Unica Radio App
festival neoneli

Licanias e Lichitos: a Neoneli le battute finali del festival

Dalle 10, nel centro storico del paese, musica, laboratori gastronomici, degustazioni e stand di artigiani e produttori agroalimentari. Alle 13 il pranzo tipico neonelese con sa fregula istuvada e sa cassola.Chiusura alle 17, con suoni, canti e balli del Barigadu con i Tenores di Neoneli e Orlando e Eliseo Maxia.

Battute finali a Neoneli (OR) per Licanìas e LichitosDomani, domenica 6 ottobre, alla manifestazione ideata dal Comune del piccolo paese del Barigadu, si rinnova la tradizionale festa dedicata a due piatti tipici della cucina neonelese: sa fregula istuvadae sa cassolaArricchiscono il programma della giornata, dal mattino fino al pomeriggio, laboratori gastronomici, degustazioni, visite guidate e musica.

La scaletta di appuntamenti prende il via alle 10 nelle stradine di Neoneli, dove sono di scena in un’esibizione itinerante, dopo il concerto della sera prima, due membri del gruppo Brinca, Jonathan Della Marianna alle launeddase Federico Di Chiara all’armonica e voce.

Fino alle 20 è ancora possibile visitare gli stand di artigiani e produttori agroalimentari. Sempre dalle 10 (e fino alle 19), ancora visite guidate a cura dei bambini delle scuole alla ChiesaParrocchiale di San Pietro, e un appuntamento che si rinnova anno dopo anno: quello con le massaie di Neoneli impegnate (fino alle 13), a Sa ‘Omo ‘e Bona, in una dimostrazionelaboratorio sulle tecnica di preparazione della fregula.

Alle 10.30 (e fino alle 18), in piazza Italia, ritornano il grandi giochi in legno, mentre nella scuola materna Virgo Fidelis, dalle 15.30 alle 17.30, si tiene il laboratorio gastronomicoLa felicità in cucina.

All’oratorio in via San Pietro si potrà partecipare a varie degustazioni (ognuna al costo di 5 euro): alle 11, è in programma quella del miele con l’esperto Luigi Manias (pluripremiato apicoltore di Ales, erede e continuatore di una lunga tradizione familiare), alle 15 e alle 16.30 quella dell’olio a cura di Giandomenico Scanu (funzionario dell’agenzia regionale AGRIS e esperto olio EVO), mentre Sa ‘Omo ‘e Bona ospita quella dedicata al pane (sempre alle 15 e alle 16.30 al costo di 5 euro).

Alle 13 in piazza Barigadu arriva il momento del pranzo tipico di Neoneli all’insegna de sa fregula istuvadae sa cassola: nel primo piatto la tipica pasta di semola viene cotta in brodo e condita col pecorino e lo strutto; il secondo è a base di carne di pecora. Le degustazioni costano 10 euro per la fregula più la cassola, più il vino; si pagano invece 6 euro per la fregula più il vino oppure per la cassola più il vino.

Poi, alle 17, prende il via l’ultimo evento in scaletta di Licanìas e Lichitos: si balla “a passu ‘e tres” in piazza Barigadu, con il Coro atenores Cultura Popolare di Neoneli, prestigiosa istituzione culturale del paese, che in questo 2019 raggiunge il traguardo di quarantatré anni di “storie cantate”, accompagnato da Orlando e Eliseo Mascia alle launeddas, l’organetto diatonico e altri strumenti della tradizione sarda.

Rassegna Significante

About Simone Cadoni

Simone Cadoni
Classe 1993. Ha conseguito la laurea in Lingue e Comunicazione e un master in Giornalismo. Dai tempi dell'università collabora con Unica Radio, per cui si occupa della produzione di articoli e interviste.

Controlla anche

sant'efisio buoi

Sant’Efisio 2020: come cambia la tradizione al tempo del Coronavirus

Salta ufficialmente la storica processione tra la folla, ma domenica 3 maggio il voto sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *