Unica Radio Skill Alexa
Malloreddus alla campidanese con ragu di pecora

Malloreddus alla campidanese con ragu di pecora

I malloreddus alla campidanese con ragù di pecora sono tra i piatti più caratteristici della Sardegna e in particolare della zona da cui prendono il nome, appunto il Medio Campidano

I malloreddus, chiamati anche gnocchetti sardi, sono un formato di pasta di grano duro, tipico della cucina sarda. Viene utilizzata soprattutto durante le feste e nelle sagre paesane. Hanno una forma di conchiglia, sono grandi circa 2 cm. Grazie alle striature esterne e la cavità interna possono raccogliere tutto il ragù con cui le persone solitamente li condiscono.

Questa tipologia di pasta si sposa alla perfezione con moltissimi tipi di salse, da quelle più semplici (ad esempio i malloreddus al pecorino), a quelle più strutturate ( come i malloreddus con vongole, pomodorini e bottarga). Oggi si è scelto di proporre una delle ricette tipiche del Campidano, la più vasta pianura della Sardegna. I malloreddus alla campidanese, vanno conditi con un sugo di pomodoro arricchito con salsiccia e con una crema di pecorino. Hanno un gusto caratteristico e deciso. E’ necessario provare a fare i malloreddus alla campidanese una volta nella vita. Per accontentare coloro che amano i sapori rustici, tipici della cucina sarda, si possono accompagnare con dei fragranti panini di ricotta per fare la scarpetta!

Preparazione

Per preparare i malloreddus alla campidanese, iniziate dalla preparazione del soffritto. Sbucciate e tritate finemente la cipolla, quindi lasciatela appassire lentamente in un tegame, insieme all’ olio. Nel frattempo spellate la la salsiccia.

Sbriciolatela grossolanamente con le mani e unitela,  al soffritto di cipolla. Fate rosolare la salsiccia per 15 minuti a fuoco vivace, mescolando spesso e poi unite la passata di pomodoro.

Malloreddus

Mescolate nuovamente e coprite con un coperchio, lasciando cuocere per circa un’ ora; infine, se necessario, regolate di sale. Quando il sugo sarà pronto, cuocete i malloreddus in abbondante acqua bollente, salata a piacere.

Intanto grattugiate il pecorino  in una ciotola e aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta. Quindi frullate con un minipimer, aggiungendo altra acqua, se necessario, e sempre lentamente fino ad ottenere una crema liscia e non pastosa.

Scolate i malloreddus e uniteli al sugo di salsiccia direttamente in padella, mescolate e in ultimo unite la crema di pecorino. Mantecate bene per amalgamare tutti gli ingredienti e servite i malloreddus alla campidanese ancora caldi!

Rassegna Significante

About Stefano Conti

Stefano Conti
22 anni. Vive a Gonnosfanadiga. Studente di beni culturali presso l' università di Cagliari. Diplomato al liceo linguistico E. Piga di Villacidro nel 2017. Inizia li studi universitari nel 2017. Ama ascoltare musica, guardare serie tv, leggere, scrivere (ha pubblicato 7 delle sue poesie nella raccolta "Le tue parole 6" della casa editrice Pagine).

Controlla anche

tradizione

Su costumu poéticu de su campidanu de mesu

Connosci sa cultura e sa língua, chentza circai de cumprendi su sinnificau de su tempus …