Unica Radio App
Olbia concerto vittime Cugnana

Olbia, Il Concerto per le vittime di Cugnana

L’Accademia Musicale Bernardo De Muro presenta il Concerto per le vittime di Cugnana, si terrà Olbia venerdì 28 agosto

Tra arie d’opera e melodie partenopee, il baritono Devid Cecconi canta per le vittime dell’incendio di Cugnana, venerdì 28 agosto alle 21.30 a San Pantaleo. L’ingresso sarà gratuito. Sulle note del pianoforte di Marco Schirru nel concerto a cura dell’Accademia Bernardo De Muro. Con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Olbia.

L’omaggio in musica alle vittime dell’incendio di Cugnana: venerdì 28 agosto alle 21.30. Davanti alla chiesa di San Pantaleo (Olbia) riecheggeranno le note preziose del recital del baritono Devid Cecconi. Accompagnato al pianoforte da Marco Schirru nell’evento dedicato a quanti – donne, uomini e bambini – persero la vita nello spaventoso rogo trentun anni fa.

Arie d’opera e canti popolari si alterneranno ai virtuosistici assoli sulla tastiera nel concerto. Nell’ambito della XXI Stagione Concertistica e incastonato nel progetto In-Itinere 2020. Realizzato con il patrocinio e il sostegno del Comune di Olbia e fortemente voluto dall’assessora alla cultura Sabrina Serra. L’evento è sostenuto anche dalla Regione Sardegna e dalla Camera di Commercio con “Salude e Trigu”.

La città si riunisce

La città si riunisce idealmente presso lo storico santuario. Cuore del piccolo borgo di San Pantaleo. Per commemorare le vittime di una tragedia immane, scaturita dalla follia e dalla temerarietà dei piromani. Tuttavia, che continuano a mandare in fumo l’inestimabile patrimonio naturale e paesaggistico dell’Isola.

Il melodramma

Il pathos del melodramma, con alcune immortali pagine tratte da capolavori come “Cavalleria Rusticana”, “Rigoletto” e “Andrea Chénier”. Si fonde alla grande tradizione della canzone napoletana. Pertanto, nell’interpretazione di Devid Cecconi: il baritono fiorentino, all’attivo un’importante carriera internazionale, tra l’Italia e l’Europa fino all’Estremo Oriente. Inoltre, già protagonista sul palco del Teatro Lirico di Cagliari. Ritorna nell’Isola per un recital in cui l’arte del “belcanto” si trasfigura in pietas e in poesia. La magia delle note per stemperare il dolore e l’amarezza e tracciare ponti con l’invisibile. Per non dimenticare il dramma di una catastrofe annunciata e per riaccendere la speranza e la fiducia nell’umanità e nel futuro.

Il ricordo della tragedia

Tredici le vittime di una strage consumata nella quiete e nella calura di una giornata di agosto. Inoltre, otto imprigionate nelle loro vetture. Nel tentativo di sfuggire alla furia del fuoco.

«Nella suggestiva cornice della piazza di San Pantaleo. Quindi, si rinnova come ogni estate l’appuntamento con il “Concerto per le vittime dell’incendio di Cugnana”. Un evento nel segno dell’arte e della bellezza per ricordare le tredici persone le cui esistenze furono travolte e inghiottite dal fumo e dalle fiamme. Nell’agosto del 1989 che assume quest’anno un significato particolare, spiega Sara Russo, presidente dell’Accademia Bernardo De Muro.

Il ricordo della tragedia è impresso nella memoria della comunità. I volti delle persone care, di amici e conoscenti, i loro sorrisi e i loro gesti. L’eco delle loro parole riaffiorano nell’anniversario di quel terribile 28 agosto. In cui la serenità di un periodo di vacanze e spensieratezza è stata sconvolta dalla potenza inarrestabile del fuoco. Dal piccolo golfo di Cugnana è giunto fino alla Costa Smeralda.

In questo momento di inquietudine e paura di fronte alle conseguenze di una pandemia, ci affidiamo all’arte e alla sensibilità del baritono Devid Cecconi e al pianoforte di Marco Schirru per ricordare quelle vite crudelmente spezzate: la musica è il solo linguaggio capace di esprimere l’indicibile, di fronte al dolore di un dramma incomprensibile, la bellezza l’unica consolatrice nel mistero della fine».

Realizzazione del concerto

Il Concerto per le vittime dell’incendio di Cugnana è organizzato dall’Accademia Musicale Bernardo De Muro in collaborazione con la Scuola Civica di Musica di Olbia, nell’ambito della XXXI Stagione Concertistica e inserito nel progetto In-Itinere 2020 – con la direzione artistica del maestro Fabrizio Ruggero – e realizzato con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Olbia, grazie all’impegno dall’assessora Sabrina Serra. L’evento è inoltre sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna e dalla Camera di Commercio attraverso l’iniziativa “Salude e Trigu”.

 
Rassegna Significante

About Carla Succa

Carla Succa
Laureanda in Beni Culturali e Spettacolo. Instancabile sognatrice, curiosa dalla nascita, coltivo differenti passioni tra cui la lettura dei classici, il cinema e tutto ciò che può essere considerato una forma d'arte. Seguo assiduamente l NBA e tutto ciò che ne consegue. Sono sempre pronta ad affrontare un nuovo viaggio!

Controlla anche

festival in movimento

Festival In Movimento: gli ultimi tre appuntamenti

Teatro a Fluminimaggiore con tre imperdibili appuntamenti: “La luna e i falò”, “Riccino e Riccetta” …