Unica Radio App
Rossella Fadda

La “Filosofia de logu” per liberare i sardi dagli stereotipi

L’iniziativa filosofica diretta ai sardi, alla loro cultura e alla loro storia

Uno sguardo filosofico, critico, non subalterno, sulla realtà sarda, su tutti gli aspetti della società. Dalla dimensione culturale e politica all’economia, alle scienze sociali e umane.

Nasce così “Filosofia de logu”, un gruppo di lavoro e ricerca multidisciplinare. Fanno quindi parte di questo progetto studiosi e attivisti, accademici e non, provenienti dall’ambito delle scienze umane, sociali e filosofiche.

“Il nome rievoca la cultura legata al territorio e alle sue genti in un rimando al prezioso e rivoluzionario documento giuridico pervenutoci, testimonianza di una civiltà matura e produttrice di un pensiero espresso nella propria lingua”, spiega Sebastiano Ghisu, tra i fondatori assieme a Omar Onnis, Alessandro Mongili, Cristiano Sabino.

Sebastiano Ghisu, uno dei fondatori dell'iniziativa la Filosofia de logu.
Sebastiano Ghisu, uno dei fondatori dell’iniziativa la “Filosofia de logu”

L’obiettivo della ricerca

Sul sito (filosofiadelogu.eu) è dunque possibile trovare la dichiarazione di intenti. “L’obiettivo è abbattere stereotipi, luoghi comuni o narrazioni improprie che ledono il diritto di pensarsi ‘normalmente sardi’. Cittadini del mondo, in un’Isola al centro del Mediterraneo e non alla periferia italiana. Senza dover rinunciare – aggiunge Ghisu – alla propria identità e senza dover elemosinare i diritti, a partire dal più elementare, poter parlare in tutti gli ambiti la nostra lingua”.

Queste tematiche saranno dunque affrontate ad ampio raggio attraverso un lavoro di ricerca sistematico e scientifico. Il filo conduttore? Il pensiero di Antonio Gramsci, Antonio Simon Mossa, Francesco Màsala, Placido Cherchi, Bachisio Bandinu, Michelangelo Pira.

“Un passo avanti verso un obiettivo, liberare i sardi dalla ‘colonizzazione del pensiero’, dal rapporto di subalternità e dipendenza e renderli consapevoli”, chiarisce infine Omar Onnis.

Il gruppo sta lavorando anche alla pubblicazione di una raccolta collettiva di saggi, a un evento pubblico in rete e ad incontri sul territorio. È aperto a ogni collaborazione basata sulla condivisione dei principi enunciati nei documenti fondativi.

Rassegna Significante

About Giovanni Podda

Giovanni Podda
Nato a Cagliari il 14/10/95. Studente di Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Amante di libri, sport e tutto ciò che ha a che fare con la tecnologia. Musica? Tutto tranne la Trap.

Controlla anche

rassegna

Rassegna Cinema Tedesco Oggi “1990-2020: Quale unità?”

L’ACIT Cagliari – Associazione Culturale Italo-Tedesca nell’ambito della rassegna  CINEMA TEDESCO OGGI 2020 “1990-2020: Quale …