Unica Radio Skill Alexa

Wekiwi lancia Mastercard prepagata per l’energia

Wekiwi ha stretto una partnership con Epipoli, gruppo fintech italiano attivo nelle carte prepagate, sistemi di engagement e couponing, per sviluppare una nuova Mastercard web Wekiwi, “prima carta prepagata fisica dedicata al settore energy”.

Wekiwi, l’unico operatore esclusivamente digitale di energia elettrica e gas attivo dal 2016, ha scelto Epipoli, gruppo fintech italiano leader di mercato nelle carte prepagate, nei sistemi di engagement e di couponing, per sviluppare la nuova Mastercard web Wekiwi, la prima carta prepagata fisica dedicata al settore energy.

La nuova card, sviluppata da Epipoli per Wekiwi è più di una semplice prepagata: è la testimonianza del proprio supporto a una società sempre più digitale ed ecosostenibile.

Per ogni carta utilizzata per sottoscrivere un contratto di fornitura di energia elettrica, infatti, Wekiwi si impegna a raccogliere 5 kg di plastica e piantare un albero.

Wekiwi ha da tempo intrapreso la strada della sostenibilità, non solo ambientale ma anche sociale. Lo dimostra la certificazione BCorp ottenuta dall’azienda nel 2017, che attesta non solo la provenienza dell’energia da fonti rinnovabili ma anche la continua ricerca di processi, fornitori, metodologie organizzative volte ad interagire col contesto sociale e a valorizzare gli aspetti umani del business.

L’azienda, primo e unico operatore elettrico total digital lanciato dal Gruppo Tremagi, è già protagonista di alcune partnership, da Plastic Bank a Treedom, per proteggere l’ambiente e sensibilizzare la popolazione al consumo sostenibile e consapevole.

Metodo di attivazione

La carta, attivabile comodamente online e senza commissioni a carico di chi l’acquista, può essere utilizzata in totale sicurezza e libertà su tutti i siti che accettano il circuito Mastercard, ma con un plus in più: i possessori della carta che diventeranno clienti Wekiwi riceveranno 100 euro di energia rinnovabile in regalo per risparmiare e tutelare l’ambiente.

Una serie di benefici che non riguarda solo gli utenti: la nuova Mastercard web Wekiwi è infatti uno strumento inedito per brand e operatori di ogni settore con cui accompagnare l’utente nella sua quotidianità, facendosi conoscere e offrendo uno strumento di pagamento efficace, pratico e sicuro.

Gaetano Giannetto, Fondatore e Presidente di Epipoli, commenta: “Il nostro supporto per lo sviluppo della nuova Mastercard Web Wekiwi conferma la nostra capacità di comprendere le dinamiche più salienti del presente, senza distogliere lo sguardo dalle sfide e dalle opportunità del futuro. La nuova carta prepagata risponde infatti all’esigenza fondamentale di tutelare il nostro delicato ecosistema, grazie alla partnership con un’azienda green e virtuosa come Wekiwi, ed è in linea con uno dei trend principali del mondo fintech, promuovendo attivamente una transizione verso una società sempre più cashless.”

Secondo Massimo Bello, founder di Wekiwi “L’energia è considerata spesso qualcosa di complesso. Ecco perché da qualche anno Wekiwi ha introdotto un’offerta innovativa che si basa su un concetto molto semplice: se i clienti desiderano risparmiare davvero occorre che aiutino il fornitore a ridurre i suoi costi. La “prepagata” che esiste già nella telefonia, può raggiungere questo obiettivo perché semplifica gli incassi del fornitore di energia. Grazie ad Epipoli siamo riusciti a distribuire in supermercati e punti vendita retail la prima prepagata nell’energia.”

Cosa è Wekiwi?

Wekiwi, primo e unico operatore italiano esclusivamente digital di energia elettrica e gas, nasce nel 2016 dal Gruppo Tremagi, che con la sua società core, Illumia, si posiziona come il primo family business del mercato dell’energia, con circa 1 miliardo di fatturato e 22 milioni di ebitda.

Passaggi d'autore

About Nicola Saba

Nicola Saba
Mi chiamo Nicola e dopo il diploma magistrale ho intrapreso gli studi di Scienze della Comunicazione presso la Facoltà di Cagliari

Controlla anche

Giovani imprenditori

Giovani imprenditori: serve “un patto” per cambiare l’economia

Il Papa: «L’attuale sistema è insostenibile». Però «niente scorciatoie, sporcatevi le mani. È tempo di …