Unica Radio App
find festival danza

FIND 38: domani “The Rite”, Idillio” e “Graces”

Entra nel vivo il FIND 38 / XXXVIII Festival Internazionale Nuova Danza firmato Maya Inc con lo slogan “All we can do is dance” (tutto quello che possiamo fare è ballare) con quattro intense giornate da stasera (giovedì 1 ottobre) fino a domenica 4 ottobre al Teatro Massimo di Cagliari dedicate alle creazioni di coreografi contemporanei – artisti affermati e giovani autori

Focus sulla danza contemporanea – tra creazioni di artisti di punta della scena italiana e giovani autori con il FIND 38 / XXXVIII Festival Internazionale Nuova Danza firmato Maya Inc . Il Festival quest’anno sceglie come tema e titolo dell’edizione 2020 l’invito alle danze con lo slogan “All we can do is dance” (tutto quello che possiamo fare è ballare). Da DOMANI (giovedì 1 ottobre) fino a domenica 4 ottobre si trasferisce al Teatro Massimo di Cagliari per quattro intense giornate tra le moderne declinazioni dell’arte di Tersicore.

Quattro serate al Teatro Massimo

find festival danza
Zato’ e Ychi

Da stasera Giovedì 1 ottobre alle ore 20.30 FIND si sposta al Teatro Massimo di Cagliari. In questa prima serata ben quattro proposte coreografiche intervallate da uno sfizioso aperitivo: “Nothing to Declare” di Cie Twain, “Zatò e Ychi” di ASMED, “Timeline” del Balletto Teatro di Torino e “Les Miserables” di C&C Company.

Domani sera, venerdì 4 ottobre

Sarà “The Rite” di Luciano Padovani per Naturalis Labor (in coproduzione con Hangartfest 2020) a dare il la – DOMANI (venerdì 2 ottobre) alle 20.30 alla seconda giornata del FIND 38 al Teatro Massimo di Cagliari

“The Rite”

Un’intrigante coreografia, interpretata dallo stesso Luciano Padovani insieme con Elisa Spina concepita come un moderno «rito, tra il sacro e il profano, per raccontare una umanità perduta». Una partitura gestuale in cui confluiscono varie suggestioni – da film come “2001: Odissea nella spazio” di Stanley Kubrick agli studi dell’etnologo Desmond Morris (autore de “La Scimmia nuda”) a testi fondamentali come “Totem e tabù” di Signumd Freud accanto a “Il Totemismo oggi” di Claude Levi-Strauss, fino a “Miti d’oggi” di Roland Barthes. Un’indagine sull’immaginario, la psicologia e (forse) la religione, tra spiritualità e materia, che ha un unico fulcro, un centro comune – come sottolinea lo stesso Luciano Padovani: «Ma cercando e fermando alcune immagini si possono intravvedere i visi illuminati di tanta pittura barocca (da Caravaggio a Georges de la Tour): in fondo la pittura cosa ci ha raccontato nel corso della storia? L’Uomo».

“Idillio”

find festival danza
Idillio

S’intitola “Idillio” l’assolo di e con Lorenzo Morandini per Movimento Danza – uno studio sul piacere contrapposto al rigore del “controllo”, la libertà d’espressione come spazio di fuga dalle regole – «vissuti attraverso esperienze fisiche che generano nel performer forti contrasti di movimento». “Idillio” nasce come riflessione «su come si sfogano le sensazioni di spensieratezza/urgenza dell’agire, in risposta al costante dubbio e insicurezza delle scelte che si fanno ogni giorno, come queste potrebbero far commettere un errore o avere conseguenze inaspettate alle quali non si sarà pronti a rispondere». Una pièce in bilico fra due opposti, l’ansia e il bisogno di sicurezza da un lato e la necessità di seguire i propri impulsi e le proprie intuizioni e immergersi nell’esperienza correndo anche il rischio di sbagliare, superando i propri limiti.

Graces

Infine – ultimo appuntamento della serata – “Graces” di e con Silvia Gribaudi, che firma la coreografia e pure (a quattro mani con Matteo Maffesanti) la drammaturgia ed è protagonista sulla scena insieme con Siro Guglielmi, Matteo Marchesi e Andrea Rampazzo: lo spettacolo prodotto da Zebra Cultural Zoo (in coproduzione con il Festival di Santarcangelo), già vincitore dell’azione CollaborAction#4 2018/2019, selezionato a NID Platform 2019 e finalista al Premio Rete Critica 2019 è stato realizzato con il contributo di ResiDance XL – luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche, azione della Rete Anticorpi XL – Network Giovane Danza d’Autore.

find festival danza
Graces

“Graces” si ispira «alla scultura e al concetto di bellezza e natura che Antonio Canova realizzò tra il 1812 e il 1817» – un’opera che attinge al mito delle figlie di Zeus, Aglaia, Eufrosine e Talia, «creature divine che diffondevano splendore, gioia e prosperità». Silvia Gribaudi affida a tre danzatori – tre corpi maschili – l’interpretazione delle “Tre Grazie” proiettandoli «in un luogo e in un tempo sospesi tra l’umano e l’astratto. Qui il maschile e il femminile si incontrano, lontano da stereotipi e ruoli, liberi, danzando il ritmo stesso della natura». Sul palco anche la danzatrice e coreografa Silvia Gribaudi «che ama definirsi “autrice del corpo” perché la sua poetica trasforma in modo costruttivo le imperfezioni elevandole a forma d’arte con una comicità diretta, crudele ed empatica in cui non ci sono confini tra danza, teatro e performing arts».

Sabato 3 e domenica 4 ottobre

En Attendant James B.

Il Teatro Massimo di Cagliari ospita sabato 3 ottobre dalle 20.30 un intrigante trittico con la Serata Explò – Anticorpi XL con “Gianni Pasquale” di Pablo Girolami, “Ksama” di e con Daniele Salvitto e “Another With You” di Matteo Vignali – accanto a “Space” di Marco Di Nardo e “Voglio la luna” di e con Francesca La Cava per Gruppo e-Motion; e infine domenica 4 ottobre dalle 19 sempre sotto le insegne del FIND 38, “Over/Under” di Matteo Bittante e “En attendant James B.” della compagnia francese Art Mouv’.

Il progetto “Showindows”

Prosegue OGGI (giovedì 1 ottobre) dalle 17.30 alle 20 il progetto “Showindows” 2020 dell’ASMED – con installazioni e performances in vetrina nei negozi del centro di Cagliari – con le coreografie di Lucas Delfino e Valeria Russo, anche protagonisti in scena con Chiara Mameli e Luca Massidda – per far vivere la danza in luoghi inusuali (i prossimi appuntamenti nei giorni 3-7-10-14-17-21-24 ottobre – sempre dalle 17.30 alle 20 nelle vie del centro storico del capoluogo).

Gli altri appuntamenti

find festival danza

Il FIND 38 / XXXVIII Festival Internazionale Nuova Danza firmato Maya Inc proseguirà dall’8 ottobre ai Giardini Sotto le Mura di Cagliari con “Who is Joseph?” di Davide Valrosso, “Un instant dans la maison d’autrui” di Claudio Bernardo (il 9) per un omaggio a Maurice Béjart, “Home Sweet Home” e “Simple Love” di Roberta Ferrara (il 10), “Solo Dante #Inferno” di Monica Casadei e “Kurup” di Nicolas Grimaldi Capitello (l’11). “Immaginare la danza” il 16 ottobre con la conferenza di Caterina Di Rienzo, poi “Zatò e Ychi” e il FINDER con i Giovani Autori; il 17 “The Halley Solo” di Fabrizio Favale e il 18 “Lughente e Sùtile Lughe” di LucidoSottile.
Infine dal 28 al 30 ottobre alle 21 al Teatro Civico di Sinnai il debutto di “Four” dell’ASMED/ Balletto di Sardegna.

Informazioni

FIND 38 – XXXVIII Festival Internazionale Nuova Danza
Maya Inc

Traversa via della Pace, 2, 09044 – Quartucciu
[email protected] | +39 342 7838614 | 070/4671139
www.findfestival.org | Twitter | Facebook instagram

Danza d’autore al Teatro Massimo per il FIND 38
Rassegna Significante

About Isabella Elaine Alexandra Farigu

Isabella Elaine Alexandra Farigu
Nata in Germania da madre tedesca e padre italiano, sono arrivata in Sardegna all'età di tre anni. Subito dopo il diploma mi sono trasferita a Londra dove ho lavorato nel settore ristorativo per dieci anni. Svariate stagioni estive le ho passate lavorando a Ibiza, Barcellona, Amburgo.. Ho una grandissima passione per i viaggi, i libri e gli animali.

Controlla anche

Spazi di frontiera

Spazi di frontiera: ultimi appuntamenti per il festival teatrale

Sabato e domenica a Portoscuso e Bacu Abis gli ultimi appuntamenti del festival. Protagonisti Il …