Unica Radio App
ripresa economica

Dal parco di Tepilora 360mila euro per la ripresa economica

Donati 90mila euro a ogni comune che compone l’Ente: Posada, Torpè, Lodè e Bitti. “Vorremmo facilitare una ripresa economica e locale”

Superata la fase più acuta della pandemia coronavirus ora è il momento di ripartire sul piano economico con uno spirito nuovo e solidale non solo fra i cittadini o il sistema produttivo, ma anche fra le istituzioni.

Ne è cosciente il Parco naturale regionale di Tepilora che ha deciso di fare un passo importante destinando 360mila euro. I provenienti arrivano dall’avanzo di amministrazione dell’esercizio 2019, ai quattro comuni che compongono l’Ente. Posada, Torpè, Lodè e Bitti disporranno quindi di 90mila euro ciascuno per facilitare una ripresa dello sviluppo economico locale decisamente più sostenibile per l’ambiente.

Il via libera è stato deliberato ieri dall’Assemblea del Parco che, all’unanimità, ha dato seguito a prime interlocuzioni già avviate nell’incontro dello scorso 11 maggio

Parco e territori

Le risorse, hanno il fine di fornire “uno strumento immediato per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con le esigenze di ciascun Comune atteso che il sistema economico del Paese. A causa della diffusione del Covid-19, sta attraversando una crisi senza precedenti colpendo in maniera preponderante le attività d’impresa. Tra le finalità previste dalla legge istitutiva del Parco vi è quella di ‘contribuire all’armonico sviluppo economico dell’intero territorio’.”

Il presidente

“Con questa operazione il Parco ha deciso di dare un indirizzo, un segnale di vicinanza alle Amministrazioni comunali e ai cittadini. Vorremmo valorizzare proprio gli aspetti più collaborativi e solidali della sua legge istitutiva”.

Lo ha detto il presidente del Parco e sindaco di Posada, Roberto Tola. Ha aggiunto: “I 360mila euro sono economie molto importanti per un piccolo soggetto come il Parco. Sono certo saranno utilizzate al meglio nel sostenere una ripresa che colga le migliori opportunità dell’innovazione.”
Ha proseguito:” La fiducia che il Parco ci sta dando deve essere ricambiata con una ripartenza che rafforzi i valori e i principi ambientali. È fondamentale puntare con un nuovo progetto di sostenibilità. Questo modo diverso di pensare la società dovrebbe essere supportato anche con fondi regionali, nazionali ed europei. Grazie al Parco di Tepilora abbiamo una marcia in più per risollevarci prima e meglio di tanti altri territori della Sardegna e del Paese intero”. 

 L’Assemblea del Parco

Compongono l’Assemblea il presidente del Parco e sindaco di Posada, Roberto Tola, il vicepresidente e funzionario della Provincia di Nuoro, Francesco Murgia, il Commissario straordinario del Comune di Lodè, Mario Carta. I sindaci: di Torpè Omar Cabras e quello di Bitti Giuseppe Ciccolini. Altri fondamentali componenti sono il delegato dal Direttore servizio territoriale FoReSTAS di Nuoro, Ruggero Sau, e il rappresentante dell’Assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente della Regione Autonoma della Sardegna, Paolo Puddu. Partecipano inoltre agli incontri, ma senza diritto di voto, il direttore del Parco, Paolo Angelini, ed eventuali altri rappresentanti invitati ai lavori.

Rassegna Significante

About Naika

Naika
Studio beni culturali e spettacolo, nata e cresciuta in Sardegna ma attualmente abito a Roma. Le mie più grandi passioni sono la recitazione, la musica e gli animali. Mi piace tanto viaggiare, vedere e imparare cose nuove.

Controlla anche

BITTI  DOPPIA

‘Visioni made in Sardegna’, doppia giornata a Bitti

Il Comune di Bitti dedicherà due giornate al cinema isolano nell’ambito del progetto ‘Visioni made …