Unica Radio App
luogosanto

Luogosanto: tutto pronto per la Festa Manna di Gaddura

Luogosanto celebra la 792esima edizione della Festa Manna di Gaddura da domani 30 agosto al 15 settembre

Luogosanto, centro di tradizione e cultura religiosa, si appresta a festeggiare la 792esima edizione della Festa Manna di Gaddura. Dal 30 agosto al 15 settembre il suggestivo centro medioevale nel cuore della Gallura, devoto alla Madonna “Nostra Signora di Locusantu”, accoglierà i fedeli che, nel rispetto del delicato momento che sta attraversando la Sardegna, non mancheranno l’appuntamento con la solenne e storica ricorrenza. Le giornate più importanti saranno quelle del 7, 8 e 9 settembre. Dedicate rispettivamente alla vigilia, alla Festa di “Nostra Signora di Locusantu” e alla festa di San Giuseppe.

Il sindaco: “Sarà una festa in sicurezza nel rispetto della tradizione e delle norme anti Covid”


Il coronavirus è entrato pesantemente nelle nostre comunità – dichiara il sindaco di Luogosanto, Agostino Pirredda -. Abbiamo dovuto fermare qualsiasi attività sociale, rinunciare alle feste campestri e alle bellissime serate dedicate alla promozione del territorio e dei prodotti locali. Ora siamo arrivati alla Festa Manna: otto secoli di storia alle spalle e una scelta importante da compiere. Abbiamo deciso di organizzare la festa – continua il sindaco -, nel pieno rispetto delle normative legate alla sicurezza. Di concerto con la parrocchia, il Comitato Fidali ’76 presieduto da Pietro Mara; la Pro Loco con il presidente Angelo Cuccu e grazie alla collaborazione dell’ufficio turistico, abbiamo deciso di andare avanti. Forti anche del supporto delle forze dell’ordine e delle diverse associazioni coinvolte a vario titolo. Le manifestazioni religiose e le serate musicali si svolgeranno in piazza Incoronazione. Questa edizione della Festa Manna sarà nel segno del rispetto delle regole che garantiscono la sicurezza di tutti”.

luogosanto


Per consentire ai pellegrini di varcare la Porta Santa ne è stata rinviata la chiusura.

La chiusura della Porta Santa è stata rinviata all’otto dicembre. Di questo ringraziamo Sua Eccellenza, monsignor Sebastiano Sanguinetti, per aver prolungato di qualche mese questo tempo di grazia – commenta il parroco, Don Efisio Coni -. Già nei mesi precedenti all’inizio dell’emergenza sanitaria diverse centinaia di pellegrini hanno varcato la sacra soglia. Auspichiamo di poter ancora accogliere tutti coloro che nei mesi primaverili hanno dovuto rinunciare. Organizzare la festa di Nostra Signora di Luogosanto in tempi di Covid-19 non è un’impresa facile. Sarà una festa a ranghi ridotti, data l’emergenza e le contingenze sanitarie, ma cercheremo ugualmente di onorare Nostra Signora di Luogosanto”.

Il programma

I preparativi per la Festa inizieranno il 30 agosto con la novena; seguita da nove sere di canto e preghiera, celebrate nella Basilica. Non poteva mancare il tradizionale “Lu caracólu di li bandéri”; il corteo dei fedeli in automobile che, a suon di campane e clacson, compiono tre giri attorno al santuario per poi percorrere le vie del borgo e delle campagne esponendo le bandiere delle chiese di Luogosanto. L’ottavo giorno della novena, il 6 settembre, si svolgerà la Fésta di li stéddi (la festa dei bambini) con la benedizione dei bimbi. La Festa Manna entrerà nel vivo il 7 settembre, giorno della vigilia. Con la solenne celebrazione nei primi vespri della Natività della Beata Vergine Maria; presieduta dal parroco Don Efisio Coni e cantata dal coro parrocchiale “Nostra Signora di Locusantu”.

Gli eventi più attesi

Alle 19.30, si svolgerà la fiaccolata con le confraternite della Gallura per il pellegrinaggio penitenziale dei fedeli dalla chiesa di San Quirico alla Basilica; successivamente si terrà la gara di canto a chitarra in lingua gallurese. Il giorno successivo, l’8 settembre, la Festa toccherà il momento più importante e solenne con la Santa messa del mattino. Il corteo a cavallo delle bandiere religiose e a seguire la solenne processione con il simulacro della Vergine Maria; i cavalieri di Luogosanto, i gruppi folk della Gallura, la banda musicale di Calangianus, le autorità religiose e civili, il comitato organizzatore e i fedeli. Poi la Santa messa presieduta dal vescovo, Monsignor Sebastiano Sanguinetti e cantata dal coro parrocchiale “Nostra Signora di Locusantu”. In serata, alle 21, in piazza Incoronazione spazio alla musica con il concerto del gruppo musicale “Sogno”.

luogosanto

Ci saranno altre serate di intrattenimento a caratterizzare questa edizione della Festa Manna; come quella del 9 settembre, alle 21.30, quando in piazza Incoronazione, si terrà l’esibizione del gruppo “DGD – De Gregori Guccini De André”.

Il 12 settembre gemellaggio con “Isole che parlano”

C’è attesa anche per il 12 settembre, quando Luogosanto ospiterà una data del festival “Isole che parlano” con tre differenti appuntamenti. Alle 10.30 alla Basilica, concerto degli Amici di Matteo Campanari di Locusantu e la partecipazione speciale del trombettista sardo avant-jazz Arricardu Pitau; alle 11,30 al Palazzo Baldu l’incontro/lezione tra Jabel Kanuteh e Kalifa Kone; infine alle 12, l’inedito concerto che mette a confronto la cultura griot del Gambia con quella del Mali. L’ultimo appuntamento il 15 settembre, con la “Fèsta di l’òttu”. Festa segnata dal passaggio di consegne del vessillo mariano dal comitato organizzatore uscente dei “Fidali 1976” a quello entrante dei “Fidali 1977”.


luogosanto

792ª FESTA MANNA DI GADDURA: il programma di tutti i giorni della festa 30 agosto > 15 settembre

Domenica 30 agosto, primo giorno della novena

8.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa;
10.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa;
17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Lunedì 31 agosto, secondo giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Martedì 1 settembre, terzo giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Mercoledì 2 settembre, quarto giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Giovedì 3 settembre, quinto giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Venerdì 4 settembre, sesto giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Sabato 5 settembre, settimo giorno della novena

17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa con omelia e presenza di tre diaconi;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Domenica 6 settembre, ottavo giorno della novena, Fèsta di li stéddi (Festa dei bambini)

8.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa;
10.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa;
11.30, Giardino della Madonna dei Bambini: Benedizione dei bambini;
17.30, Basilica N.S. di Locusantu: Santo Rosario e Novena;
18.45, Piazza della Basilica: Lu caracólu di li bandéri, corteo automobilistico delle bandiere religiose.

Lunedì 7 settembre, Lu ’èsparu, nono giorno della novena e vigilia della festa

18.30, Piazza Incoronazione. Solenne celebrazione nei primi vespri della Natività della Beata Vergine Maria, presieduta dal parroco Don Efisio Coni e cantata dal Coro polifonico “Regina di Gallura”; 19.30, Via Regina Elena, Piazza della Basilica, Via Vittorio Emanuele II, Via Giuseppe Garibaldi e Piazza San Quirico. Fiaccolata con le confraternite della Gallura per il pellegrinaggio penitenziale dei fedeli dalla chiesa di San Quirico alla basilica di N.S. di Locusantu;
21.00, Piazza Incoronazione. Li canti a ghittèrra, gara di canto a chitarra in lingua gallurese. Con i cantanti Adriano Pirredda, Stefano Achenza e Emanuele Bazzoni; accompagnati dal chitarrista Bruno Maludrottu.

luogosanto

Martedì 8 settembre, Fèsta di Nòstra Signóra di Locusantu (Festa di Maria Bambina)

8.30, Basilica N.S. di Locusantu. Santa Messa;
9.30, Piazza della Basilica. Lu caracólu di li bandéri a cabaddu; corteo a cavallo delle bandiere religiose. A seguire, lungo Via San Trano; Piazza della Basilica; Via Giuseppe Garibaldi; Via Vittorio Emanuele II e Piazza della Basilica; La prucissiòni di Nòstra Signóra. Solenne processione con il simulacro della Vergine Maria, i cavalieri di Luogosanto; i gruppi folk della Gallura, la banda musicale di Calangianus, le autorità religiose e civili, il comitato organizzatore e i fedeli;
11.00, Piazza Incoronazione. La Missa Manna, Santa Messa solenne presieduta dal vescovo S.E. Mons. Sebastiano Sanguinetti e cantata dal Coro parrocchiale “Nostra Signora di Locusantu”;
12.00, Piazza della Basilica. Consegna ai partecipanti e alle autorità di un’opera di artigianato artistico col marchio dell’edizione della festa;
21.30, Piazza Incoronazione. Concerto del gruppo musicale “Sogno”.

Mercoledì 9 settembre, Fèsta di Santu Gjasèppa (Festa di San Giuseppe)

17.00, Piazza della Basilica; Via Regina Elena, Via Caprera; Via Trieste, Via Trento; Piazza della Basilica; La prucissiòni di Santu Gjasèppa. Processione in onore del santo con banda musicale, gruppo folk, autorità religiose e civili e comitato organizzatore;
18.00, Basilica N.S. di Locusantu. Santa Messa presieduta dal parroco Don Efisio Coni;
21.30, Piazza Incoronazione. Concerto del gruppo musicale “DGD – De Gregori Guccini De André”.

Sabato 12 settembre

Sabato 12 settembre il Festival “Isole che Parlano” farà tappa a Luogosanto con tre differenti appuntamenti nel corso della mattinata. Il primo alle 10:30 nella Basilica di Nostra Signora di Luogosanto “Toccos e Repiccos”. Il consueto appuntamento con le musiche tradizionali tra sacro e profano di Granito XV Edizione sarà quest’anno dedicato al concerto degli Amici di Matteo Campanari. Con la partecipazione speciale del trombettista sardo avant-jazz Arricardu Pitau (Riccardo Pittau); punta di diamante della scena creativa isolana. Artista capace di fondere la tradizione campidanese con la matrice balcanica e l’improvvisazione. Un incontro inedito ai piedi del campanile, in un dialogo serrato in terzinato.

A seguire saranno i resti del suggestivo Palazzo di Baldu – una delle più importanti testimonianze della vita medioevale del Giudicato di Gallura, lo stato sovrano esistente tra il 1020 e il 1296 nel nord Sardegna – a ospitare prima, alle 11:30, l’appuntamento annuale con l’incontro/lezione che vedrà in dialogo quest’anno Jabel Kanuteh e Kalifa Kone; subito dopo, alle 12:00, l’inedito concerto che mette a confronto la cultura griot del Gambia con quella del Mali. Un incontro all’insegna dell’improvvisazione tra due grandi interpreti e innovatori della tradizione, che hanno scelto l’Italia come terra in cui far fiorire la loro creatività musicale.

Martedì 15 settembre, Fèsta di l’òttu, serata finale

18.00, Basilica N.S. di Locusantu: Santa Messa presieduta dal parroco Don Efisio Coni;
18.45, Piazza della Basilica: Passaggio di consegna del vessillo mariano dal comitato organizzatore uscente dei “Fidali 1976” a quello entrante dei “Fidali 1977”;
19.00, Piazza della Basilica: Benedizione delle automobili.

Rassegna Significante

About Isabella Elaine Alexandra Farigu

Isabella Elaine Alexandra Farigu
Nata in Germania da madre tedesca e padre italiano, sono arrivata in Sardegna all'età di tre anni. Subito dopo il diploma mi sono trasferita a Londra dove ho lavorato nel settore ristorativo per dieci anni. Svariate stagioni estive le ho passate lavorando a Ibiza, Barcellona, Amburgo.. Ho una grandissima passione per i viaggi, i libri e gli animali.

Controlla anche

castello di sanluri

Festival Rete dei Castelli: 26 settembre Gran finale

Gran finale per il festival Rete dei Castelli della Sardegna: sabato 26 settembre nell’ultima tappa …