Unica Radio App
suoni e parole

“Progetto Sonoro”: suoni e parole dagli oceani del Sud

Reading multimediale di Progetto Sonoro. Il navigatore solitario si racconta: suoni, parole, immagini dagli oceani del Sud”.
 
Durante l’incontro verrà proiettato il documentario Progetto Sonoro, con le registrazioni (suoni e filmati) dal vivo di Gaetano Mura ed il contributo di Gianfranco Mura (regia) e Stefano Guzzetti (montaggio e sound). Presenteranno e modereranno l’incontro Valentina Piredda (Galleria CULT) e Mauro Porcu, direttore di Casa Manno. L’evento si terrà lunedì 28 ottobre con inizio alle ore 18:00. Ingresso a offerta libera.
 
Gaetano Mura nasce il 7 luglio 1968 tra i suoni del mare di Cala Gonone sulla costa orientale della Sardegna, un golfo con 40 km di costa senza cemento e  con la gran parte delle spiagge raggiungibili solo via terra o con dei trekking impegnativi. In questo paradiso naturale  sboccia sin da bambino il suo forte e profondo amore per il mare: “ruba” e usa di nascosto la barca del padre, ci dorme la notte e inizia l’esplorazione del mare.
 
Quando avevo 11 anni chiedevo il permesso ai miei genitori di poter andare a dormire sulla vecchia barca di mio padre ormeggiata in porto. Durante la notte quando ero certo di farla franca, mettevo in moto il motore e mollati gli ormeggi giravo all’interno del piccolo porto, poi tornato in banchina stendevo il sacco a pelo sul tavolaccio della cuccetta tra odore d’umido e di sentina nel buio della cabina. Quando non erano più i due moli a delimitare l’orizzonte sognavo di navigare e mi addormentavo felice”.
 
Un grande amore per il mare in un luogo dove non esistono circoli velici, le tradizioni marinare sono esili e nessuno va a vela. Le tracce dell’uomo a Cala Gonone risalgono al neolitico – l’età della pietra – continuano nell’epoca dei Nuraghi – età del Bronzo – con la costruzione di numerosi villaggi che verranno poi conquistati dai romani. Poi il mare infestato dai  pirati, l’ abbandono della costa, il  rifugio nelle montagne vicine e la località sarà riscoperta solo nel XIX secolo grazie ad un gruppo di pescatori ponzesi (dall’isola di ponza) che si stabilisce nel villaggio e introduce, con fatica, la cultura della pesca e dell’andar per mare tra i locali. Questo il contesto culturale, sociale ed antropologico dove nasce, cresce e diventa navigatore oceanico Gaetano Mura. I limiti non lo hanno fermato, anzi lo hanno incoraggiato a dare il massimo e grazie alla sua tenacia e perseveranza è riuscito a tagliare importanti traguardi.
Ancora adolescente s’imbarca come mozzo nei pescherecci locali per immergersi nella cultura marinara, poi come comandante nei traghetti trasporto passeggeri di piccolo cabotaggio. Sempre a Cala Gonone. Ma Gaetano ama le sfide e l’innovazione e a soli vent’anni acquista il 
 
L’impegno ambientale
Gaetano in questi anni ha realizzato numerosi progetti culturali e legati alla difesa e tutela della natura. Un impegno speso soprattutto con i ragazzi. Nel 2012 ha partecipato all’iniziativa della Questura di Nuoro con Diahiò – il diario della legalità distribuito in tutte le scuole della Sardegna – un dialogo su regole, sport ed ambiente.
L’attività culturale è stata intensa: collaborazione con il museo Man con il coinvolgimento delle scuole  per la creazione dei disegni nella barca; partecipazione a festival letterari e ambientali.  La partecipazione a documentari come “Le favole iniziano a Cabras” trasmesso in prima serata su Sky Arte.  
Si tratta di un lavoro con la moglie fotografa Carla De Gioannis. Un racconto per immagini dove al centro si posiziona il deterioramento ambientale del mare a seguito dell’invasione della plastica nelle nostre acque. Il lavoro  è stato esposto a Cagliari, alla Galleria Cult di Alghero, all’Acquario di Cala Gonone e durante la manifestazione Carloforte: narrare il mare.
Rassegna Significante

About Claudio Marongiu

Claudio Marongiu
Appassionato di scienza e tecnologia, musicista amatore e viaggiatore

Controlla anche

alberto ponis

Alberto Ponis – premio In/Architettura alla carriera e mostra

Il 26 settembre saranno consegnati i Premi In/Architettura 2020 per la Sardegna, verrà assegnato il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *