Unica Radio App
tv bambini

Al via la didattica TV. FINAS tra i primi sostenitori

La Rai lancia oggi le lezioni in diretta tv per la scuola primaria, media e superiore.

L’iniziativa riguarda il nuovo palinsesto messo a punto dalla TV di stato. La realizzazione dei canali tematici dedicati alla scuola e alla cultura. Risponde infatti ad un appello arrivato da più parti del mondo politico e della società civile.

Già lo scorso 2 aprile l’associazione culturale Future Is Now, proponeva di avviare un programma di formazione utilizzando i canali del servizio pubblico televisivo nazionale.

Anche il segretario della Lega Matteo Salvini ha lanciato la proposta di dedicare un canale Rai alle lezioni per studenti finché la scuola resterà chiusa. Considerando che un terzo delle famiglie italiane non possiede un computer per seguire la didattica online.

Un grave deficit; in alcune realtà del Sud Italia spesso si somma anche alle difficoltà per studenti e insegnanti di seguire, ad esempio, corsi di recupero in presenza al di fuori dell’orario scolastico a causa dell’insufficienza dei trasporti pubblici locali.

Con le lezioni in diretta televisiva la Rai accoglie l’ennesima sfida educativa imposta dall’emergenza Coronavirus

Una risposta arrivata, comunque tardi rispetto ai provvedimenti amministrativi presentati per la crisi sanitaria, per via dei quali le scuole italiane sono chiuse già da oltre un mese.

«Ci auguriamo – dichiara Pompei – che la nostra televisione segua un modello come quello della rete irlandese, autrice di un progetto per la trasmissione di contenuti didattici da parte di insegnanti della scuola primaria».

Rassegna Significante

About Carlotta Secci

Carlotta Secci
Studentessa all'università di Cagliari in scienze della comunicazione. La moda è la mia più grande passione, fin da piccola, e spero un giorno possa diventare il mio lavoro.

Controlla anche

scuola

Scuola: in Sardegna è ripartita ufficialmente oggi

Ritorno in classe per circa duecentomila studenti in Sardegna  Alcune scuole hanno anticipato l’ingresso ieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *