Unica Radio App
Mostra abiti

Ultimi impegni per la rassegna Arrexinis

Ultimi impegni per la rassegna Arrexinis. Alla necropoli di Pill’ ‘e Mata visite guidate e una mostra di abiti tradizionali sardi rivisitati.

Ultimi impegni in agenda per Arrexinis. Iniziativa culturale promossa a Quartucciu dall’Assessorato alla Cultura del Comune e cofinanziata dalla Fondazione di Sardegna per l’organizzazione della cooperativa Forma e Poesia nel Jazz.

Completata sabato scorso, nella Domus Art, la serie di eventi “live” con un concerto del Duo Perfetto. E una conferenza sul tema della scrittura nuragica dello studioso Gigi Sanna. La manifestazione concentra i suoi appuntamenti conclusivi nella struttura della necropoli punico-romana di Pill’ ‘e Mata, alla periferia di Quartucciu. In questi spazi è allestita una mostra di abiti tradizionali sardi. Questi sono stati rivisitati in chiave moderna dagli studenti dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali “Sandro Pertini” di Cagliari. Nell’ambito del progetto “CuciAmo” che ha preso forma nelle classi 4C e 4° del corso Tessile Sartoriale.

Partendo dai capi di abbigliamento con tessuti della cultura sarda gli allievi hanno sperimentato in chiave creativa e tecnica la progettazione della mini collezione di moda. Ora in esposizione a Pill’ ‘e Mata.

Undici capi di abbigliamento che si possono ammirare fino a sabato 17 ottobre dalle 17 alle 19.

Sabato 17 ottobre, inoltre ultima giornata di Arrexinis. Mostra e visite guidate saranno quindi disponibili dalle 16,30 alle 18,30, ma anche in mattinata. E comunque, a partire dalle 10 nell’occasione, alle 10,30, è in programma una presentazione dell’esposizione di abiti con la partecipazione del sindaco di Quartucciu Pietro Pisu, dell’assessora alla Cultura Elisabetta Contini.  Ma anche della responsabile del progetto Angela Usai, docente di laboratori tecnologici ed esercitazioni dell’Istituto Professionale “Sandro Pertini”, e inoltre della dirigente scolastica Anna Maria Maullu.

Rassegna Significante

About Nadia Dessì

Nadia Dessì
Nata e cresciuta a Carbonia, dopo il diploma in Ragioneria ho proseguito gli studi presso l'Università di Cagliari, sono Dottoressa in Scienze Politiche e specializzanda in Relazioni Internazionali. Appassionata di politica e di attualità.

Controlla anche

Mani Tese cerca 200 volontari a Cagliari e Quartucciu

Mani Tese cerca 200 volontari a Cagliari e Quartucciu

Torna la campagna contro lo sfruttamento di donne e bambini Mani Tese, in collaborazione con …