Unica Radio Skill Alexa
Piccoli Brividi in Castello

Piccoli Brividi in Castello

Venerdì 30 ottobre dalle ore 16:00 alle 17:00 presso Castello si terrà un percorso incentrato sulla scoperta delle storie misteriose sarde.

Un simpatico evento per bambini a spasso per Castello alla scoperta di storie misteriose e leggende della tradizione sarda. Scopriremo che Halloween è una festività presente con nomi diversi anche in Sardegna. Racconteremo di fantasmini dispettosi, di fatine, folletti e tante altre figure leggendarie che meritano di essere conosciute anche dai più piccoli. Il percorso ha la durata di 1 ora. Per garantire il rispetto delle norme di sicurezza, si formeranno piccoli gruppi nei diversi orari disponibili. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione indicando il giorno e l’orario che si preferisce.

castello Cagliari centro storie

Informazioni Utili.

Il costo è di 5 euro per i bambini e di 3 euro per gli adulti.
Per prenotare e per informazioni potete contattare il numero 3494932296 o inviare un messaggio privato alla pagina Facebook. Attenzione: a causa della necessità di mantenere le distanze e quindi della limitazione del numero dei partecipanti, è preferibile che partecipi un solo accompagnatore adulto per ogni bambino. Il punto di incontro è in piazza Aquilino Cannas fronte Porta Cristina almeno un quarto d’ora prima dell’inizio della visita.

Castello.

Castello (Casteddu de Susu in sardo, trad. in italiano Castello Superiore) è il principale dei quattro quartieri storici della città di Cagliari. Sorge in posizione preminente, su un colle calcareo, a circa cento metri sul livello del mare. Popolarmente il quartiere è indicato senza l’articolo. I Pisani fondarono questo quartiere nel XIII secolo, lo fortificarono, dotandolo di mura, torri e bastioni e vi trasferirono le sedi del potere civile, militare e religioso dalla capitale giudicale di Santa Igia, che avevano precedentemente distrutto, decretando la fine dello stesso giudicato di Càlari. Da allora, sotto ogni dominazione, da quella Pisana (XIII – XIV secolo), a quella Aragonese-Spagnola (XIV – XVIII secolo) e Piemontese (XVIII – XIX secolo), fino al secondo dopoguerra il Castello ha ospitato i palazzi del potere e le residenze nobiliari.

Questo gli ha permesso di identificarsi con la città, che non a caso in sardo si chiama Casteddu. Al quartiere ancora oggi si accede attraverso le antiche porte medievali, aperte nelle mura che ancora cingono gran parte del perimetro del Castello, isolandolo dal resto della città. Il Castello ospita attualmente importanti istituzioni, quali la Prefettura e l’aula Consiliare della Città Metropolitana di Cagliari nei locali del palazzo Reale, ubicato nella Piazza Palazzo.

La Parrocchia del Castello è intitolata a santa Maria e cointitolata a Santa Cecilia e ha la sua sede nella Chiesa Cattedrale, la chiesa principale dell’Arcidiocesi di Cagliari, anch’essa nella Piazza Palazzo. Anche l’Università degli Studi di Cagliari ha in Castello la sua sede principale, nel palazzo settecentesco che ospita gli uffici del Rettorato.

Passaggi d'autore

About Andrea Quartu

Andrea Quartu
Studio Scienze Della Comunicazione. Estremamente sopra le righe e appassionato di moda. Mi piace molto scrivere, ma ho sempre paura di sbagliare le virgole.

Controlla anche

Laura Fortuna

Secondo appuntamento di Enoteca, pecora e pecorino

Domenica 6 dicembre a Cagliari il secondo appuntamento di Enoteca.Pecora e pecorino saranno gli ingredienti …