Unica Radio App
Giorgia Benusiglio

Giorgia Benusiglio dialoga con Roberto Scema a Baradili

Il 27 Settembre 2020 a Baradili si terrà la presentazione del libro di Giorgia Benusiglio che ,inoltre, dialogherà con Roberto Scema 

Domenica 27 Settembre 2020 alle ore 18,00, organizzata Dall’Amministrazione Comunale di Baradili in collaborazione della Nur, presso il Montegranatico in Via Municipio,4 a Baradili Giorgia Benusiglio dialogherà con Roberto Scema e presenterà il suo libro: Io non smetto. La vita è uno sballo. GIORGIA BENUSIGLIO nata a Milano il 27 luglio 1982. Dopo il diploma in lingue, SI è laureata in Scienze della Formazione Primaria, all’Università Cattolica del Sacro Cuore, di Milano. La sua tesi dal titolo “Psicologia della famiglia: relazioni e comportamenti a rischio in adolescenza”. Nel 1999 è stata miracolosamente salvata, grazie ad un trapianto di fegato, dopo aver assunto una piccola quantità di ecstasy. Da quel giorno, ha deciso di trasformare la sua esperienza in una lezione di vita, informando e parlando ai ragazzi dei rischi legati all’assunzione di droghe.

Il libro in collaborazione con Renzo Agasso

Da più di 10 anni, svolge un’attività di prevenzione raccontandosi nelle scuole. Questo affinché il suo errore possa evitare quello di qualcun altro, per dare ai giovanissimi quella giusta informazione che lei non ha avuto. Il forte impatto mediatico che la sua storia ha avuto, la ha portata negli anni ad essere richiesta in parecchi programmi televisivi e radiofonici. Nel tentativo di far arrivare il suo messaggio a quanti più giovani possibili, ha deciso di scrivere un libro. Scritto in collaborazione con Renzo Agasso dal titolo “Vuoi trasgredire? Non farti!”,edito da San Paolo, presentato nel 2010. Dal 2015 tiene una rubrica all’ interno del mensile “Ben Essere”, trattando tematiche relative alle dipendenze e alle problematiche giovanili, spesso riscontrate nel periodo di crescita verso l’età adulta, affinché le famiglie riescano a sentirsi supportate, informate e di conseguenza più vicine ai propri figli e alle loro esigenze adolescenziali.

Il docufilm

A fine 2015 la decisione di trasformare la mia storia in un docufilm “Giorgia Vive”. Film che tocca varie tematiche sociali, tra le quali: la pericolosità delle droghe, anche tramite assunzione saltuaria, l’importanza della donazione degli organi, il valore della famiglia e dell’amore. Inoltre, principio cardine del film è il saper trarre da un evento critico e negativo qualcosa di positivo per sé stessi, ma soprattutto per gli altri. Dai primi di ottobre 2018 è in vendita in tutte le librerie il mio secondo libro “Io non voglio smettere” edito da Mondadori. Un romanzo che parla ai giovani, mettendoli davanti alle loro paure e ai loro sogni.

I premi

Premi: 2014, Melvin Jones Fellow, LIONS. 2015, Libertà Parmigiana, un importante premio di Parma (già assegnato tra l’altro alla premio Nobel per la pace Shirin Ebadi[1]) per essere la principale testimonial Italiana della lotta alla droga. 2015, Vigna d’Argento, consegnatole direttamente da sua eccellenza il Questore di Lecce, Claudio Palomba, per il suo grande impegno sociale volto a salvare i giovani e a renderli più consapevoli sui reali rischi e danni che comportano le droghe. 2016, Maestro Fardo, riconoscimento alla virtù civica e alla solidarietà promosso da Legambiente, Avis e Admo. 2016, PremioCariddi della città di Taormina,al film “Giorgia vive” durante il Film Festival di Taormina. 2017, Premio Mediterraneo per la Vita. 2017, Paul Harris Fellow, Rotary Club.

Rassegna Significante

About Angela Farris

Angela Farris
Sono Angela Farris, nata a Nuoro, diplomata nel 2015 presso l'istituto tecnico L.Oggiano di Siniscola e attualmente sono laureanda in beni Culturali e Spettacolo

Controlla anche

Fotografia

Il Ritratto Fotografico tra interpretazione e percezione

In occasione della mostra Icons di Steve McCurry si apre un ciclo Laboratori di Fotografia …