Unica Radio App
Beirut, due forti esplosioni nella zona del porto

Beirut, due forti esplosioni nella zona del porto

Tra i feriti un militare italiano. Il caporal maggiore Roberto Caldarulo, del battaglione Gestione Transiti (RSOM) di Bari, non è grave

 

Beirut, due forti esplosioni nella zona del porto hanno causato almeno 50 morti e oltre 2.750 feriti. Questo secondo un primo bilancio provvisorio del Ministro della Salute. Tra i feriti un militare italiano del contingente presente in Libano. Il caporal maggiore Roberto Caldarulo, del battaglione Gestione Transiti (RSOM) di Bari, non è grave. Lo apprende l’Ansa da fonti qualificate.

Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, apprese le condizioni del militare italiano ferito in Libano ha espresso la vicinanza di tutto il governo. In particolare il ministro ha ricevuto rassicurazioni sullo stato di salute del militare lievemente ferito al braccio durante l’esplosione.

Lo stabile dove si trovavano i dodici militari Italiani ha subito danni dall’onda d’urto– fa sapere il ministero della Difesa-, è in corso il trasferimento alla base di Shama. Tutti hanno avvisato di persona le loro famiglie rassicurandole sulle proprie condizioni”.

“La probabile causa della potente esplosione potrebbe essere l’enorme quantità di nitrato di ammonio immagazzinato nel porto della città dopo il sequestro avvenuto l’anno scorso. Il materiale era arrivato a Beirut su una nave, queste le dichiarazioni del ministro dell’Interno libanese, Mohamed Fehmi, all’emittente Mtv Lebanon“. L’esplosione ha generato scene di panico nella capitale libanese.

Rassegna Significante

About Isabella Murgia

Isabella Murgia
Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

medico,provetta

Ci adatteremo al Covid come accaduto con l’HIV

La voce degli esperti ci dice che ci adatteremo al Covid-19 come ci siamo adattati …