Unica Radio App
L'ospedale Santissima Trinità di Cagliari

Sardegna, hotel in città da destinare agli operatori sanitari

La Regione Sardegna lavora per trovare strutture alberghiere adatte per ospitare operatori sanitari. Si parte con Sassari, Cagliari e Nuoro

La Sardegna sta lavorando per individuare alcune strutture dove ospitare gli operatori sanitari impegnati nella lotta contro il Coronavirus.

Solo in un secondo momento si sceglieranno altri hotel per la quarantena dei cittadini positivi al virus. Al momento gli alberghi destinati a medici e infermieri avranno sede nelle città dove sono operativi i COVID Hospital: Sassari, Cagliari e Nuoro.

“Partiamo con Cagliari, Sassari e Nuoro – spiega l’assessore della Sanità Mario Nieddu – ora stiamo effettuando una mappatura del personale per verificare quante strutture servano effettivamente. Il personale va salvaguardato e coccolato, perché sta facendo un grandissimo lavoro, quindi deve aver la possibilità di alloggiare in hotel”, precisa l’assessore.

Per i positivi asintomatici che non possono trascorrere il periodo di quarantena nel proprio domicilio, saranno destinati circa una decina di hotel su base volontaria. Questa scelta è dettata dalla possibilità di contagiare i familiari, e quindi è necessario non far restare i contagiati vicini a loro.
Secondo il presidente della Regione Christian Solinas vi è anche una terza tipologia di “contagiati”, ovvero quella del personale medico sanitario. Anche a questi dovranno essere riservati degli hotel.

Le strutture alberghiere scelte saranno individuate a poca distanza dagli ospedali che in questo momento trattano il Coronavirus. Non tutti gli hotel potranno offrire il servizio: solo quelli in grado di garantire facile accessibilità e igienizzazione potranno farlo.

Il rapporto tra le strutture che riceveranno gli operatori sanitari e la Regione sarà disciplinato da una convenzione: le aziende saranno rimborsate del vitto, dell’alloggio, e delle spese per la sanificazione.

A questo proposito, il presidente regionale di Federalberghi Paolo Manca precisa: “La disponibilità degli albergatori è volontaria, non c’è alcuna requisizione, ma in quest’emergenza sanitaria le strutture sono chiamate a fare la loro parte, a offrire un servizio, e non si tirano indietro”.

Rassegna Significante

About Alberto Pitzalis

Alberto Pitzalis
Nato nel 1999 a Cagliari. Diplomato al liceo linguistico "De Sanctis-Deledda". Appassionato di cinema da qualche anno e di videogiochi fin da piccolo. Il tennis è il mio sport preferito e lo seguo costantemente dal 2014.

Controlla anche

cimitero musulmano

I musulmani d’Italia: “Dateci un posto per i nostri defunti”

Solo pochi Comuni offrono spazi per i defunti musulmani nei cimiteri Salme di persone musulmane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *