Unica Radio App
cibi cotti

Sono nove gli alimenti da non mangiare mai crudi

Alcuni li usiamo abitualmente: patate, fagioli, wuster, latte, mandorle,  melanzane e farina

 

Sono nove gli alimenti da non mangiare mai crudi per un’alimentazione sana e corretta. Tra questi ricordiamo: le patate, i fagioli, i wurstel, il latte,le mandorle, le melanzane e la farina.

Gli alimenti

Alcune persone apprezzano le patate crude. In particolare è uno dei primi alimenti da non mangiare mai crudo, perchè contengono amidi che le rendono parzialmente digeribili. Conservate in una zona calda o umida per un lungo periodo, provocano la formazione di una tossina, la solanina che può causare un’intossicazione alimentare.

“Inoltre la solanina è una sostanza neurotossica contenuta in piccole quantità in tutte le solanacee. Si parla di patate, melanzane, peperoni, pomodori, tabacco- conferma il dottor Stefano Erzegovesi, Specialista in Psichiatria e Scienza dell’alimentazione presso il Centro Disturbi Alimentari dell’Ospedale San Raffaele Turro -, per questo motivo conviene sbucciarle bene, non mangiarne troppe, al massimo 500 grammi a pasto”.

Una delle prime cose che facciamo durante la preparazione dei biscotti è assaggiare l’impasto. Quello che non consideriamo è che la farina può essere dannosa per via degli agenti patogeni come l’Escherichia.

“In realtà più della contaminazione da Escherichia, il pericolo è rappresentato dagli amidi crudi resistenti alla digestione -sottolinea Erzegovesi-, perché come nel caso delle patate crude provocano mal di pancia e gonfiore. Fortunatamente però è la stessa natura che ci difende da possibili disturbi di natura gastrointestinale, perché il gusto della farina cruda risulta naturalmente molto sgradevole al palato”.

Tutti almeno una volta abbiamo mangiato un wurstel crudo. L’equivoco nasce dall’errata convinzione che essendo precotti i wurstel possano essere mangiati direttamente dalla confezione. A dire il vero non è affatto così, perché il rischio è che siano contaminati dalla listeria, un batterio che può essere distrutto solo riscaldandoli.

“Il pericolo di contaminazione da listeria in effetti esiste – conclude Erzegovesi – , anche se è molto raro ed è senz’altro maggiore per i wurstel americani prodotti da allevamenti superintensivi che per quelli italiani. In generale, i wurstel crudi hanno la componente grassa ancora semi-solidificata, quindi magari non pericolosa, ma sgradevolissima al palato”.

Rassegna Significante

About Isabella Murgia

Isabella Murgia
Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

max mascia

Lo chef stellato Max Mascia all’Osteria del Forte per “Notti stellate”

L’apprezzatissimo Chef il 19 agosto insieme ad Alessandro Cocco, executive Chef dell’Osteria del Forte Massimiliano …