Unica Radio Skill Alexa
narrazioni sardegna

Laboratorio28, narrazioni dello sviluppo in Sardegna

Martedì 11 febbraio al Circolo del cinema Laboratorio28, in via Montesanto 28 a Cagliari, si terrà l’incontro Narrazioni dello sviluppo in Sardegna

Daniele Atzeni

Narrazioni sullo sviluppo in Sardegna al Laboratorio28. Alle 19 verrà presentata la pubblicazione “Energia, democrazia e diritti umani” con l’autore Antonio Muscas, e alle 20.30 verrà proiettato il cortometraggio “I morti di Alos” alla presenza del regista Daniele Atzeni.

L’iniziativa, realizzata da Laboratorio28 in collaborazione con Banca Etica, inaugura a Cagliari il circuito cinematografico “Save the green” coordinato dal Centro Regionale FICC Sardegna.

A partire dalla pubblicazione dello studio “Energia, democrazia e diritti umani” di (e con) Antonio Muscas, discuteremo della questione energetica in Sardegna, di quello che abbiamo, a volte anche in eccesso, e quello che ci manca, e degli interessi che lavorano per spingere il nostro sentire in una o nell’altra direzione. Seguirà, alle 20.30, la proiezione del dockumentary “I morti di Alos” realizzato dal regista Daniele Atzeni nel 2011, un’opera di grande valore estetico e portatrice di forti sollecitazioni in merito al contenuto.

La trasformazione dell’economia di un “immaginario” paese della Sardegna da rurale a industriale è la miccia che porta, nel passato, alla fine della comunità ne “I morti di Alos”; la questione energetica e il tentativo di riconversione dell’economia sarda, in seguito all’impoverimento diffuso dovuto al fallimento delle promesse di rinascita e del tentativo di impiantare in Sardegna uno sviluppo industriale, energetico, militare e turistico, ci portano nel presente al tentativo di costruire un nuovo dibattito pubblico sulla gestione delle risorse e sulla possibilità di decidere democraticamente la vita nei territori.

L’iniziativa nasce dall’incontro del circuito “Save the green” coordinato dal Centro Regionale FICC Sardegna e la rassegna “A CASA LORO. Percorso cinematografico nei colonialismi del passato e del presente” curata da Laboratorio28, che proseguirà martedì 18 febbraio alle 20.30 con la proiezione del film “Promised land” di Gus Van Sant e si concluderà martedì 25 febbraio alle 20.30 con la proiezione dei documentari “Oltre l’aporìa” di Cladinè Curreli (Sardegna 2017) e “Standing army” di Thomas Fazi e Enrico Parenti (Italia 2011).

L’ingresso è libero con tessera del Circolo FICC 2020 di Laboratorio28, il cui costo è 2,50 euro per studenti e studentesse, precari/e e disoccupati/e; 5 euro la quota ordinaria; 10 euro la quota a sostegno del circolo.

 
I morti di Alos
Rassegna Significante

About Giannalisa Giorri

Giannalisa Giorri
Nata e vissuta a Cagliari, laureata in Giurisprudenza e attualmente studentessa del 3 anno del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione a Cagliari. Amante dello sport, della natura e degli animali. Appassionata di cinema e di fotografia.

Controlla anche

Il lockdown visto dai bambini in un docufilm di Grinder Kids

Il lockdown visto dai bambini in un docufilm di Grinder Kids

Il lockdown nelle vite dei bambini: con lo sguardo schietto di cui soli sono capaci, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *