Unica Radio App
bici elettriche

Guida all’acquisto di una bici elettrica

Bonus biciclette elettriche: mercato in espansione. Alcuni consigli utili per scegliere al meglio la e-bike più adatta alle vostre esigenze

Ultimamente il nostro Paese sembra voler investire ingenti quantità di denaro per la micromobilità; che sia arrivato finalmente anche per noi il momento di diventare una nazione “green”? La domanda appare più che lecita, considerando gli incentivi governativi per l’acquisto di mezzi ecosostenibili che il Governo ha varato in questo periodo. Dai cospicui bonus per chi vuole acquistare un’auto elettrica, allo sharing sanificato, pulito e sicuro di mezzi ecologici, senza dimenticare i veicoli ad “emissioni zero” piccoli, portatili e adatti per un utilizzo prettamente urbano. Stiamo parlando ovviamente di hoverboard, monopattini elettrici, ma anche biciclette elettriche (altresì dette e-Bike ).
Oggi rivolgiamo la nostra attenzione alle biciclette. Parleremo di quelle elettriche, acquistabili magari, usufruendo del bonus proposto nel Decreto Rilancio lo scorso 13 maggio da Ministero per l’ambiente.

Qualche consiglio utile

Con questo articolo vogliamo aiutarvi a capire quale sia la bicicletta elettrica più adatta a voi.
Vi permetterà di arrivare in negozio più informati, e di poter comprare la bici elettrica più adatta alle vostre necessità.
Analizziamo tutte le variabili che vanno prese in considerazione prima di decidere quale bici elettrica comprare. Non trascurate l’attenzione sull’assistenza post-vendita.

Che tipo di bici elettrica comprare?

Una bici da città, pieghevole, o magari una mountain bike?
Le bici elettriche da questo punto di vista sono come le bici normali: ce ne sono di moltissimi tipi. Per capire qual è la più adatta a voi, pensate a cosa vi servirà.
Vi servirà per andare al lavoro, o magari per andare a fare la spesa? In questo caso il modello più indicato è una bici da città, con parafango, cestino portapacchi, e un telaio a scavalco basso.In città il telaio a scavalco basso è comodo, soprattutto se, come in questo caso, si monta un seggiolino per bambini. Un cestino anteriore permette di trasportare anche lo zainetto da scuola, o le buste della spesa.
La userete invece principalmente per fare delle “sgambate” più lunghe nel weekend, o magari del vero e proprio cicloturismo, con viaggi di più giorni e centinaia di chilometri? Allora sarà meglio rivolgersi a modelli specifici da trekking, dotati anche di batterie al litio capienti per non rimanere a secco a metà giornata.

e bike 1 Guida all’acquisto di una bici elettrica

Differenti modelli

Ultimamente sempre più case produttrici hanno anche puntato su mountain bike elettriche, per raggiungere il pubblico più giovane; sono mezzi molto accattivanti a vedersi, che danno il meglio di sé negli sterrati in salita. Altri modelli che possono risultare molto utili, soprattutto ai pendolari che vogliono portare la bici sul treno o su un autobus, sono quelli pieghevoli. Infine, abbiate chiara in mente la distinzione fra bici elettriche a pedalata assistita e ciclomotori elettrici, e assicuratevi che il veicolo che state prendendo in considerazione possa circolare legalmente su strade e piste ciclabili.

Tenere conto di forma fisica personale e tragitti da percorrere

Che tipo di ciclista siete? La scelta del tipo di sensore di rilevamento della pedalata è fondamentale.
Avete già un minimo di allenamento? Avete la voglia e la possibilità di pedalare veramente, pur sapendo che il motore vi farà andare più veloce e più lontano? Allora scegliete una bici con sensore di sforzo, che garantirà una pedalata più naturale.

Siete poco allenati? Desiderate soprattutto arrivare a destinazione senza aver fatto fatica? Allora una bici con un semplice sensore di rotazione dei pedali sarà più adatta, permettendovi la cosiddetta “pedalata simbolica” (far girare i pedali senza alcuna reale fatica).

Quanto sarà lungo il percorso su cui userete più spesso la bici elettrica? Si tratta di un percorso lungo pochi chilometri, ad esempio meno di 10, e pianeggiante? In questo caso qualsiasi bici elettrica va bene, e potete anche acquistare un modello poco costoso con una batteria al litio poco capiente, da 300Wh (fate però sempre attenzione all’assistenza post-vendita, come si dirà sotto).

Pensate invece di pedalare per molte decine di chilometri di seguito? Allora è necessario spendere qualcosa in più per assicurarsi una bici di qualità, sia nei componenti meccanici che in quelli elettrici, a partire da un’ottima batteria al litio da almeno 400-500Wh, che non vi pianti in asso a diversi chilometri da casa.

Che caratteristiche avrà il percorso tipo? Ci saranno diverse salite sul percorso in cui userete la bici elettrica? Ottimo, è proprio in questi casi che la bici elettrica può darvi una gran mano. Tenete conto però che l’autonomia di una batteria per bici elettrica diminuisce di molto quando si devono affrontare salite. Anche in questo caso quindi è meglio puntare a modelli con batterie al litio di grande capacità.

e bike Guida all’acquisto di una bici elettrica

Assistenza post vendita

Che tipo di assistenza post-vendita offrono rivenditore e produttore? Questo è un fattore molto importante.
Le bici elettriche sono affidabili, ma qualche problema può sempre succedere. Scegliete un rivenditore che vi offra delle precise garanzie per l’assistenza post-vendita, e che sia in grado di eseguire piccoli interventi di riparazione. Molto dipende anche dal produttore. Scegliete bici di marche affidabili, che abbiano una storia alle spalle e che possano garantire per il futuro.

Attenzione ai furbetti

Il mercato delle bici elettriche è in espansione, e ci sono molti furbi che ne approfittano, vendendo bici di bassa qualità, senza offrire alcuna garanzia post-vendita. Se si dovesse rompere una scheda di controllo ad esempio, si può fare poco senza il pezzo di ricambio. E se l’azienda che l’ha costruito nel frattempo è chiusa, o non fornisce il pezzo? Questi problemi si evitano affidandosi ad aziende che sono da anni nel settore, e hanno una reputazione da difendere.

Come scegliere il rivenditore migliore? Prima di tutto individuate i rivenditori vicini alla vostra abitazione sulla nostra mappa dei rivenditori. Una volta fatto questo, è utile contattarli (via mail o via telefono) chiedendo qualche informazione, ad esempio sui modelli che hanno a disposizione, sulla possibilità di provarli o noleggiarli, sulla garanzia e l’assistenza post-vendita. La velocità e precisione con cui vi risponderanno sarà già un ottimo primo test della loro affidabilità.Cercate quindi di prendere appuntamento, specificando che vorreste provare la bici, prima di comprarla.

riparazione bicicletta Guida all’acquisto di una bici elettrica

Non abbiate fretta

Questo è molto importante: la bici elettrica sarà la vostra compagna di viaggio per i prossimi anni, e dovete assicurarvi che sia quella giusta per voi. Fatevi mostrare il funzionamento dei comandi essenziali del computer di bordo, o come si toglie la batteria per ricaricarla. Provate quindi la bici il più a lungo possibile, facendo qualche salita, testando i diversi livelli di assistenza del motore, o anche disattivandolo completamente, per vedere se la pedalata a motore spento è scorrevole o meno. Provate anche a sollevarla, per vedere se non sia troppo pesante, soprattutto se a casa o in ufficio dovrete farle fare qualche scalino.

Non limitatevi poi a una sola bici, e provatene diverse, magari con un diverso posizionamento del motore (sul mozzo anteriore o posteriore, o sul movimento centrale), o con tipi diversi di batterie.

E l’acquisto online? L’ecommerce è sempre più diffuso in Italia, e diversi rivenditori cominciano a proporre l’acquisto di bici elettriche online. Se si sceglie questa modalità di acquisto, è spesso possibile risparmiare qualche decina o addirittura qualche centinaia di euro.

Garanzia

Tuttavia, è necessario fare delle ricerche sul rivenditore, e soprattutto – come al solito – farsi spiegare bene come funziona l’assistenza in garanzia. I rivenditori online più seri collaborano con una rete di meccanici dislocata sul territorio nazionale, per non costringere l’acquirente a una difficoltosa spedizione della bici.

Sarebbe auspicabile anche, nel periodo coperto da garanzia, la fornitura di una bici di cortesia durante il periodo di riparazione della bici elettrica, per diminuire i disagi per l’acquirente.

Rassegna Significante

About Naika

Naika
Studio beni culturali e spettacolo, nata e cresciuta in Sardegna ma attualmente abito a Roma. Le mie più grandi passioni sono la recitazione, la musica e gli animali. Mi piace tanto viaggiare, vedere e imparare cose nuove.

Controlla anche

mobilità piccole imprese

Mobilità sostenibile: quali opportunità per le piccole imprese?

Sono oltre 150 le imprese, gli esperti e i rappresentanti istituzionali che a Cagliari, nel …