Unica Radio App
pratobello

A Foras ricorda Pratobello

Domenica 30 giugno 2019 una marcia rievocherà i fatti di Pratobello, partendo Orgosolo per raggiungere i luoghi della lotta del 1969.

In occasione del cinquantennale della lotta, il Comitato “Pratobello 50 Annos”, organizza per la giornata del 30 Giugno una marcia collettiva. 

Partenza da Orgosolo per raggiungere la Località di Pradu, intervallando il cammino con momenti di lettura e musica, per raccontare attraverso i luoghi e i protagonisti, l’evento che nel 1969 ha segnato uno dei momenti più importanti della storia della Sardegna del ‘900: La lotta di Pratobello: un esempio di passione civile in difesa della Sardegna.

Nel mese di maggio del 1969 sui muri di Orgosolo furono affissi dei manifesti che imponevano alle persone e alle greggi di lasciare i pascoli comunali perché a breve in quelle terre sarebbe iniziata un’esercitazione militare. I documenti e gli avvisi pubblici parlavano di un poligono di tiro temporaneo che sarebbe esistito per alcuni mesi, ma grazie all’impegno del Circolo Giovanile gli orgolesi vennero a sapere che il governo italiano intendeva realizzarne uno permanente.

Per questo motivo la popolazione occupò le terre di Pradu per impedire la realizzazione del poligono, che avrebbe sottratto un’importante risorsa alla comunità.

La rivolta di Pratobello rappresenta un avvenimento di grande importanza dal punto di vista storico-identitario, per la memoria collettiva degli orgolesi, ma anche di tutti i sardi. Quegli avvenimenti segnarono il punto più alto delle mobilitazioni e delle iniziative che vennero portate avanti in Sardegna contro la militarizzazione del territorio e che a più riprese hanno investito varie parti dell’isola fino ai giorni nostri.

Dal 1956, infatti, la Sardegna ha visto la creazione di molteplici installazioni militari, fra cui il Poligono Interforze del Salto di Quirra, il Poligono di Teulada e quello di Capo Frasca, che hanno portato negli anni l’isola a dover sopportare più del 60% del demanio militare del territorio italiano e più di 35mila ettari di terre sottoposti a servitù.

Attraverso la Marcia e attraverso gli eventi programmato a Orgosolo nel mese di settembre, il comitato spontaneo “Pratobello 50 annos” vuole onorare la memoria di quei fatti sottolineando l’importanza dell’impegno e della passione civile e politica che ha animato la lotta del 1969.

Pratobello 50 annos: la marcia – Il comitato spontaneo “Pratobello 50 annos” è lieto di invitare gli orgolesi e i sardi tutti a partecipare alla marcia di rievocazione degli eventi di Pratobello, che si terrà domenica 30 giugno a partire dalle ore 17.00 (Via Gramsci angolo Corso Repubblica) ad Orgosolo.

La marcia si snoderà sulla S.P. 48 con tappa finale al bivio di Pradu, ripercorrendo quello che fu l’itinerario verso Pratobello. Durante la camminata ci saranno delle soste animate da letture storiche, poesia e musica. A Pradu ci sarà l’inaugurazione dell’opera dedicata alla Lotta di Pratobello realizzata da Francesco Del Casino in collaborazione con Pino Muggianu.

Segui Unica Radio per tenerti aggiornato su tutti gli eventi!

Rassegna Significante

About Simone Cavagnino

Simone Cavagnino
Giornalista, autore e conduttore. Dopo la maturità scientifica, compie studi giuridici e si occupa di giornalismo musicale. Ha collaborato con l'emittente televisiva Infochannel Tv Sardinia, con i magazine JAZZIT e LOLLOVE MAG. Ha curato il documentario "La memoria del suono" dedicato alla figura dell'artista sardo Pinuccio Sciola. Dal 2014 è direttore responsabile di Unica Radio e contestualmente svolge attività di ufficio stampa per artisti, festival, rassegne e singoli eventi. E' del giugno 2018 il suo primo libro dal titolo "Sardegna, Jazz e dintorni" edito da Aipsa Edizioni, scritto in collaborazione con il giornalista Claudio Loi. Info: [email protected]

Controlla anche

occupazione militare

A Foras Fest: in piazza contro l’occupazione militare in Sardegna

Il 2 giugno 2019 A Foras torna in piazza a Cagliari per manifestare contro l’occupazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *