Unica Radio App
casa computer

Cosa fanno gli italiani a casa in tempi di coronavirus?

Non è una situazione semplice quella dei cittadini italiani: la Penisola è infatti stata la prima nazione in Europa, e in quasi tutto il mondo, a prendere provvedimenti seri e restrittivi per fermare la pandemia di Coronavirus che sta creando emergenza a livello globale. In Italia la quarantena vige da ormai più di un mese, e le linee guida da seguire sono state specificate molto chiaramente dal decreto “io resto a casa”.

L’obbligo è quello di rimanere all’interno delle proprie abitazioni, a meno di situazioni in cui uscire si riveli strettamente necessario. Gran parte delle attività lavorative sono quindi state contestualmente chiuse, e così in questo periodo stanno continuando a lavorare solo coloro che rispondono a categorie che hanno la possibilità di fare smart working. Eccezion fatta per questi settori quindi, la domanda sorge spontanea: come stanno trascorrendo la quarantena i cittadini italiani? Andiamo a vedere.

Che cosa cercano gli italiani su Internet

Per rispondere a questa domanda, potremmo partire dalle “tracce” più evidenti lasciate in queste settimane dagli stessi italiani: quali sono le principali ricerche su Internet effettuate in questo periodo? Bisogna infatti contestualizzare e constatare che questa quarantena ha portato un boom incredibile di presenza sul web, con una crescita esponenziale di visite ad ogni tipo di sito e piattaforma e più in generale su Internet.

Proprio attraverso i motori di ricerca, possiamo risalire alle principali curiosità che hanno occupate le menti degli italiani: da questo discorso bisogna far esulare tutte quelle ricerche relative al Coronavirus stesso, che si sono addensate nei primissimi giorni com’era logico che accadesse. La popolazione infatti, spaventata dal nuovo pericolo e spaesata dalla situazione, ha ricercato più e più volte tutte le possibili informazioni legate al Covid-19, al suo metodo di trasmissione, ai sintomi e quant’altro.

Dunque lasciando da parte questa categoria di ricerca, andiamo a vedere quali sono le altre che hanno primeggiato: tra tutte sono sicuramente più marcate le informazioni ricercate relative a due settori, la cucina e il fai da te. In un periodo come questo, nel quale si ha a disposizione mediamente molto più tempo – tra le mura della propria abitazione – di quello che si avrebbe in una situazione normale, è logico che ognuno debba trovarsi dei passatempi e degli hobby, o magari migliorare i propri risultati in alcuni campi.

Quali sono le principali attività svolte

Uno di questi è certamente la cucina, alla quale un gran numero di italiani ha deciso di dedicarsi in questo periodo: mettersi ai fornelli per affinare le proprie abilità o per prendere confidenza con un mondo mai veramente apprezzato è sicuramente ai primi posti delle attività svolte. C’è poi tutto il settore di ricerca legato al fai da te, e anche in questo caso bisogna fare riferimento al tempo a disposizione: sembra infatti essere proprio questo il periodo adatto a tutti quei piccoli lavori di manutenzione che da mesi o anni erano in attesa.

Abbiamo citato i passatempi che potremmo definire manuali: e cosa dire del traffico in costante aumento sui siti online? Ovviamente si tratta di una conseguenza della quarantena, ma certifica una tendenza che già in precedenza era sempre più accentuata: l’incremento nella frequentazione di siti per scommesse e casinò online, come per esempio Topscommesse.com. Il gaming online è un settore in costante crescita e non può che beneficiare di una situazione come quella attuale.

Per quanto riguarda il mondo del digitale in generale, tantissimo lo spazio dedicato anche al gaming inteso in senso più vasto, e dunque ai veri e propri videogames online, ma anche alla televisione: questa quarantena si profila come il periodo ideale per recuperare tutti quei film o quelle serie televisive che avevamo lasciato in arretrato e che non avremmo altrimenti tempo di guardare con questa costanza e intensità.

Rassegna Significante

About Redazione

Redazione
Nata l'8 ottobre 2007 da un progetto di tre studenti universitari. Unica Radio vuole raccontare il territorio, la cultura e le attività dell'hinterland attraverso la voce dei protagonisti. Unica Radio racconta la città che cambia

Controlla anche

norma modifica calcio

Calcio, si aspetta la modifica della norma sulla quarantena

Spadafora: “Non prima del 20”   ROMA (ITALPRESS) – La quarantena fa ancora discutere il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *