Unica Radio App
Spettacolo “Baracca & Burattori – con Cenerentola”

Spettacolo “Baracca & Burattori – con Cenerentola”

Una favola in scena per affrontare il tema del bullismo, all’interno del Festival “Palcoscenici d’Estate”

Spettacolo “Baracca & Burattori – con Cenerentola”

Domenica 26 luglio alle ore 22:00 in Piazza Santo Isidoro ad Allai il Teatro Tragodia presenta lo spettacolo “Baracca & Burattori – con Cenerentola”

“Baracca & Burattori – con Cenerentola”

Con testo e regia di Virginia Garau, offre quindi una versione riveduta della storia della fanciulla. Si tratta di uno degli eventi presenti nel cartellone del II Festival “Palcoscenici d’Estate”.

Un gioco di specchi fra realtà e finzione, per raccontare una delle favole più conosciute e amate

Virginia Garau riscrive la trama ma soprattutto reinventa il carattere dei personaggi, enfatizzando la sfrenata cattiveria delle sorellastre, con effetti grotteschi, tanto più che la fanciulla di animo mite e gentile stavolta non si sottomette, anzi, si ribella, mettendo in difficoltà le sue tormentatrici.
L’intento dello spettacolo è così quello di creare un intreccio con le moderne cronache sulle diverse forme di bullismo, spesso presenti tra bambini e adolescenti. Una pièce divertente a misura famiglie in cui si affronta – ricorda Virginia Garau – «un tema delicato e molto serio, il bullismo, ma in modo leggero e ludico per il pubblico più esigente e sincero che esista: I BAMBINI».

Una “baracca” fuori misura

“Baracca & Burattori – con Cenerentola” mette in scena la favola, con gli attori che interpretano i burattini. Questi, a loro volta, recitano la vicenda dei personaggi, in una rappresentazione che svela i meccanismi del gioco del teatro.
«Il teatro dei burattini è una forma di spettacolo popolare in cui uno o più animatori (i burattinai) danno vita ai personaggi tramite particolari pupazzi: i burattini. Per tradizione il burattino è composto da testa e mani di legno fissate ad un camiciotto sopra il quale viene posto il vestito vero e proprio. Lo spettacolo dei burattini, generalmente, è rappresentato all’interno di un teatrino di legno, detto baracca» spiega nelle note Virginia Garau. «Invece in “Baracca & Burattori” ci sono attori veri, umani, che danno vita allo spettacolo. Ma non solo, la baracca non è fissa ma “cammina“!».

Festival “Palcoscenici d’Estate”

Quest’anno si terrà la seconda edizione a cura del Teatro del Segno, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai. Inoltre, questo è un festival inserito nella rete di “Intersezioni”: rete di festival senza rete a cura di Fed.It.Art Sardegna (Federazione Italiana Artisti). Riunisce sei compagnie isolane:

Teatro del Segno;

Abaco Teatro (Monserrato);

Bocheteatro (Nuoro);

L’Effimero Meraviglioso (Sinnai);

Teatro d’Inverno (Alghero);

“Intersezioni”: a cura di Fed.It.Art Sardegna

Intersezioni traccia i suoi itinerari culturali legando in un unico ordito le “trame” originali di:

“Libertà d’Espressione” a Mogoro;

“Giardini Aperti” tra Sanluri, Donori, Quartucciu, Monserrato e Torre delle Stelle (Maracalagonis);

“NUR” ad Alghero;

“Il colore rosa” a Sinnai;

“Palcoscenici d’Estate” ad Allai;

“Percorsi Teatrali” a Santu Lussurgiu e Cagliari;

“Note a Margine” e “Patapum Festival” a Nuoro.

I prossimi eventi

Lunedì 27 luglio alle 22: “Amori da Palcoscenico”

Spettacolo firmato dal Teatro del Segno, con la cantante e compositrice Rossella Faa nel ruolo di un insolito Cupido accanto a Marta Proietti Orzella e Stefano Ledda (che firma regia e drammaturgia). Ci presenteranno un’antologia di classici – da William Shakespeare a Carlo Goldoni e Edmond Rostand.

Sabato 1 agosto alle 22: “Il gatto con gli stivali”

Nel mondo delle fiabe sabato 1 agosto alle 22 con “Il gatto con gli stivali” del Teatro d’Inverno. Drammaturgia e regia di Giuseppe Ligios, anche protagonista in scena con Gianfranco Corona e Giuseppe Caragliu. Una rilettura della novella cinquecentesca di “Costantino Fortunato”, ripresa da Giambattista Basile, Charles Perrault e i Fratelli Grimm.

Domenica 2 agosto alle 22 “Balentes” ovvero “I coraggiosi”

Sul grande schermo domenica 2 agosto alle 22 “Balentes” ovvero “I coraggiosi” di Lisa Camillo, antropologa e regista sardo-australiana: «Questa è la storia di un paese perduto, questa è la storia di un popolo costretto al silenzio» spiega la stessa autrice nelle sequenze iniziali del documentario-inchiesta sulla questione complessa delle servitù militari e delle misteriose esercitazioni che rischiano di avere conseguenze devastanti sulla popolazione e sull’ambiente.

Lunedì 3 agosto alle 22: “Manovella Circus”

Fantasia in scena lunedì 3 agosto alle 22 con “Manovella Circus” di Teatro Tages / Teatro del Segno. Questo è un delizioso spettacolo di marionette e burattini ideato e “animato” da Agostino Cacciabue e Rita Xaxa dove una famiglia di scimmiette, insieme al topino Oscar e al pappagallo Pepito, conquista il pubblico con “numeri” e acrobazie sulle note dell’Organetto di Barberia.

Sabato 8 agosto alle 22: “Yes Land”

Il nouveau cirque sbarca ad Allai sabato 8 agosto alle 22 con “Yes Land” di Onarts, uno spettacolo all’insegna della clownerie. Mostra «l’universo di Giulio, eterno viaggiatore in cerca dell’approvazione, che cerca di mettere ordine» in lotta con il caos, con esiti “catastrofici” ma esilaranti.

Domenica 9 agosto alle 22 con “Baroni in Laguna”

Tra parole e musica domenica 9 agosto alle 22 con “Baroni in Laguna” del Teatro del Segno. Liberamente tratto dal saggio-inchiesta di Giuseppe Fiori con drammaturgia e regia di Stefano Ledda, protagonista sulle note della chitarra di Andrea Congia e del sax di Juri Deidda. Avvincente e amara cronaca della lotta dei pescatori di Cabras per conquistare una nuova dignità e liberarsi del retaggio e dei vincoli di una società feudale a metà del Novecento.

Lunedì 10 agosto alle 22: “Le nozze di Figaro”

Invito all’opera lunedì 10 agosto alle 22 con “Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart: un’antologia di celebri arie nell’interpretazione del soprano Federica Cubeddu e dell’Orchestra da Camera “Johann Nepomuk Wendt”, diretta da Raimondo Mameli.

Giovedì 13 agosto alle 22 con “Spogliarello”

Omaggio all’eclettico talento di Dino Buzzati, giovedì 13 agosto alle 22 con “Spogliarello”. Intenso monologo al femminile interpretato da Marta Proietti Orzella con Alessandra Leo, per la regia di Marco Nateri, che firma anche scene e costumi della nuova produzione del Teatro del Segno. La pièce descrive la breve ascesa sociale e la “caduta” di Velia, donna affascinante e bellissima ma terribilmente fragile, alla disperata ricerca di una “sicurezza” che sembra sfuggirle fino all’ultimo.

Venerdì 14 agosto alle 22: “L’Ultima Sciamana. Il Messico di Chavela Vargas”

Ritratto d’artista venerdì 14 agosto alle 22 con “L’Ultima Sciamana. Il Messico di Chavela Vargas”, intrigante spettacolo-concerto di OfficinAcustica con Anna Lisa Mameli (voce), e Corrado Aragoni (pianoforte).

Lunedì 17 agosto alle 22 – “Son tutte belle le mamme del mondo?”

Per concludere in bellezza “Palcoscenici d’Estate” lunedì 17 agosto alle 22“Son tutte belle le mamme del mondo?” de L’Effimero Meraviglioso. Spettacolo con Miana Merisi e Luigi Tontoranelli che interpretano monologhi, dialoghi, versi e melodie sulle note del pianoforte di Corrado Aragoni. Regia di Maria Assunta Calvisi, questa performance si propone di affrontare le diverse sfumature e gradazioni dell’affetto materno.

Edizione 2020: norme e sicurezza

Poiché l’emergenza sanitaria è ancora in corso, l’edizione 2020 sarà realizzata nel rispetto delle regole e delle distanze di sicurezza, per rendere possibile la fruizione di spettacoli, film e concerti e garantire la tutela della salute.

Info e contatti

Ricordiamo, infine, che il festival continuerà fino al 17 agosto nel paese del Barigadu con un fitto carnet di eventi fra teatro e musica, cinema e nouveau cirque.

INGRESSO GRATUITO. Si gradisce la prenotazione. Ecco qui di seguito i contatti:

indirizzo e-mail: [email protected]
Cellulare: 3914867955

 
Rassegna Significante

About Laura Sotgiu

Laura Sotgiu
A Ottobre 2016 mi sono iscritta alla facoltà di beni culturali e spettacolo di Cagliari. Ho tantissime passioni e l’unico modo che vedo possibile per conciliarle tutte è l’arte. La mia convinzione, infatti, è che attraverso l'arte si possa esprimere qualsiasi cosa. Amo disegnare fin da piccola. Da alcuni anni a questa parte mi sto dedicando alla rappresentazione di mie idee originali. Nel tempo libero mi piace suonare, cantare e scrivere. Scrivo canzoni, poesie, racconti brevi e i miei sogni notturni (ho diversi quadernini pieni di sogni). Suono diversi strumenti, principalmente la tastiera (sono autodidatta) e ho fatto parte di una band rock. Quando ne ho la possibilità studio canto moderno. A Ottobre 2016 ho iniziato a frequentare un corso di teatro. Ho lavorato su diversi set cinematografici.

Controlla anche

L’HAC Nuoro muove la classifica: a Padova arriva un pari

L’HAC Nuoro muove la classifica: a Padova arriva un pari

L’Handball Athletic Club sfiora il successo al PalaFarfalle: Engarrua pareggia i conti a pochi secondi …