Unica Radio App
Escursione tra il Colle Sant'Elia e Calamosca al tramonto

Escursione tra il Colle Sant’Elia e Calamosca al tramonto

L’appuntamento è giovedì 27 e venerdì 28 agosto alle ore 19:00 – una passeggiata al tramonto al Colle Sant’Elia e a Calamosca organizzata da “L’Isola che vorrei”

L’associazione L’Isola che vorrei continua ad organizzare passeggiate al tramonto alla scoperta dei luoghi più caratteristici, e a volte meno conosciuti, di Cagliari. Questa settimana il protagonista sarà il Colle Sant’Elia, dove si potranno scoprire tante storie e ammirare altri panorami mozzafiato.

La partenza sarà dal piazzale del Lazzaretto. Si percorrerà un breve tratto del Borgo Sant’Elia per ammirare il Faro di Calamosca, uno dei fari più antichi della Sardegna. Risalente al 1850, è costituito da un edificio a due piani sormontato da una torre cilindrica a strisce bianche e nere. Sorge in vicinanza della baia di Calamosca, posizione singolare perchè separa il Golfo degli Angeli (a occidente) dal Golfo di Quartu (a oriente). Si proseguirà poi per incontrare, lungo il percorso, alcune postazioni militari antiaeree di un passato molto recente: tra le altre si visiterà la “Batteria Antiaerea C135“, utilizzata durante la II Guerra Mondiale.

Il Colle Sant’Elia

Si salirà poi sul Colle Sant’Elia, ricco di reperti archeologici e carico di sorprese anche sotto l’aspetto naturalistico. Sarà facile rimanere meravigliati dalle rarità botaniche che continuano a crescere indisturbate da secoli in questo angolo della città. Tra i profumi dei fiori, alimentati dal vento, si farà visita al Fortino di Sant’Ignazio, risalente alla fine del 1792, dove ci si rilasserà ammirando il tramonto sulla città. Vicino al Fortino si trova anche la vecchia postazione DI.C.A.T (Difesa contraerea territoriale), un’altra testimonianza imperdibile della II Guerra Mondiale.

Tornando indietro verso il Borgo Sant’Elia si raggiungerà la base del costone roccioso. Qua si erge, imponente, un’antica torre costiera, la Torre del Prezzemolo o “de su Perdusemini“, risalente al XVI secolo. Costituita da blocchi di pietra calcarea e destinata all’avvistamento delle navi nemiche.

Il percorso

Il percorso ha una lunghezza di 2,5 km e una durata di circa 2 ore e mezza.
È un trekking semplice, di difficoltà bassa, ma è indispensabile indossare abbigliamento comodo e scarpe da trekking o sportive e munirsi di una sufficiente scorta d’acqua. L’appuntamento è per giovedì 27 o venerdì 28 agosto alle ore 19.00 nel piazzale antistante il Lazzaretto, nel Borgo Sant’Elia. La visita guidata è condotta da guide abilitate, iscritte al Registro Regionale della Sardegna. Occorre la prenotazione.

Ogni partecipante dovrà portare con sè una mascherina da indossare all’occorrenza (sicuramente negli spazi al chiuso o se ci si avvicina per parlare con altre persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare). Ogni partecipante porterà con sè una confezione di gel igienizzante. Occorrerà, ove possibile, mantenere la distanza di 1 mt tra i partecipanti (con eccezione dei nuclei familiari).

Rassegna Significante

About Roberta D'Aprile

Roberta D'Aprile
Nata e cresciuta a Cagliari. Da sempre amante del cinema, delle serie televisive, della fotografia e di qualsiasi forma d'arte, oggi sono una laureanda in Beni Culturali e Spettacolo con indirizzo Spettacolo. Nel tempo libero mi occupo di volontariato, nello specifico animalista.

Controlla anche

Scuola1 2 Impennata casi Sardegna, sindaci "preoccupati"

Impennata casi Sardegna, sindaci “preoccupati”

Sindaci della Sardegna “lasciati soli nella decisione di nuovo lockdown senza una strategia almeno regionale: …