Unica Radio App
maialetti sardi

Mercato maialetti: rischia il crollo in Sardegna

Liberi e Uguali ha presentato una mozione  che impegna il presidente della Regione e gli assessori dell’Agricoltura e della Sanità a mettere in campo misure a favore delle aziende

 

Dopo quarant’anni di peste suina e dieci di divieto di esportazione, il mercato dei maialetti in Sardegna rischia il crollo a causa dell’emergenza coronavirus.

Il mercato dei maialetti è legato per il 70% al comparto turistico

Il mercato dei maialetti è legato per il 70% al comparto turistico, uno dei più colpiti con la chiusura di ristoranti, agriturismi e strutture ricettive. Il crollo dei consumi ha determinato un ribasso del prezzo della carne dei maialetti da latte sino a tre euro al chilo, la metà rispetto al costo dell’anno scorso.

Liberi e Uguali ha appena presentato una mozione (prima firma del consigliere regionale Eugenio Lai), che impegna il presidente della Regione e gli assessori dell’Agricoltura e della Sanità a mettere in campo misure per consentire alle aziende di proseguire le proprie attività.

Tra queste: lo sblocco in tutto il territorio nazionale dell’esportazione delle carni suine sarde, l’anticipo alle aziende di tutti i contributi disponibili, come quelli previsti dalla misura quattordici del Psr ( Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna), per il benessere animale, compresi gli incentivi, supportando in questo modo la vendita dei maialetti.

Rassegna Significante

About Isabella Murgia

Isabella Murgia
Isabella Murgia nata a Sassari, ma vivo a Cagliari dalla quinta elementare. Diploma di Liceo scientifico, laurea triennale in filosofia. Passione per il giornalismo e l'informazione.

Controlla anche

ma l’olio sarà di altissima qualità

Olio Evo- I cambiamenti climatici dimezzano le produzioni 

Olio Evo- COLDIRETTI Sardegna: I cambiamenti climatici hanno dimezzato le produzioni Per la stagione in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *