Unica Radio App
chiesa allai

“Amori da Palcoscenico”in scena in “Palcoscenici d’estate”

“Amori da Palcoscenico” del Teatro del Segno è in programma oggi 27 luglio ad Allai, con la cantante e compositrice Rossella Faa 

 

rossella faa

La Kermesse teatrale di Allai prosegue oggi, nell’ambito del II Festival “ Palcoscenici d’Estate, all’insegna di un coinvolgente divertissemnt meteatrale  con “ Amori da Palcoscenico”.

Viaggio sulla giostra delle passioni con “Amori da Palcoscenico” . Lo spettacolo del Teatro del Segno, ideato, diretto e interpretato da Stefano Ledda e liberamente ispirato ad alcune delle più celebri commedie – e tragedie – di William Shakespeare, Edmond Rostand Carlo Goldoni, è in cartellone oggi 27 luglio  alle 22 in piazza San’isidoro ad Allai.

Insieme all’attore e regista Stefano Ledda partecipa un’interprete intensa e versatile come Marta Proietti Orzella. Alle prese con un’antologia di “Giochi, drammi, passioni amorose riprese dai classici del teatro e della letteratura . E nel ruolo di una moderna cantastorie: l’istrionica musicista, compositrice e performer Rossella Faa. Che disegnerà dal vivo la colonna sonora della serata tra arie d’opera e ammalianti ballads, per un coinvolgente e “interattivo” divertissement metateatrale. In cui gli spettatori diventano essi stessi protagonisti – e artefici del destino dei personaggi.

Prosegue La seconda edizione della kermesse di Allai, organizzata dal Teatro del Segno con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai. E inserita nel progetto “Intersezioni”/ rete di festival senza rete. Continua quindi con una divertente e divertita riflessione sulle storie d’amore più conosciute della letteratura europea. Da Giulietta e Romeo, a Cyrano de Bergerac.


“In chiave leggera e brillante gli “Amori da Palcoscenico” affrontano questioni fondamentali. Oggi come ieri, “l’amore”, ovvero il nodo dei rapporti e delle relazioni, tra l’innamoramento e il disincanto. Fino all’estremo del “femminicidio”. Argomento di dolorosa e scottante attualità. In una drammaturgia dove humour e intrattenimento si intrecciano ad un’indagine sulla natura umana, sulla fragilità e le paure, i desideri e le inquietudini, in un vivido affresco della società.

Festival “Palcoscenici d’Estate”

Quest’anno si terrà la seconda edizione a cura del Teatro del Segno, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai. Inoltre, questo è un festival inserito nella rete di “Intersezioni”: rete di festival senza rete a cura di Fed.It.Art Sardegna (Federazione Italiana Artisti). Riunisce sei compagnie isolane:

Teatro del Segno;

Abaco Teatro (Monserrato);

Bocheteatro (Nuoro);

L’Effimero Meraviglioso (Sinnai);

Teatro d’Inverno (Alghero);

“Intersezioni”: a cura di Fed.It.Art Sardegna

Intersezioni traccia i suoi itinerari culturali legando in un unico ordito le “trame” originali di:

– “Libertà d’Espressione” a Mogoro;

– “Giardini Aperti” tra Sanluri, Donori, Quartucciu, Monserrato e Torre delle Stelle (Maracalagonis);

– “NUR” ad Alghero;

– “Il colore rosa” a Sinnai;

– “Palcoscenici d’Estate” ad Allai;

– “Percorsi Teatrali” a Santu Lussurgiu e Cagliari;

– “Note a Margine” e “Patapum Festival” a Nuoro.

Allai “Palcoscenici d’Estate”I prossimi eventi

Sabato 1 agosto alle 22: “Il gatto con gli stivali”

Nel mondo delle fiabe sabato 1 agosto alle 22 con “Il gatto con gli stivali” del Teatro d’Inverno. Drammaturgia e regia di Giuseppe Ligios, anche protagonista in scena con Gianfranco Corona e Giuseppe Caragliu. Una rilettura della novella cinquecentesca di “Costantino Fortunato”, ripresa da Giambattista Basile, Charles Perrault e i Fratelli Grimm.

Domenica 2 agosto alle 22 “Balentes” ovvero “I coraggiosi”

Sul grande schermo domenica 2 agosto alle 22 “Balentes” ovvero “I coraggiosi” di Lisa Camillo, antropologa e regista sardo-australiana: «Questa è la storia di un paese perduto, questa è la storia di un popolo costretto al silenzio» spiega la stessa autrice nelle sequenze iniziali del documentario-inchiesta sulla questione complessa delle servitù militari e delle misteriose esercitazioni che rischiano di avere conseguenze devastanti sulla popolazione e sull’ambiente.

Lunedì 3 agosto alle 22: “Manovella Circus”

Fantasia in scena lunedì 3 agosto alle 22 con “Manovella Circus” di Teatro Tages / Teatro del Segno. Questo è un delizioso spettacolo di marionette e burattini ideato e “animato” da Agostino Cacciabue e Rita Xaxa dove una famiglia di scimmiette, insieme al topino Oscar e al pappagallo Pepito, conquista il pubblico con “numeri” e acrobazie sulle note dell’Organetto di Barberia.

Sabato 8 agosto alle 22: “Yes Land”

Il nouveau cirque sbarca ad Allai sabato 8 agosto alle 22 con “Yes Land” di Onarts, uno spettacolo all’insegna della clownerie. Mostra «l’universo di Giulio, eterno viaggiatore in cerca dell’approvazione, che cerca di mettere ordine» in lotta con il caos, con esiti “catastrofici” ma esilaranti.

Domenica 9 agosto alle 22 con “Baroni in Laguna”

Tra parole e musica domenica 9 agosto alle 22 con “Baroni in Laguna” del Teatro del Segno. Liberamente tratto dal saggio-inchiesta di Giuseppe Fiori con drammaturgia e regia di Stefano Ledda, protagonista sulle note della chitarra di Andrea Congia e del sax di Juri Deidda. Avvincente e amara cronaca della lotta dei pescatori di Cabras per conquistare una nuova dignità e liberarsi del retaggio e dei vincoli di una società feudale a metà del Novecento.

Lunedì 10 agosto alle 22: “Le nozze di Figaro”

Invito all’opera lunedì 10 agosto alle 22 con “Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart: un’antologia di celebri arie nell’interpretazione del soprano Federica Cubeddu e dell’Orchestra da Camera “Johann Nepomuk Wendt”, diretta da Raimondo Mameli.

Giovedì 13 agosto alle 22 con “Spogliarello”

Omaggio all’eclettico talento di Dino Buzzatigiovedì 13 agosto alle 22 con “Spogliarello”. Intenso monologo al femminile interpretato da Marta Proietti Orzella con Alessandra Leo, per la regia di Marco Nateri, che firma anche scene e costumi della nuova produzione del Teatro del Segno. La pièce descrive la breve ascesa sociale e la “caduta” di Velia, donna affascinante e bellissima ma terribilmente fragile, alla disperata ricerca di una “sicurezza” che sembra sfuggirle fino all’ultimo.

Venerdì 14 agosto alle 22: “L’Ultima Sciamana. Il Messico di Chavela Vargas”

Ritratto d’artista venerdì 14 agosto alle 22 con “L’Ultima Sciamana. Il Messico di Chavela Vargas”, intrigante spettacolo-concerto di OfficinAcustica con Anna Lisa Mameli (voce), e Corrado Aragoni (pianoforte).

Lunedì 17 agosto alle 22 – “Son tutte belle le mamme del mondo?”

Per concludere in bellezza “Palcoscenici d’Estate” – lunedì 17 agosto alle 22 – “Son tutte belle le mamme del mondo?” de L’Effimero Meraviglioso. Spettacolo con Miana Merisi Luigi Tontoranelli che interpretano monologhi, dialoghi, versi e melodie sulle note del pianoforte di Corrado Aragoni. Regia di Maria Assunta Calvisi, questa performance si propone di affrontare le diverse sfumature e gradazioni dell’affetto materno.

Edizione 2020: norme e sicurezza

Poiché l’emergenza sanitaria è ancora in corso, l’edizione 2020 sarà realizzata nel rispetto delle regole e delle distanze di sicurezza, per rendere possibile la fruizione di spettacoli, film e concerti e garantire la tutela della salute.

Info e contatti

Ricordiamo, infine, che il festival continuerà fino al 17 agosto nel paese del Barigadu con un fitto carnet di eventi fra teatro e musica, cinema e nouveau cirque.

INGRESSO GRATUITO. Si gradisce la prenotazione. Ecco qui di seguito i contatti:

indirizzo e-mail: [email protected]
– Cellulare3914867955

 
Rassegna Significante

About Antonio Aversano

Antonio Aversano
Nato a Calasetta vivo a Cagliari da diversi anni, ho una laurea in Economia e Commercio ma mi sono sempre piaciute le materie storiche ed archeologiche, per questo dal 2017 sono iscritto alla facoltà di Studi Umanistici in Beni Culturali e Spettacolo. Il mio hobby preferito dopo lo studio è il trekking.

Controlla anche

“Terre di confine”: alla Cineteca Sarda la prima tappa

“Terre di confine”: alla Cineteca Sarda la prima tappa

Filmfestival alla Cineteca Sarda per la prima tappa del “Terre di confine” Ospite la documentarista, …