarughe arrivate sulla St. George Island, in Florida, nel giugno 2018. Era noto che le tartarughe portassero con sé dei “compagni di viaggio”. Ma questa quantità e questo livello di diversità non erano mai stati osservati prima d’ora, afferma Ingels.

Lo Studio

Lo studio di questi minuscoli “autostoppisti” potrebbe aiutare i ricercatori a tracciare le rotte di queste e di altre tartarughe marine. Dato che certi esemplari di meiofauna appartengono unicamente a regioni specifiche. E questo dato potrebbe essere utile per le future attività di tutela delle tartarughe marine. Questa ricerca potrebbe anche aiutare a spiegare come questi piccoli animali si spostano negli oceani. Che per ora rimane un mistero.

Mondi galleggianti

“La meiofauna può occupare tutti quei piccolissimi spazi che altri organismi non possono occupare”. Quindi è prevedibile che si trovi sulle tartarughe. Ma il fatto di averne trovata in così gran numero di esemplari è stata una sorpresa.

La vita sul carapace è competitiva. Sono molti gli esseri marini più grandi, come gamberetti e granchi, anch’essi “trasportati” sul guscio delle tartarughe. Che si cibano dei più piccoli abitanti del guscio. Alcuni degli organismi più grandi, come i cirripedi, possono incrostare e danneggiare il carapace. Poi umentare l’attrito dinamico, ma possono anche essere d’aiuto nella mimetizzazione. La minuscola meiofauna, invece, non ha effetti nocivi. “Le tartarughe sono attaccate da parassiti e animali dannosi, senza dubbio, ma la meiofauna non fa parte di questi”.

Tracciatori biologici per tartarughe

I lunghi viaggi delle tartarughe marine rendono il loro tracciamento difficile e oneroso. Ingels spera che lo studio di questi piccoli “ospiti” e di quello di cui si nutrono possa fornire indizi. Su dove  li hanno intercettati o sui loro spostamenti, e Ingels spera di poter fare queste analisi in futuro.

Non sono mai stati eseguiti studi di questo tipo sulla meiofauna, ancora, ma i ricercatori hanno esaminato la struttura chimica dei cirripedi sulle tartarughe verdi e Caretta caretta. Questo lavoro mostra che gli isotopi, o varianti chimiche, all’interno dei cirripedi forniscono indicazioni sulle condizioni che caratterizzano i luoghi in cui sono stati trasportati, come ad esempio temperatura e salinità, che possono essere usate per fare ipotesi sulle rotte migratorie.

“Più guardi da vicino questi animali, più vedi quanto c’è da scoprire” afferma Robinson.

 

Passaggi d'autore

About Noemi Dessì

Noemi Dessì
Ho 21 anni e sono una studentessa di Scienze della Comunicazione. Mi piace ascoltare musica,leggere, guardare film e serie TV.....ma sopratutto scrivere!

Controlla anche

Cercasi conchiglie per paguri thailandesi

In un parco nazionale in Thailandia, i paguri si stanno moltiplicando a causa dell’assenza di …